filibeck

10/10/2019
Prolungamento M3, nuovo scontro Di Marco-Lucente

DA 7 GIORNI

Il Consigliere Nicola Di Marco (M5S) contro Franco Lucente (FdI): «Se non l'ha capito, lo ribadiamo noi: la linea di Regione Lombardia sembra essere con tutta evidenza quella di temporeggiare»

Nuovo capitolo, il duello a distanza sulla Paullese si arrichisce di una nuova puntata NuOvo capitolo, il duello a distanza sulla Paullese si arrichisce di una nuova puntata

"Nel fine settimana " spiega Nicola Di Marco Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle -, ho letto con stupore le dichiarazioni del Consigliere Regionale di Fratelli d'Italia  Franco Lucente  in merito ai continui rallentamenti dello studio di fattibilità  di un sistema di trasporto pubblico da San Donato Milanese a Paullo, opera che il M5S sostiene con forza per liberare l'area del paullese dal traffico da cui è paralizzata. In particolare si legge: ˜Ho presentato oggi un'Interpellanza sullo Studio di Fattibilità  del prolungamento della M3 da San Donato Milanese a Paullo, dato che un anno fa ci era stato assicurato che sarebbe stato concluso entro settembre 2019". Ma come? Solo oggi scopre che il termine di presentazione degli elaborati è il 31 ottobre (e ci auguriamo che venga rispettato pienamente)? Il Movimento 5 Stelle, tramite una mia interrogazione, già  nel mese di giugno 2019, aveva portato alla luce l'ennesimo slittamento dei termini; per questo successivamente sono stato ferocemente attaccato, da Fratelli d'Italia, in un comunicato stampa dove in alcuni passaggi si legge‘Mi offro volontario per spiegare bene al consigliere del M5S Nicola Di Marco l'iter del prolungamento della M3 fino a Paullo, perchè i suoi comunicati completamente sbagliati rischiano di confondere i cittadini, che hanno invece diritto di sapere le cose come stanno. Mi offro anche di accompagnarlo sul territorio, se vuole, visto che io ci vivo da anni, mentre lui mi sembra parecchio spaesato. Per il momento mi accontento di correggere le sue dichiarazioni: nessuno si è dimenticato della M3 e non c'è¨ alcuna palude burocratica™. Ma passando alla seconda parte del comunicato del fine settimana, riguardante le azioni di Regione Lombardia messe in campo per velocizzare il suddetto studio, in particolare si legge: ˜Per questo ho chiesto se l'atto è stato redatto entro i termini previsti e con quale esito, al fine di capire quale linea  Regione Lombardia intenda adottare per risolvere il problema del trasporto pubblico nel sud-est Milano e con particolare riferimento al prolungamento della M3 da San Donato Milanese a Paullo ™Beh, se ancora non fosse chiaro lo ribadiamo noi. La linea di Regione Lombardia sembra essere con tutta evidenza quella di temporeggiare! La Delibera di Giunta Regionale n. 7511 di fine 2017 prevedeva la realizzazione di 4 studi per i prolungamenti delle metropolitane M4, M2, M5 ed M3. Mentre negli altri casi gli studi sono già  terminati, in fase di analisi o l'opera è stata finanziata (M5) in questo caso “ dopo quasi 2 anni - siamo ancora in attesa e mi dispiace che anche altri rappresentanti del Consiglio Regionale in passato non abbiano capito questo concetto molto semplice. Uno studio che ho definito "impantanato" a causa dei rimpalli fra un comune dell'asse, Milano e Regione. A questo punto devo ammettere “ conclude l'esponente grillino - che mi dispiacerebbe vedere nella palude burocratica proprio chi poco tempo fa l'aveva negata, coadiuvato da alcuni colleghi di partito che scrivono su testate locali»

[legambiente-Arcobaleno] |

04/10/2019
CONTINUIAMO A INSISTERE !!!!


Dopo più di un anno dalla riunione, convocata dall'Assessore Granelli del Comune di Milano presso i suoi uffici, gli amministratori dei comuni del Sud-Est Milano.

Scopo dell'incontro era trovare un accordo per finanziare uno studio di fattibilità  da affidare a MM S.p.A. per determinare - costi, benefici e necessità  dell'utenza considerati  - quale soluzione di trasporto risulti la migliore per servire i territori dislocati lungo l'asse della Paullese.

Le soluzioni che verranno indagate sono 5:

1)      Il potenziamento delle attuali soluzioni di trasporto pubblico su gomma

2)      Il prolungamento della linea 3 del metrò a Paullo

3)       la metrotranvia (sostanzialmente un tram ad alta capacità )

4)      Il bus rapid transit (di fatto una corsia riservata per mezzi di trasporto su gomma ad alimentazione elettrica)

5)      La costruzione di una nuova linea ferroviaria sino a Crema.

Lo studio costerà  282.000 euro circa e sarà  finanziato per la maggiore parte dal Comune di Milano (125.600 euro) e da Regione Lombardia (80.000 euro). Con importi minori contribuiranno gli enti locali del territorio; in tal senso però stupisce la non partecipazione alle spese di Città Metropolitana e del Comune di Tribiano.

Da parte nostra esprimiamo soddisfazione per l'accordo trovato e per l'avvio di un tale studio. Da sempre abbiamo richiesto che vi fosse un modo, un'occasione per rivedere i numeri che avevano accompagnato il progetto dei primi anni 2000 del prolungamento della MM3 a Paullo. Quei numeri oggi risultano ampiamente superati perchè i cittadini dell'area sono cresciuti di oltre il 15%, perchè anche gli insediamenti commerciali e produttivi sono cresciuti (seppur non così fortemente) e perchè da allora è stata costruita la Teem che ha scaricato sulla Paullese flussi di traffico privato rilevanti. Insomma un intervento strutturale a favore del trasporto pubblico nel Sud-Est Milano era ed è necessario, e lo studio in questione dovrebbe proprio stabilire quale sia la soluzione migliore per realizzarlo.

Da parte nostra restiamo in attesa che la commissione esprima la sua valutazione, Alla fine di ottobre, fermo restando che noi di Legambiente siamo per una soluzione che comunque preveda l'uso del trasporto su rotaia e non su gomma, altrimenti non si risolve il problema dell'inquinamento da traffico e non si da voce a 12.000 cittadini che si sono espressi a favore del prolungamento della mm3, visto che in altre zone della città  metropolitana si continua a prolungare le metro e nel sud Milano  non ci sentono e si trovano mille cavilli, nonostante il prolungamento fosse previsto come compensazione della teem.

 


[legambiente-Arcobaleno] |

Ricerca
Petizione : hanno firmato in 12173

Vai alla pagina con le firme Qui

 



Calendario

Archivio


Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019


valid css

Per contributi suggerimenti ed altro:

webmaster@prolungalametro.it

info@prolungalametro.it

Statistiche