Abilita javascript

Blog di Prolunghiamo la metro gialla
filibeck

04/11/2014
I SINDACI DEL TERRITORIO FIRMANO LA NOSTRA PETIZIONE

Il prossimo 8 novembre sarà una giornata importante.

Lo sarà per la nostra causa, certamente.

A Paullo, in Municipio, i Sindaci (o i loro delegati) dei principali comuni del territorio si ritroveranno coi rappresentanti del nostro Circolo per la conferenza stampa di lancio del sito www.prolungalametro.it e per esporre le loro posizioni in assonanza con quella di Legambiente a sostegno della battaglia per il prolungamento della linea gialla del metrò da S. Donato a Paullo.

Con l’occasione aderiranno all’appello firmando, attraverso il sito stesso, il documento.

Ci saranno i rappresentanti istituzionali dei comuni di Paullo, Settala, Mediglia, Pantigliate, S. Donato Milanese, Peschiera Borromeo, Tribiano, Zelo Buon Persico, Spino d’Adda, Crema e Madignano.

Un ottimo modo per cominciare e per far crescere le adesioni che dovranno diventare sempre e sempre di più. Facciamo sentire tutti insieme che noi la metro la vogliamo per davvero!


[legambiente-Arcobaleno] |

04/11/2014
Contributo dei nostri lettori

L’amico Luca Scandelli, che ha firmato il nostro appello quest’oggi, ci ha segnalato la presenza sulla rete di 2 risorse interessati. In un caso si tratta di un documento del 2010 da cui emerge con chiarezza che, come opera connessa alla realizzazione della Teem, era prevista la realizzazione del prolungamento del metrò da S. Donato a Paullo già da anni.

Nell’altro, attraverso un filmato, si mostrano altri documenti e si fa una sorta di croni-storia dell’intera vicenda.

Ringraziamo Luca ed invitiamo tutti i firmatari e i visitatori di questo sito ad inviarci materiale e/o a comunicarci le loro idee per rafforzare il nostro progetto.

I contribuiti dovranno essere inviati alla mail: webmaster@prolungalametro.it oppure info@prolungalametro.it Grazie di nuovo.


[legambiente-Arcobaleno] |

5/11/2014
Incontro con l'associazione "Un Airone per Tribiano"

Cominciamo ad avere riscontri tra i gruppi che operano nel territorio interessato al progetto di prolungamento della MM3, e speriamo che sia l'inizio di un coinvolgimento più ampio.

Giovedì 13 novembre alle ore 21 ci incontreremo con l'associazione " Un Airone per Tribiano" presso la loro sede in via Della Liberazione 52.

Durante la serata esporremo il progetto già esistente e la nostra posizione sul prolungamento della MM3 da S. Donato a Paullo, risponderemo alle domande e mostreremo il sito, chiedendo un’adesione al nostro progetto ed al nostro appello.


[legambiente-Arcobaleno] |

27/11/2014
. . . E LA NOSTRA ATTIVITA' NON SI FERMA

In questi ultimi giorni abbiamo ricevuto più di una mail in  cui ci si chiedeva se la raccolta delle firme fosse conclusa.
Evidentemente il nostro post intitolato "Bilancio di un mese  on line" ha indotto taluni a pensare che essa fosse terminata o stesse  terminando. Ci scusiamo con loro e con tutti se siamo stati poco chiari ma è  proprio all'apposto.
Il progetto, cioè, continua con più impegno e più intensità   di prima e la raccolta non si è certo conclusa. Anzi, nei prossimi giorni ci  sarà  in vari comuni la possibilità  di firmare il nostro appello anche presso  banchetti ed  assemblee.
Ciò avverrà  a  Mulazzano, Spino d'Adda, Tribiano, S. Donato ed in altri luoghi nei quali prevediamo  entro la fine dell'anno di essere fisicamente presenti .
Naturalmente continua anche la raccolta delle firme on line  e perciò amici firmate, firmate, firmate e condividete, condividete,  condividete . . . Grazie ancora a tutti.


[legambiente-Arcobaleno] |

08/11/2014
E VENNE IL GRAN GIORNO . . . .

  E venne il gran giorno. Questa  mattina in Municipio a Paullo si è tenuta la conferenza di lancio della nostra  iniziativa per la petizione a sostegno del prolungamento della metropolitana da  S. Donato a Paullo. E naturalmente, con l'occasione, si è parlato del sito e  dei suoi contenuti. Ma è stata soprattutto l'occasione per riaccendere i  riflettori sulla realizzazione di un'opera di cui da troppo tempo non si  parlava, come se si fosse data definitivamente per persa una partita che, noi  crediamo, possa ancora essere giocata . Lo si è fatto al più alto ed autorevole  livello possibile grazie alla presenza degli amministratori di ben 17 comuni  del sud-est Milano e del cremasco.
L'incontro è stato aperto dall'intervento  del Sindaco di Paullo Federico Lorenzini. A questo è seguito quello del nostro  Alessandro Meazza che ha esposto le ragioni che han portato il Circolo  Arcobaleno ad attivarsi per questo progetto e   che ha chiesto il coinvolgimento e l'aiuto delle istituzioni del  territorio affinchè chiedano il rispetto dei patti sottoscritti negli accordi  susseguitisi dai primi anni 2000 in poi, e tesi ad affermare che accanto alla  realizzazione della Teem ci fosse anche la contestuale e contemporanea  realizzazione delle opere connesse e compensative.  Dopo quello di Meazza sono iniziati gli  interventi degli amministratori dei comuni presenti. Hanno parlato: Stefania  Bonaldi, sindaco di Crema; Serenella Natella, assessore alla mobilità  di S. Donato  Milanese, Paolo Riccaboni, sindaco di Spino d'Adda, Angelo Madonini sindaco di  Zelo Buon Persico; Claudio Veneziano, sindaco di Pantigliate; Franco Morabito,  assessore alla mobilità  di Paullo; Carlo Andrea, sindaco di Settala e Guido  Ongaro, sindaco di Madignano. In ognuno di questi interventi è stata ribadita  l'importanza dell'opera per il territorio ed annunciate, nei vari comuni,  iniziative a sostegno del nostro progetto.  A tal riguardo sono previsti incontri con  associazioni e partiti, banchetti presso mercati, attività di sensibilizzazione  nei confronti delle popolazioni perchè il numero delle adesioni cresca sempre  di più e si arrivi a raggiungere l'ambizioso obiettivo che ci si è dati da qui  ai prossimi 6 mesi, quello delle 20.000 firme!
Va segnalato inoltre che, pur non  intervenendo per questioni di tempo, erano presenti anche il sindaco di  Mediglia Paolo Bianchi ed assessori e consiglieri dei comuni di Cervignano  d'Adda, Dovera, Mulazzano, Salvirola e Vaiano Cremasco.
Ricordiamo che nei giorni scorsi  avevano aderito al nostro progetto anche le amministrazioni di Peschiera  Borromeo e Tribiano, i quali rappresentanti per impegni precedentemente presi  non han potuto essere a Paullo questa mattina.
 

Conferenza stampa di presentazione Prolungalametro.it Paullo 8 Novembre 2014


[legambiente-Arcobaleno] |

15/11/2014
Incontro A Tribiano con L'associazione "Un Airone per Tribiano"


Bella e partecipata la serata di ieri 13 novembre 2014 Alle 21 nella sede di "Un airone per Tribiano" c'erano già una trentina di persone venute ad ascoltarci.

    Gli amici tribianesi hanno fatto davvero un buon battage; complimenti a loro per essere stati così bravi. Dopo l'intervento introduttivo di Pietro Aleotti, il nostro Alessandro Meazza ha presentato il progetto di "Prolungalametro.it" a partire proprio dalla visualizzazione delle diverse pagine del sito.

    Particolare interesse ha destato l'illustrazione del progetto esecutivo di Metropolitana Milanese del 2009 e da là sono fioccati gli interventi e le domande. Un filo rosso li ha legati un pò tutti: la volontà , simile alla nostra, di impegnarsi in una sfida non certo facile ma certamente affascinante e tale da dare al nostro territorio un riconoscimento, un valore, una dignità  che sinora non ci sono stati. Torneremo presto a Tribiano a trovare gli amici dell'associazione , ed insieme a loro incontreremo anche i cittadini.



 

  Come dicono gli inglesi: stay tuned!

[legambiente-Arcobaleno] |

17/11/2014
Incontro con il comitato "NO CEMENTO SELVAGGIO"

Gli incontri con le associazioni, i gruppi, i soggetti del territorio continuano. Lunedì 24 Novembre alle ore 21 presso la Biblioteca Comunale di Spino d'Adda (presso Cascina Carlotta) incontreremo i rappresentanti del locale "Comitato No al cemento selvaggio". Sarà un'altra occasione per parlare, per confrontarci, per approfondire con chi ha già  dimostrato di essere vicino al nostro progetto e pure l'occasione per divulgare le informazioni a nuovi amici. Arrivederci a Spino, dunque. pagina facebook del comitato


[legambiente-Arcobaleno] |

20/11/2014
ANCHE BAGNOLO CREMASCO E' CON NOI!

Questa mattina l'Avvocato Doriano Aiolfi, Sindaco di Bagnolo Cremasco, ha firmato a nome dell'amministrazione comunale che rappresenta la nostra petizione.

Lo ringraziamo pubblicamente, ed ora il numero delle adesioni dei comuni del territorio sale a 19.

Ne siamo davvero orgogliosi e felici, e soprattutto pensiamo che questo consenso sia il miglior viatico per ottenere il risultato. Infatti ciò che abbiamo chiesto agli amministratori intervenuti lo scorso 8 Novembre a Paullo, e che naturalmente abbiamo chiesto anche all'Avv. Aiolfi, è proprio un atteggiamento pro-attivo e la volontà  di fare insieme a noi un percorso che non si esaurisca nell'atto e nella firma della petizione ma che ci spinga a chiedere tutti concordemente alle istituzioni di livello superiore la realizzazione del prolungamento del metrò. E chissà  che presto altri non si aggiungano. . . . .

Grazie 1000. Un caro saluto.
Alessandro Meazza
Portavoce Circolo Arcobaleno Legambiente

[legambiente-Arcobaleno] |

21/11/2014
BILANCIO DI UN MESE ON LINE

          Oggi è il nostro comple-mese! Infatti il 21 ottobre scorso  abbiamo attivato il nostro sito e i risultati che ne sono seguiti sono  strepitosi!

Ad oggi abbiamo raccolto più di 3.100 firme, con più di 28.000  visualizzazioni  totali e con una media  giornaliera prossima alle 1.000 pagine visitate. Sono numeri che ci fanno  grandemente  piacere e che ci infondono  forza e fiducia. 

Sono soprattutto numeri,  poi, che testimoniano quello che abbiamo sempre pensato: cioè che l'interesse  per la realizzazione di questa infrastruttura è la cosa che più di ogni altra  interessa ai cittadini del nostro territorio. Grazie a tutti quelli che hanno  firmato, a tutti quelli che hanno condiviso le informazioni e l'indirizzo per  raggiungere il sito, a quelli che ci hanno inviato mails e commenti, a quelli  che hanno presenziato a nostre iniziative nei vari luoghi, agli amministratori  dei 19 comuni che appoggiano la nostra battaglia.


[legambiente-Arcobaleno] |

26/11/2014
Abbiamo incontrato gli amici del comitato "No al cemento selvaggio"


Serrato e costruttivo è stato l'incontro di lunedì sera presso la Cascina Carlotta a Spino.

Abbiamo incontrato gli amici del locale comitato"No al cemento selvaggio" ed insieme a loro abbiamo condiviso l'impostazione di fondo del progetto a favore del prolungamento della linea gialla del metrò fino a Paullo.

Sono state programmate nel comune al di là  dell'Adda iniziative di contatto con la popolazione volte ad informare i cittadini sulle nostre proposte ed a raccogliere ulteriori firme per la petizione da noi lanciata.

Nei prossimi giorni di queste iniziative verranno definiti i dettagli organizzativi e, sempre attraverso le news del sito, ve ne daremo pronta comunicazione.  Perciò, continuate a seguirci.. .


[legambiente-Arcobaleno] |

1/12/2014
. . . E LA NOSTRA ATTIVITA' NON SI FERMA

In questi ultimi giorni abbiamo ricevuto più di una mail in  cui ci si chiedeva se la raccolta delle firme fosse conclusa.
Evidentemente il nostro post intitolato "Bilancio di un mese  on line" ha indotto taluni a pensare che essa fosse terminata o stesse  terminando. Ci scusiamo con loro e con tutti se siamo stati poco chiari ma è  proprio all'apposto.
Il progetto, cioè, continua con più impegno e più intensità   di prima e la raccolta non si è certo conclusa. Anzi, nei prossimi giorni ci  sarà  in vari comuni la possibilità  di firmare il nostro appello anche presso  banchetti ed  assemblee.
Ciò avverrà  a  Mulazzano, Spino d'Adda, Tribiano, S. Donato ed in altri luoghi nei quali prevediamo  entro la fine dell'anno di essere fisicamente presenti .
Naturalmente continua anche la raccolta delle firme on line  e perciò amici firmate, firmate, firmate e condividete, condividete,  condividete . . . Grazie ancora a tutti.


[legambiente-Arcobaleno] |

04/12/2014
CON NOI ANCHE COMAZZO!


Da ieri è pubblicato nella home page del sito dell'Amministrazione di Comazzo (vedi l'immagine soprastante) il link per accedere al nostro sito e per firmare la nostra petizione. Ed ora i comuni del territorio che appoggiano la nostra battaglia son 20!

Ringraziamo il Sindaco Vicardi, la Sua Giunta, il Suo Consiglio Comunale e ringraziamo i tanti abitanti del comune dell'alto lodigiano che già  hanno firmato la petizione ed i tanti (speriamo..) che si accingono a firmarla. Anche per i comazzini vale l'esortazione a firmare, firmare, firmare e condividere,condividere, condividere. . .

[legambiente-Arcobaleno] |

09/12/2014
DAL WEB AI BANCHETTI


La raccolta di firme via web continua e non si fermerà . Ad  essa si affiancherà , a partire dal prossimo weekend del 13 e 14 dicembre,  un'attività  per renderci maggiormente visibili da tutta la popolazione e per  essere vicini anche a quei cittadini  che  non dispongono di un computer o di una connessione ad internet.

Saremo nelle  strade e nelle piazze di molti comuni per raccogliere le adesioni di tutti ma  anche per ascoltare la voce di chi vorrà  dirci una parola, darci un  consiglio  o anche solo salutarci.

Avremo  banchetti a Crema, Spino d'Adda, Mulazzano, Tribiano e Pantigliate, per  iniziare.

Nei prossimi giorni sapremo essere più precisi, e vi indicheremo con  esattezza indirizzi ed orari relativi a queste presenze. Perciò continuate a  seguirci. . . .


[legambiente-Arcobaleno] |

10/12/2014
ECCO IL PROGRAMMA DEL WEEKEND PER I NOSTRI BANCHETTI


Come preannunciato nell'ultimo post,  il prossimo weekend ci vedrà impegnati in diverse località  per la raccolta delle firme a sostegno della petizione per il prolungamento della linea gialla del metrò a Paullo. In particolare il  programma dei banchetti prevede una nostra presenza:

       
    • Venerdì 12 presso il mercato di MULAZZANO, dalle  9,30 alle 12, con gli amici dell'Amministrazione Comunale
    •  
    • Sabato 13 in piazza Duomo a CREMA, dalle 14  alle 19, con gli amici del Circolo Legambiente Alto Cremasco e della sezione  cremasca della Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta)
    •  
    • Sabato 13 presso la loro sede in Via Liberazione  52 a TRIBIANO, dalle 16,30 alle 18,30 e domenica dalle ore 10 alle ore 12, con gli amici dell'Associazione "Un  airone per Tribiano". L'Associazione, tra l'altro, in questo stesso weekend  attiverà  molte interessanti iniziative; per il programma completo vi invitiamo  a visitare il sito www.unaironepertribiano.it
    •  
    • Domenica 14 nelle vicinanze del supermercato  Simply di Via Quaini a SPINO D'ADDA, dalle 10 alle 12,30, con gli amici del comitato  "No al Cemento Selvaggio".
    •  
    • Domenica 14 in Piazza della Fontana a  PANTIGLIATE, dalle 10 alle 13, in collaborazione con gli amici  dell'Amministrazione Comunale

[legambiente-Arcobaleno] |

15/12/2014
I nostri banchetti del fine settimana passato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


[legambiente-Arcobaleno] |

16/12/2014
ANCHE CAPERGNANICA CHIEDE IL PROLUNGAMENTO!


Una nuova amministrazione dimostra di gradire la nostra azione e di appoggiare la nostra petizione. E' quella di Capergnanica, comune alle porte di Crema, che sposa le nostre tesi e lo fa attraverso il proprio sito istituzionale. Un plauso ed un ringraziamento al Sindaco Severgnini. Un grazie di cuore al Vice-Sindaco Begotti che si è¨ particolarmente adoperato al riguardo, data anche la sua qualità di componente del comitato pendolari cremaschi. Che altro aggiungere . . . Cari capergnanichesi attendiamo numerose le vostre firme!


[legambiente-Arcobaleno] |

17/12/2014
CI SCUSIAMO CON TUTTI.

Per un disguido di carattere tecnico nell'ultima ora una serie di mail sono state spedite per errore dal nostro account webmaster@prolungalametro.it

Abbiamo immediatamente chiarito la situazione col nostro provider e stoppato questi invii. Ci scusiamo per il disagio causato a tutti i sottoscrittori della nostra petizione. 


[legambiente-Arcobaleno] |

19/12/2014
ANCORA IN PIAZZA, NELLE STRADE, VICINI ALLA GENTE

Anche il prossimo weekend sarà intenso e ci vedrà impegnati in diverse località  per la raccolta delle firme a sostegno della nostra petizione. In particolare il programma dei banchetti prevede una nostra presenza:

    •      


      Venerdì 19 presso il capolinea MM3 di S. DONATO MILANESE, dalle 7        alle 11, con gli amici del WWF Sud Milano e dell'Associazione "Un airone per Tribiano"

 

    • Sabato 20 presso il centro commerciale "Galleria Borromea" di   PESCHIERA BORROMEO dalle 10 alle 14 annullato per la revoca della concessione dei permessi da parte della direzione del centro commerciale
    • Sabato 20 nei pressi del Comando della Polizia Locale in V. Pandina a MULAZZANO, con gli amici dell'Amministrazione Comunale

    • Sabato 20 e Domenica 21 nelle vicinanze del supermercato Simply di Via Quaini a SPINO D'ADDA, dalle 10 alle 12.30, con gli amici del comitato "No al Cemento Selvaggio".

    • Domenica 21 presso il centro commerciale"Galleria Borromea" di PESCHIERA BORROMEO dalle 10 alle 14 annullato per la revoca della concessione dei permessi da parte della direzione del centro commerciale

[legambiente-Arcobaleno] |

20/12/2014
ANCHE "INSIEME PER MERLINO" CON NOI


E' bello conoscere persone mosse da un sincero spirito partecipativo, attente all'ambiente ed ai valori della qualità della vita nel proprio territorio e scoprire che con esse ci si trova con naturalezza sulla stessa lunghezza d'onda. E' quanto è successo con le amiche e gli amici di "Insieme per Merlino" che con entusiasmo si sono dimostrati pronti e disponibili a sposare la nostra battaglia. Ne siamo felici. Anche con loro la collaborazione, ne siamo certi, sarà  duratura e fruttuosa.


[legambiente-Arcobaleno] |

23/12/2014
Mobilità , nel nuovo piano spunta la linea 6 del metrò. Ma per ora è solo un sogno


Il colore è l'arancione. Ecco gli obiettivi del Comune

di Massimiliano Mingoia

 

OLTRE IL TUNNEL La realizzazione della linea per la metropolitana

 

Milano, 21 dicembre 2014 - Da Baranzate di Bollatea Noverasco. Dalla periferia nord-ovest a quella sud-est di Milano, passando per il centro della città . Ecco a voi il tracciato della nuova linea 6 della metropolitana, la linea arancione, che taglia in diagonale la metropoli. E' questo il sogno contenuto nel Piano urbano della mobilità  sostenibile (Pums) del Comune che l'assessore ai Trasporti Pierfrancesco Maran ha iniziato a illustrare ai capigruppo della maggioranza venerdì pomeriggio a Palazzo Marino. Confronto da approfondire, perchè all'incontro c'erano solo Carlo Monguzzi (Pd), Luca Gibillini (Sel), Elisabetta Strada (Lista civica per Pisapia) e, nella parte iniziale, il presidente del Consiglio comunale Basilio Rizzo.

 

Il Pums è "il libro dei sogni" dello sviluppo della città da qui ai prossimi dieci anni. Nel documento, insomma, ci sono gli obiettivi per la Milano del 2025, una decade dopo l'Expo. L'obiettivo più ambizioso contenuto nel documento, secondo alcune indiscrezioni, è proprio la nuova linea 6. Attenzione, però. Per ora si tratta solo di una linea tracciata sulla cartina di Milano. Non cè un progetto vero e proprio, non cè una copertura economica. 

Leggi tutto sul sito del Giorno

Questa è l'ennesima dimostrazione che la politica si nutre di annunci, non esiste un progetto, non esiste una copertura economica e si annunciano grandi opere quando c'è già chi aspetta da anni la realizzazione di un'opera che è già progettata e si può realizzare solo che ci sia la volontà politica.

E' ora di dire basta agli annunci e si faccia quello che è già  stato programmato e progettato.

 


[legambiente-Arcobaleno] |

24/12/2014
AUGURI

E’ giusto riposarsi. Stare coi propri cari, facendo loro sentire il nostro affetto ed amore.

E’ quanto ci aspetta nei prossimi giorni di festa. Ed è quello che noi auguriamo a tutti voi. A questi auguri per un sereno Natale e per nuovo anno denso di tante e tante soddisfazioni, aggiungiamo un grande ringraziamento.

Grazie innanzitutto ai quasi 5.500 (al momento..) firmatari della nostra petizione; grazie a chi ci è venuto a trovare ai banchetti e a chi ci ha aiutato a farli, naturalmente; grazie agli amministratori dei 21 comuni del territorio che hanno sposato le nostre tesi; grazie a chi si unirà a noi nei prossimi giorni e mesi e grazie anche a chi ci ha criticato spingendoci così a migliorare la nostra attività.

Come dicevamo ci riposeremo un po’ ma torneremo presto.

Continuate perciò a seguirci e a visitare il sito; la battaglia per il prolungamento del metrò continua. Di nuovo auguri a tutti voi!


[legambiente-Arcobaleno] |

06/01/2015
ALTRI 4 SINDACI DEL CREMASCO FIRMANO LA NOSTRA PETIZIONE


E' avvenuto nei giorni e nelle settimane passate. Li ringraziamo molto e lo facciamo a maggior ragione perchè hanno voluto farlo senza clamore, senza la pubblicità data dall'aver divulgato la notizia alla stampa. Lo hanno fatto da semplici cittadini che credono in un'idea, in un progetto che va fatto crescere dal basso come espressione di tutto un territorio. Sono: Alessandro Pandini  di Montodine, Gianluca Savoldi di Moscazzano, Maria Luise Polig di Pandino e Agostino Guerini Rocco di Campagnola Cremasca. Grazie di nuovo e buon 2015 anche a voi ed alle vostre popolazioni che, ne siamo certi, ci aiuterete a sensibilizzare allo scopo. 


[legambiente-Arcobaleno] |

15/01/2015
PASSATA LA FESTA, RIAPERTO IL BANCHETTO


Dopo la pausa per le festività  di fine ed inizio anno, siamo pronti per tornare ad incontrare nei prossimi giorni i cittadini dei vari comuni del territorio per consentire loro di aggiungere una firma alla nostra petizione, che è ormai prossima al traguardo delle 6.000 adesioni.  Ciò sarà  possibile in occasione dei banchetti che avremo:

  • Sabato 17 a TRIBIANO presso la sede in Via Liberazione  52 dell'Associazione "Un airone per Tribiano". Gli orari sono i seguenti: dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19. L'Associazione, tra l'altro, in questo stesso mese  attiverà   molte interessanti iniziative; per il programma completo vi invitiamo  a visitare il sito www.pertribiano.it
  • Lunedì 19 presso il capolinea della MM3 a S. DONATO, dalle 17 alle 20.

[legambiente-Arcobaleno] |

02/01/2015
Auguri di buon natale e buon anno


E' giusto riposarsi. Stare coi propri cari, facendo loro sentire il nostro affetto ed amore.

E' quanto ci aspetta nei prossimi giorni di festa. Ed è quello che noi auguriamo a tutti voi. A questi auguri per un sereno Natale e per nuovo anno denso di tante e tante soddisfazioni, aggiungiamo un grande ringraziamento.

Grazie innanzitutto ai quasi 5.500 (al momento..) firmatari della nostra petizione; grazie a chi ci è venuto a trovare ai banchetti e a chi ci ha aiutato a farli, naturalmente; grazie agli amministratori dei 21 comuni del territorio che hanno sposato le nostre tesi; grazie a chi si unirà  a noi nei prossimi giorni e mesi e grazie anche a chi ci ha criticato spingendoci così a migliorare la nostra attività.

Come dicevamo ci riposeremo un pò ma torneremo presto.

Continuate perciò a seguirci e a visitare il sito; la battaglia per il prolungamento del metrò continua. Di nuovo auguri a tutti voi!


[legambiente-Arcobaleno] |

22/01/2015
I BANCHETTI DEL PROSSIMO WEEKEND


Anche questo fine settimana saremo presenti nel territorio per incontrare i cittadini e per consentire loro di aggiungere una firma alla nostra petizione.  Ciò sarà  possibile in occasione dei banchetti che avremo SABATO 24:

  • a TRIBIANO presso la sede in Via Liberazione  52 dell'Associazione "Un airone per Tribiano". Gli orari sono i seguenti: dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 19. L'Associazione, tra l'altro, in questo stesso mese  attiverà    molte interessanti iniziative; per il programma completo vi invitiamo  a visitare il sito www.pertribiano.it
  • a CERVIGNANO D'ADDA in Piazza del Comune in occasione del mercato settimanale,  dalle 9 alle 12, in collaborazione con l'Amministrazione comunale

[legambiente-Arcobaleno] |

29/01/2015
...E SONO 25!!!...


Da questo pomeriggio è pubblicato nella home page del sito dell'Amministrazione di Dresano (vedi l'immagine soprastante) il link per accedere al nostro sito e per firmare la nostra petizione. Ed ora i comuni del territorio che appoggiano la nostra battaglia sono ben 25!  

Ringraziamo il Sindaco Vito Penta che con entusiasmo ha firmato la petizione e la Sua Giunta e ringraziamo i circa 100 abitanti del comune del sud-est Milano che già   hanno firmato la petizione ed i tanti (speriamo..) che si accingono a firmarla. Anche per i dresanesi vale l'esortazione a firmare, firmare, firmare e condividere, condividere, condividere. . .


[legambiente-Arcobaleno] |

01/02/2015
Metropolitana a Paullo: i fondi potrebbero arrivare dall'Unione Europea


la lega Nord ha presentato un'interrogazione in merito in Parlamento.

Prosegue segue la mobilita­zione sul territorio per vedere finalmen­te realizzato il tanto atteso prolungamento della linea 3 della metropolitana milane­se fino a Paullo. La petizione lanciata negli scorsi mesi dal circolo Arcobaleno di Legam­biente ha infatti quasi rag­giunto quota 7mila adesioni, sia per mezzo della raccolta firme on-line (www.prolun­galametro.it/petizione.php), che attraverso i banchetti in­stallati sul territorio nel cor­so dei fine settimana.

Ad ogni modo, un concreto spi­raglio sulla questione  po­trebbe giungere dall'Unione Europea, che potrebbe stan­ziare i fondi necessari a con­sentire la realizzazione del­l'opera.

nei prossimi mesi, infatti, si attende l'entrata in funzione del piano juncker, voluto dall'omonimo presi­dente della commissione europea allo scopo di rilan­ciare la crescita economica europea, con uno stanzia­mento pari a oltre 300mld di euro.

Gli Stati membri del­l'UE saranno infatti chiamati a presentare una sorta di "lista dei desideri", contenente i progetti che vorrebbero fossero realizzati attingendo a quelle risorse, con priorità riservata a trasporti, energia, ricerca e formazione. Qualo­ra il Governo italiano doves­se inserire il prolungamento della MM3 fino a Paullo nell'alveo delle opere prioritarie, quindi, ci sarebbe la concreta possibilità  di vede­re realizzato l'agognato pro­getto.

Proprio in tal senso si è mossa la recente iniziativa dei deputati della Lega Nord Paolo Grimaldi, Guido Gui­desi e Marco Rondini, i quali hanno presentato un'inter­rogazione parlamentare in merito che, sottolineando l'importanza cruciale del prolungamento per il Sudmi­lano e il Lodigiano, ha inteso sondare le reali intenzioni del Governo.

Da 7GIORNI 28 gennaio 2015

[legambiente-Arcobaleno] |

02/02/2015
ECCOCI DI NUOVO . . . .


Dopo aver sospeso i banchetti di venerdì e sabato scorsi a causa delle avverse previsioni meteo, per il prossimo weekend torneremo attivi in diverse località   per la raccolta delle firme a sostegno della nostra petizione. In particolare il programma dei banchetti prevede una nostra presenza:

  • Venerdì 6 presso il capolinea MM3 di S. DONATO MILANESE, dalle 17 alle 20
  •  Sabato 7 in Piazza Italia a ZELO BUON PERSICO, dalle 9 alle 12 
  • Sabato 7 in Piazza Duomo a CREMA, dalle 14,30 alle 18,30 
  • Domenica 8 in Piazza Don Pozzoni a ZELO BUON PERSICO, dalle 9 alle 12

comunicazione urgente:
Causa avverse condizioni metereologiche il banchetto di venerdì alla metro di San Donato è annullato.


[legambiente-Arcobaleno] |

09/02/2015
ALCUNI INTERESSANTI NUMERI

Giunti a quota 7.000 firme abbiamo voluto approfondire la “conoscenza” dei dati cercando di capire da dove provenissero, in maggior parte, le adesioni raccolte attraverso il nostro sito ed attraverso i 18 banchetti tenuti sino alla data odierna.

Come era lecito attendersi la maggior parte degli aderenti è residente nei 6 comuni toccati dal prolungamento.

Quasi la metà delle firme, 3.235 esattamente, sono state raccolte tra Paullo/Tribiano (1.047), Mediglia (505), Pantigliate/Settala (688), Peschiera Borromeo (536) e S. Donato (459).

Negli altri comuni della Città Metropolitana di Milano le firme sono circa 300: da segnalare tra questi S. Giuliano (100), Dresano/Colturano (96) e Melegnano (44).
Facendo riferimento ai codici di avviamento postale di Milano scopriamo che le firme raccolte direttamente in città sono 320. 


Significativi anche i dati dei comuni della Provincia di Lodi, nella quale si sono raccolte 1.600 firme circa. I comuni protagonisti sono quelli dell’alto lodigiano, e perciò i più prossimi a Paullo. In particolare: Mulazzano (581), Zelo B.P. (502), Merlino/Comazzo (140), Cervignano/Galgagnano (262) ed anche la stessa Lodi (52).


Di tutto rispetto è anche il numero delle adesioni nei comuni della Provincia di Cremona: 1.200 circa.
Anche qui si distinguono quelli maggiormente vicini a Paullo, e cioè quelli della zona del cremasco. Spino d’Adda (529), Capergnanica/Montodine/Vaiano/Bagnolo (231), Crema (202), Madignano/Palazzo Pignano (98).


Un breve cenno anche ai numeri delle visite del sito. Nel momento in cui scriviamo le pagine visitate totali sono 63.600 circa, con una media giornaliera di quasi 390.


Cosa dire per concludere? Che il progetto di “Prolunga la metro” ha fatto tanta strada e macinato numeri su numeri, in poco più di 3 mesi.

Sono risultati importanti che ci invogliano a continuare questa battaglia senza risparmio di tempo ed energie. E speriamo anche di poterci ritrovare da qui a qualche tempo a fare un post analogo ma basato sul doppio della adesioni…


[legambiente-Arcobaleno] |

01/05/2015
ANCHE "VIVERE CASALMAIOCCO" E' CON NOI


Conosciamo da tempo alcuni dei membri che hanno dato vita all’esperienza di “Vivere Casalmaiocco” ed è stato perciò facile e naturale scoprirsi sintonizzati con loro sulla stessa lunghezza d'onda. Con entusiasmo si sono dimostrati pronti e disponibili a sposare la nostra battaglia per portare la MM3 fino a Paullo. Ne siamo felici. Anche con loro la collaborazione, ne siamo certi, sarà fruttuosa e tale da far comprendere anche ai casalini che questo progetto darà benefici ad un’area ben più ampia di quella relativa ai 6 comuni toccati dal prolungamento della linea gialla.


[legambiente-Arcobaleno] |

17/02/2015
Città  metropolitana, l'incontro a Paullo su prolungamento M3 e biglietto unico integrato



16 febbraio 2015 -

Mobilità e viabilità, il primo dei sei incontro programmati dalla Città metropolitana si è svolto a Paullo.

E' questa una delle principali funzioni del nuovo Ente che ha dibattuto soprattutto su prolungamento della linea M3, biglietto unico integrato, costruzione di nuovi parcheggi di interscambio, piste ciclabili, bike e car sharing.

La consigliera Arianna Censi, delegata del sindaco metropolitano alla Mobilità, ha incontrato i sindaci dei 33 Comuni dell'area a sud-est del capoluogo lombardo.

«Partendo dall'ascolto dei sindaci e degli assessori si possono comprendere le esigenze di ogni area e costruire una visione collettiva. L'obiettivo è mettere in luce forze, risorse e criticità delle zone coinvolte, in un'ottica di sinergia tra i Comuni e l'Ente. Questo permetterà di fissare delle priorità di intervento, per poi passare a una fase operativa».

Il prossimo incontro è in agenda per il 19 febbraio a Binasco, e sarà rivolto ai Comuni a Sud-ovest di Milano. Gli appuntamenti si concluderanno nell'arco di venti giorni.



tratto da il Giorno

[legambiente-Arcobaleno] |

20/02/2015
PRESENTI ANCHE IL PROSSIMO WEEKEND (SALVO MALTEMPO). . . .


Ecco il calendario dei banchetti del prossimo weekend, presso i quali sarà  possibile firmare a sostegno della nostra petizione, con le indicazioni di luogo ed orario:

  • Sabato 21 a ZELO BUON PERSICO presso il parcheggio del calzaturificio Quartieri, dalle 9,30 alle 12,30 
  • Sabato 21 a CREMA in Piazza Duomo, dalle 15 alle 18 

Ricordiamo che i banchetti non verranno tenuti se il tempo non dovesse consentirlo.


[legambiente-Arcobaleno] |

27/02/2015
DA IL CITTADINO 25 - 2 - 2015

   

METRO A PAULLO      La Regione ribadisce il no ma la battaglia va avanti.

 

Mentre la Regione sembra chiudere le porte alla metropolitana e il comune di Milano boccia  l'allungamento fino a Paullo della strada ferrata nel Piano della Mobilità Sostenibile (Pums),

 

Legambiente continua la sua campagna di mobilitazione.      Sabato e domenica torneranno i banchetti per la raccolta firme, mentre la petizione online per sostenere il prolungamento ha già  raggiunto quota 7500 firme.

 

«Il presidente del consiglio regionale Raffaele Cattaneo  "commenta il presidente del circolo di Melegnano e Cerro al Lambro Alessandro Meazza" si dimentica la sigla dell'accordo di programma del 2007.

 

è facile dire che nel momento economico attuale i comuni non hanno le sostanze per versare i 320 milioni come quota parte del progetto. Ma non dovrebbero essere  loro a tirar fuori quei soldi.

 

Sin dal 2007 ,la Regione doveva essere il soggetto coordinatore per il reperimento delle risorse. I sindaci avevano posto il metrò come condizione per il loro sì alla Tem: ora la tangenziale è una realtà  e invece le opere compensative sono tutto un libro da scrivere.

 

L'accordo di programma non è stato adempiuto. Il presidente Cattaneo era nella giunta Formigoni, tra l'altro alla guida dell' assessorato alla partita, e Ora dovrebbe spiegarci cosa non ha fatto fino al 2013.

 

Noi continuiamo la nostra battaglia e lo facciamo con i sindaci: venticinque primi cittadini hanno firmato la nostra petizione, consapevoli di quello che poteva comportare. Il fatto è che è un problema di scelte politiche. Se la Regione esaurisce le risorse per le autostrade non può metterle per il trasporto pubblico».

 

L'altra patata bollente è¨ invece rappresentata dal comune di Milano, a quanto pare poco disposto a guardare oltre i suoi confini, verso Sud. Nei prossimi dieci anni, nel Pums, ha presentato il piano di sviluppo della rete metropolitana.      E in esso è contemplato anche il prolungamento della linea gialla, ma la sorpresa sta nel fatto che si prevede 1'estensione fino a San Donato Est, una sola ferrnata in più, tra l'altro nemmeno prevista (era stata cancellata) nel progetto definitivo di prolungamento del metrò fino a Paullo.    

 

E.C.


[legambiente-Arcobaleno] |

27/02/2015
PRESENTI A ZELO B.P. DOMANI


Nella speranza il tempo sia migliore che non negli ultimi 3 weekend, vedremo di essere presenti domani sabato 28 a ZELO BUON PERSICO presso il parcheggio del calzaturificio Quartieri, dalle 9,30 alle 12,30. 


[legambiente-Arcobaleno] |

27/02/2015
Prolungamento MM3. Legambiente AltoCremasco documenta
l'amnesia politica di Raffaele Cattaneo


DA CREMAONLINE

Lo scorso 20 febbraio, durante l'incontro con il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, arrivato in città per "accogliere le istanze del territorio", i sindaci cremaschi hanno chiesto il prolungamento della linea 3 della metropolitana fino a PaulloSulla vicenda Raffaele Cattaneo è stato piuttosto chiaro: "le risorse non ci sono, meglio pensare ad altro".


Tangenziale est esterna

Al riguardo, il circolo Legambiente AltoCremasco offre un'interessante spunto, per ricostruire una parte dell'annosa vicenda. 5 novembre 2007, a Milano, tra Regione Lombardia, Ministero delle infrastrutture, Provincia di Milano, provincia di Lodi, Rappresentanza dei comuni, Cal Spa e Anas Spa, veniva siglato l'accordo di programma, per la realizzazione della tangenziale est esterna di Milano e il potenziamento del sistema della mobilità  dell'est milanese e del nord lodigiano. All'art. 24 del documento, si richiamavano gli impegni di Regione Lombardia, tra gli altri, quello di trovare un percorso condiviso al fine del reperimento delle risorse finanziarie in capo agli enti locali per la realizzazione del prolungamento della linea metropolitana 3. A pagina 17 dell'Accordo, si legge la firma autografa dell'assessore Raffaele Cattaneo(Vedi link)

 

"Infrastrutture fondamentali"

Il 30 marzo 2009, la giunta regionale, esprimeva parere favorevole ai progetti di prolungamento della linea 2 e della linea 3 della metropolitana milanese, sino a Paulloattraverso San Donato Milanese, Peschiera Borromeo, Pantigliate, Mediglia, Settala, e Zelo Buon Persico. Entro il 2009 si prevedeva di avere i  progetti definitivi, nel mese di febbraio 2010 di tornare al CIPE per l'approvazione definitiva, "così da assicurare l'avvio dei lavori per ottobre 2010 e la conclusione per il settembre 2014". In quella occasione, L'Assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità , Raffaele Cattaneo, commentava il parere favorevole della Giunta, sottolineando come M2 e la M3 fossero da considerare "infrastrutture fondamentali". (Vedi link)


"Idea suggestiva ma non fattibile"

Venerdì 20 febbraio 2015 il presidente del consiglio regionale, Raffaele Cattaneo, rispondendo alle sollecitazioni degli amministratori locali del territorio e delle migliaia di cittadini che già  hanno firmato la petizione Prolungalametro, affermava che è un'idea suggestiva ma non fattibile. A meno che si sia di fronte a un caso di omonimia e che l'ex assessore ai trasporti e attuale presidente del consiglio siano due persone diverse, se ne deduce che si è siglato un accordo di programma e si sono spesi soldi pubblicisostenendo i costi di progettazione della linea Metro3 (900.000 euro‚ Vedi link) solo perchè attratti da "un'idea suggestiva". Non resta che sperare che la gestione della cosa pubblica, soprattutto in tema di trasporti e mobilità , sia d'ora in poi affrontata con una visione un poco più strategica e pragmatica, nella consapevolezza che si è di fronte aquestioni di vitale importanza, non solo per il benessere delle popolazioni, ma anche per la struttura economica e sociale della regione.

 

Impegni istituzionali

Secondo Legambiente cremasco sogni e suggestioni, a tutt'oggi, non pare abbiano efficacemente risposto alle esigenze della popolazione e le migliaia di firme che continuano ad unirsi alla petizione ne sono una prova. Come Legambiente Altocremasco, insieme alla sezione locale di Fiab, abbiamo accolto e promosso sul territorio cremasco l'appello del circolo Arcobaleno di Melegnano e continueremo a farlo. Insieme ai cittadini, molte realtà  istituzionali ci sono vicine in questo percorso, non ultimo il comune di Crema: lunedì scorso, durante il consiglio comunale, tutti i consiglieri e assessori presenti hanno discusso e firmato la nostra petizione. Ci auguriamo quindi che dichiarazioni future vengano rilasciate con più prudenza e piuttosto che ci si concentri a mantenere gli impegni istituzionalmente assunti.


[legambiente-Arcobaleno] |

01/03/2015
Prolungamento MM3. Legambiente AltoCremasco documenta
l'amnesia politica di Raffaele Cattaneo


DA CREMAONLINE

Lo scorso 20 febbraio, durante l'incontro con il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, arrivato in città per "accogliere le istanze del territorio", i sindaci cremaschi hanno chiesto il prolungamento della linea 3 della metropolitana fino a PaulloSulla vicenda Raffaele Cattaneo è stato piuttosto chiaro: "le risorse non ci sono, meglio pensare ad altro".


Tangenziale est esterna

Al riguardo, il circolo Legambiente AltoCremasco offre un'interessante spunto, per ricostruire una parte dell'annosa vicenda. 5 novembre 2007, a Milano, tra Regione Lombardia, Ministero delle infrastrutture, Provincia di Milano, provincia di Lodi, Rappresentanza dei comuni, Cal Spa e Anas Spa, veniva siglato l'accordo di programma, per la realizzazione della tangenziale est esterna di Milano e il potenziamento del sistema della mobilità  dell'est milanese e del nord lodigiano. All'art. 24 del documento, si richiamavano gli impegni di Regione Lombardia, tra gli altri, quello di trovare un percorso condiviso al fine del reperimento delle risorse finanziarie in capo agli enti locali per la realizzazione del prolungamento della linea metropolitana 3. A pagina 17 dell'Accordo, si legge la firma autografa dell'assessore Raffaele Cattaneo(Vedi link)

 

"Infrastrutture fondamentali"

Il 30 marzo 2009, la giunta regionale, esprimeva parere favorevole ai progetti di prolungamento della linea 2 e della linea 3 della metropolitana milanese, sino a Paulloattraverso San Donato Milanese, Peschiera Borromeo, Pantigliate, Mediglia, Settala, e Zelo Buon Persico. Entro il 2009 si prevedeva di avere i  progetti definitivi, nel mese di febbraio 2010 di tornare al CIPE per l'approvazione definitiva, "così da assicurare l'avvio dei lavori per ottobre 2010 e la conclusione per il settembre 2014". In quella occasione, L'Assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità , Raffaele Cattaneo, commentava il parere favorevole della Giunta, sottolineando come M2 e la M3 fossero da considerare "infrastrutture fondamentali". (Vedi link)


"Idea suggestiva ma non fattibile"

Venerdì 20 febbraio 2015 il presidente del consiglio regionale, Raffaele Cattaneo, rispondendo alle sollecitazioni degli amministratori locali del territorio e delle migliaia di cittadini che già  hanno firmato la petizione Prolungalametro, affermava che è un'idea suggestiva ma non fattibile. A meno che si sia di fronte a un caso di omonimia e che l'ex assessore ai trasporti e attuale presidente del consiglio siano due persone diverse, se ne deduce che si è siglato un accordo di programma e si sono spesi soldi pubblicisostenendo i costi di progettazione della linea Metro3 (900.000 euro‚ Vedi link) solo perchè attratti da "un'idea suggestiva". Non resta che sperare che la gestione della cosa pubblica, soprattutto in tema di trasporti e mobilità , sia d'ora in poi affrontata con una visione un poco più strategica e pragmatica, nella consapevolezza che si è di fronte aquestioni di vitale importanza, non solo per il benessere delle popolazioni, ma anche per la struttura economica e sociale della regione.

 

Impegni istituzionali

Secondo Legambiente cremasco sogni e suggestioni, a tutt'oggi, non pare abbiano efficacemente risposto alle esigenze della popolazione e le migliaia di firme che continuano ad unirsi alla petizione ne sono una prova. Come Legambiente Altocremasco, insieme alla sezione locale di Fiab, abbiamo accolto e promosso sul territorio cremasco l'appello del circolo Arcobaleno di Melegnano e continueremo a farlo. Insieme ai cittadini, molte realtà  istituzionali ci sono vicine in questo percorso, non ultimo il comune di Crema: lunedì scorso, durante il consiglio comunale, tutti i consiglieri e assessori presenti hanno discusso e firmato la nostra petizione. Ci auguriamo quindi che dichiarazioni future vengano rilasciate con più prudenza e piuttosto che ci si concentri a mantenere gli impegni istituzionalmente assunti.


[legambiente-Arcobaleno] |

03/03/2015
Incontro pubblico sul prolungamento della metro gialla fino a Paullo



[legambiente-Arcobaleno] |

06/03/2015
NOI CI SIAMO SEMPRE . . . .


Anche il prossimo fine settimana incontreremo i cittadini e sarà   possibile firmare a sostegno della nostra petizione. Ecco le indicazioni di luogo ed orario:

  • Sabato 7 a CREMA in Piazza Duomo dalle 15 alle 18, in collaborazione con gli amici della sezione cremasca della Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) 
  • Domenica 8 a CALEPPIO di SETTALA nei pressi del Circolo ACLI di Via Bettolino, dalle ore 8,30 alle 12,30, con la presenza degli amici di "Uniti per Settala"

Ricordiamo che i banchetti non verranno tenuti se il tempo non dovesse consentirlo.

 


[legambiente-Arcobaleno] |

07/03/2015
Prolungamento della MM3, la questione cremasca.

Agostino Alloni, Pd: “i sindaci chiedano di protocollare il progetto"

“Qualcuno potrebbe porsi la domanda: perché il progetto del prolungamento della MM3è stato presentato, dimenticato e poi ripreso? Noi l’abbiamo ripreso perché, prima che come ambientalisti, come cittadini ci siamo sentiti fortemente a disagio: i motivi per portare a termine quest’opera non mancano”. Così ha introdotto Alessandro Meazza, referente Legambiente Melegnano, ieri sera all’incontro pubblico in sala Santa Maria di Porta Ripalta.

 

La questione cremasca

A prima vista la questione potrebbe non interessare il territorio cremasco: a livello infrastrutturale il prolungamento riguarderebbe solo una porzione dell’hinterland milanese (tratteremo la questione meneghina in un articolo successivo). La petizioneProlungametro, promossa dal circolo Legambiente di Melegnano, concerne ilprolungamento della linea metropolitana M3 fino a Paullo est, capolinea delle 6 fermate ipotizzate nel progetto. Eppure, come illustrato ieri sera, la realizzazione di tale opera potrebbe aprire nuovi orizzonti nel panorama del trasporto pubblico localecremasco.

 

Il riassetto del trasporto locale

“Le condizioni del trasporto Crema-Milano sono disastrose – lamenta Stefano Begotti, del Comitato pendolari cremaschi – il sistema ferroviario costringe al cambio del treno a Treviglio mentre il servizio di Autoguidovie deve sottostare al traffico della Paullese. Con il prolungamento dell’M3, Paullo potrebbe diventare il nuovo Hub: il trasporto pubblico potrebbe così diffondersi in maniera più capillare sul territorio, non dovendo più affrontare l’ultima tratta. Si genererebbe nuova offerta, alla quale consegue nuova domanda di servizi: l’M3 a Paullo è un’infrastruttura a cui non possiamo rinunciare”.

 

Indirizzo comunitario

Prolungametro è “una battaglia importantissima: abbiamo un trasporto pubblico su gomma efficiente – dichiara Fabio Bergamaschi, assessore ai Lavori Pubblici di Crema – ma non possiamo dire altrettanto del trasporto su ferro. La partita con Regione Lombardia sul progetto di riqualificazione della stazione ferroviaria è aperta. Il Cremasco è la Cenerentola del territorio a sud-est di Milano; sconta i mancati investimenti della politica degli anni addietro. Nonostante la doccia gelata del 20 febbraio gli indirizzi della Comunità Europea vanno nella direzione che noi intendiamo seguire; speriamo in un buon epilogo”.

 

Osservazioni al Pums

Il territorio cremasco ha ancora qualche asso da calare: uno di questi è la petizione di Legambiente. “Le quasi 8 mila firme raccolte – aggiunge, in chiusura, Agostino Alloni, consigliere regionale Pd – dobbiamo farle valere: ora possiamo presentare osservazioni specifiche al Pums di Milano, nel quale l’estensione della M3 non è contemplata come priorità. I sindaci del cremasco e del sud-est milanese si coordino echiedano di protocollare il progetto del prolungamento, perché quelli che nel documento sulla mobilità sono segnati come punti deboli sono in realtà i nostri punti di forza”.


[legambiente-Arcobaleno] |

11/03/2015
UN CONFRONTO SUL P.U.M.S. DI MILANO

Ieri pomeriggio nella sede di Legambiente Lombardia i rappresentanti del nostro circolo si sono incontrati col presidente regionale Damiano Disimine e con l’Ingegner Alfredo Drufuca della società di consulenza trasportistica Polinomia.
Drufuca, in particolare, è stato uno degli estensori della Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) del Comune di Milano recentemente pubblicato.
Il piano non si occupa solamente di ciò che riguarda il territorio del comune capoluogo ma amplia la propria visuale anche a molte parti del hinterland.
Ed il confronto si è incentrato proprio sulle soluzioni di trasporto pubblico locale individuate nel Pums relativamente al quadrante del Sud-Est Milano.
In dettaglio il Piano suggerisce di realizzare nell’arco dei prossimi 5 anni un primo tratto del prolungamento della MM3 relativo a 2 fermate, entrambe circoscritte al territorio del comune di S. Donato. 
Solo in un secondo tempo, e con un orizzonte temporale tutto da chiarire, si potrà pensare ad arrivare con la stessa linea fino a Paullo.
Vi è poi un generico e vago riferimento alla realizzazione di un corridoio dedicato al trasporto pubblico su gomma (ai pullman, praticamente) lungo la direttrice S. Donato-Paullo  che però, appunto, non si capisce dove, come e quando verrebbe realizzato.
Si tratta in entrambi i casi di 2 soluzioni del tutto limitate e limitanti, dal nostro punto di vista. Ne abbiamo parlato coi nostri interlocutori e ne abbiamo spiegato loro i motivi.
Tali motivi  li inseriremo in un documento di osservazioni al Piano che entro la fine di Aprile senz’altro presenteremo al Comune di Milano, per fare ulteriormente conoscere le nostre posizioni. Naturalmente questo documento lo pubblicheremo sul sito.
In ogni caso, per chi volesse leggere il Pums ed i suoi allegati segnaliamo il link clicca qui dal quale è possibile scaricare i files che lo compongono.  
Saremo particolarmente grati a chi, visto il Piano, ci vorrà fare conoscere le proprie opinioni al riguardo scrivendoci a info@prolungalametro.it o a webmaster@prolungalametro.it.

[legambiente-Arcobaleno] |

16/03/2015
Prolungalametro / 6 Marzo 2015 - Crema

Lo scorso 6 Marzo a Crema si è discusso del prolungamento della MM3 a Paullo. Guarda anche tu le fasi salienti dell’assemblea pubblica che ci ha coinvolti insieme ai sindaci di Paullo e Madignano, all’Assessore alla mobilità di Crema, al rappresentante del Comitato dei Pendolari cremaschi, al consigliere regionale Alloni.


[legambiente-Arcobaleno] |

20/03/2015
DOMENICA MATTINA A TRIBIANO


La raccolta delle firme a sostegno del prolungamento della MM3 a Paullo continuerà anche questo weekend. Domenica mattina a Tribiano, presso la sede dell’Associazione “Un airone per Tribiano” sita in Via Liberazione 52, dalle 10 alle 12,30, sarà possibile firmare la petizione ed unire il proprio consenso a quello degli altri 8.000 e più cittadini che hanno già aderito e sostenuto la nostra battaglia.

[legambiente-Arcobaleno] |

28/03/2015
GRAZIE A MARILENA DOSI, SINDACA DI COLTURANO


Anche Marilena Dosi, sindaca di Colturano, ha firmato la nostra petizione.
La ringraziamo molto, anche per il significativo commento che ha voluto regalarci.
Ricordiamo che con questa adesione sono ormai 26 le firme raccolte tra i primi cittadini dei comuni del territorio.
Ciò non può fare altro che rafforzare la nostra attività e darci ancora più motivazione nel perseguire questa battaglia.

[legambiente-Arcobaleno] |

01/04/2015
BUONA PASQUA


La tentazione di riproporre un post come quello scritto per Natale era forte. Ma da allora sono cambiate un pò di cose. Intanto sono cresciuti i numeri del progetto: quasi 8.400 firme (al momento..), 28 banchetti tenuti nei vari comuni del territorio da Dicembre ad oggi, 26 Amministrazioni i cui Sindaci e/o Assessori e/o Consiglieri hanno firmato la nostra petizione. Per tutto ciò non smetteremo mai di dire grazie a tutti.

La cosa però che maggiormente è mutata da Natale è la percezione che questo tema, quello del prolungamento della MM3, sia tornato d'attualità dopo essere stato per troppo tempo "fuori dai radar" dei politici e dell'opinione pubblica. Siamo consapevoli di ogni difficoltà : normativa, economica, di tempo. La partita è tutt'altro che vinta. Consentiteci però di dire che siamo solo all'inizio e che il meglio deve ancora venire.

Ed ora un pò di meritato riposo per la Pasqua e, naturalmente, cari auguri a tutti!


[legambiente-Arcobaleno] |

20/04/2015
LE NOSTRE OSSERVAZIONI AL PUMS (PIANO URBANO DELLA MOBILITA' SOSTENIBILE) DELLA CITTA' DI MILANO


Abbiamo letto con attenzione le 400 e passa pagine di cui il  Pums di Milano si compone. E pure le quasi 100 dell'allegato.

Ci abbiamo  trovato tante cose: idee, linee guida, progetti, aspetti metodologici, semplici  considerazioni. Alcune condivisibili, altre meno.

Ad esse abbiamo - così come  consentito ad ogni soggetto interessato a farle - effettuato alcune osservazioni.  Abbiamo voluto dare un nostro piccolo contributo alla discussione sui temi del  documento e voluto, soprattutto, anche far sentire la voce di un territorio e  dei circa 8.500 aderenti (ad oggi..) alla nostra petizione.

Naturalmente ci  siamo concentrati su quanto il Piano dice rispetto ai temi della mobilità  nel  quadrante a Sud-Est di Milano, con particolare riguardo all'asse della Paullese  ed al prolungamento della MM3 a Paullo. Qui il documento scaricabile in formato  PDF


[legambiente-Arcobaleno] |

01/05/2015
LA PETIZIONE DI "PROLUNGALAMETRO.IT" SBARCA AL PIRELLONE. E 24 CONSIGLIERI REGIONALI LA FIRMANO!


L'interessamento verso le nostre istanze e la nostra petizione si fa via via crescente. Dopo aver raccolto l'adesione di ben 26 Sindaci dei comuni dell'asse della Paullese e delle zone limitrofe, tocca ora a ben 24 consiglieri regionali siglare la petizione per il prolungamento della MM3 a Paullo!

E tra essi vi sono anche 2 ex-candidati alla presidenza della Lombardia come Umberto Ambrosoli (per il centro-sinistra) e Silvana Carcano (per il Movimento 5 Stelle).

Ma vediamo nel dettaglio i nomi dei firmatari, suddivisi per gruppo politico d'appartenza. Per il gruppo "PD Partito Democratico": Agostino Alloni, Mario Barboni, Onorio Rosati, Fabio Pizzul, Jacopo Scandella, Fabrizio Santantonio, Gianantonio Girelli, Massimo D'Avolio, Laura Barzaghi, Giuseppe Villani, Luca Gaffuri e Marco Carra. Per il gruppo "Movimento 5 Stelle": Iolanda Nanni, Silvana Carcano, Dario Violi, Stefano Buffagni, Gianmarco Corbetta e Paola Macchi. Per il gruppo "Patto Civico-Ambrosoli Presidente": Umberto Ambrosoli, Lucia Castellano, Roberto Bruni, Paolo Micheli e Michele Busi. Per il gruppo "Maroni Presidente": Alessandro Sala.

Naturalmente ci auguriamo che presto possano giungere ulteriori adesioni. Noi lavoreremo in questo senso e con l'ausilio dei Sindaci del territorio richiederemo un'audizione alla Commissione Trasporti del Consiglio Regionale, alla presenza dell'Assessore alla partita Alessandro Sorte, per affrontare proprio il tema del prolungamento. La battaglia continua!


[legambiente-Arcobaleno] |

01/06/2015
L’ASSOCIAZIONE "IL MELOGRANO” DI BETTOLINO DI MEDIGLIA E’ CON NOI


E' bello conoscere persone mosse da un  sincero spirito partecipativo, attente all'ambiente ed ai valori della qualità  della vita nel proprio territorio e scoprire che con esse ci si trova con  spontaneità  sulla stessa lunghezza d'onda. E' quanto è successo nell'incontro  di lunedì scorso con le amiche e gli amici dell'Associazione "Il  Melograno" di Bettolino di Medaglia, che con entusiasmo si sono dimostrati pronti a sposare la nostra  battaglia. Ne siamo davvero felici. Anche con loro la collaborazione, ne siamo  certi, saràlunga e fruttuosa. E per chi  volesse conoscerli meglio ci sono  anche  il loro sito all'indirizzo  http://www.ilmelogranomediglia.org/ e la loro pagina Facebook https://www.facebook.com/groups/300385226764522/ da poter visitare!


[legambiente-Arcobaleno] |

03/06/2015
IL CIRCOLO ARCOBALENO RINNOVA IL SUO VERTICE


Venerdì scorso a Melegnano si è tenuta l'Assemblea degli iscritti del Circolo Arcobaleno di Legambiente. Ricordiamo che il Circolo ha una "copertura" territoriale tale da comprendere i comuni dell'asse della Via Emilia, da un lato, e quelli della Paullese, dall'altro. E' stato eletto Alessandro Meazza che risulta così essere il nuovo Presidente. Residente a Paullo ed iscritto a Legambiente dal 2003, già  vice-presidente del Circolo dal 2010, Meazza succede a Giuliana Piccolo che rimane in ogni caso nel gruppo dirigente del nostro sodalizio con la carica di tesoriere.


[legambiente-Arcobaleno] |

20/07/2015
RAGGIUNTA QUOTA 9.000!


Va ammesso.
Quando siamo partiti con la campagna per le firme per il prolungamento della MM3 a Paullo, alla fine dell’Ottobre scorso, pensavamo di potere arrivare a questo risultato con più facilità.

Ci siamo arrivati ora, nella seconda metà di Luglio. Ciò detto, 9.000 firme sono tante!
Grazie a tutti gli aderenti, innanzitutto.
E da qui, il traguardo delle 10.000 non è poi così lontano. Noi senz’altro ci proveremo. Insieme a voi, se vorrete.

[legambiente-Arcobaleno] |

04/09/2015
VERITA' O BOUTADE AGOSTANA?


Dalla stampa locale apprendiamo che in una festa di partito  l'Assessore regionale ai Trasporti Alessandro Sorte ha dichiarato che entro  fine Settembre verrà istituito un tavolo di lavoro per la risoluzione dei  problemi legati alla mobilità  nel sud-est Milano, con particolare riferimento  al prolungamento della MM3 a Paullo ed al completamento dei lavori di raddoppio  della S.S. Paullese fino al ponte dell'Adda.

Ne prendiamo atto, e seguiremo con  molta attenzione gli sviluppi della vicenda.

Di più: chiederemo di poterci  sedere a quel tavolo per capire se, come espresso nel titolo del post, le  intenzioni dell'Assessore siano reali o se la sua sia stata una "dichiarazione  in libertà" fatta per compiacere una platea in una sera di mezza estate.


[legambiente-Arcobaleno] |

16/09/2015
Convegno a Paullo sulla mobilità  sostenibile


Incontro con gli amministratori dei comuni interessati dell'area sud-est Milano

[legambiente-Arcobaleno] |

16/09/2015
Flash Mob


In collaborazione con l'ABici-Fiab ed il Comitato Vivere Meglio la Città, per la settimana europea della mobilità  alternativa. Ci ritroveremo alle 10  in Via S. Francesco a Melegnano per un flash mob, per richiedere la pista ciclabile promessa da svariati anni dall'Amministrazione Comunale e mai realizzata. Ci rendiamo conto che si tratterà  di un giorno lavorativo e di un orario non serale ma fidiamo sulla vostra partecipazione considerando anche che l'impegno sarà , in fondo, di pochi minuti.
Allegato il volantino dell'iniziativa e vi invito a diffonderlo 

[legambiente-Arcobaleno] |

29/09/2015
Il Governo aiuta i soliti noti 650 milioni a Teem e Brebemi ma boccia il prolungamento della M3


Non ci sono i soldi. Con questa motivazione, il Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) ha bocciato il prolungamento fino a Paullo della linea 3 della metropolitana, un progetto ormai decennale. Eppure, stando agli studi preliminari, lo sviluppo della linea 3 toglierebbe 14 milioni di mezzi dalla strada all'anno, riducendo in maniera consistente le emissioni di CO2 e di Pm10, nonchè 190 incidenti annui. Il Cipe  ha così totalmente ignorato le firme di 9.300 cittadini alla petizione lanciata in questi mesi da Legambiente e sostenuta dai sindaci del territorio del triangolo tra le province di Milano, Lodi e Crema.
Quello che stupisce (o no?) è che ad agosto -sempre il Cipe- ha finanziato un'altra inutile superstrada (Vigevano-Malpensa) ritenuta invece "opera prioritaria" con 108 milioni, che si vanno ad aggiungere ai 112 già  stanziati. Inoltre, ha messo sul piatto 320 milioni (di cui 60 da parte della Regione Lombardia) per la sempre più inutile e privata Brebemi. E come non citare il finanziamento a fondo perduto del 2013 (altro regalo ai privati) di 330 milioni di euro alla Tangenziale est esterna milanese di Gavio e Intesa San Paolo (detengono il 59%). Solo per queste infrastrutture, i soldi pubblici stanziati ammontano a 870 milioni di euro!

Quanto sarebbe costata la M3 S.Donato - Paullo

798 milioni di euro era il costo previsto nel lontano 2007 (ma confermato anche nel 2011) per la realizzazione del prolungamento della metropolitana da San Donato a Paullo: i finanziamenti sarebbero dovuti arrivare dallo Stato per 319,2, mentre i restanti 478,8 sarebbero stati a carico degli enti locali (Comuni, Province e Regione). Un impegno  sottoscritto nero su bianco nell'accordo di Programma per la realizzazione della Teem, nel 2007, dall'allora ministro dei Trasporti Antonio di Pietro; per la Provincia di Milano da Filippo Penati, per la Regione Lombardia da Roberto Formigoni, per il Comune di Milano da Letizia Moratti: "è La Regione Lombardia, Provincia Milano e Comune Milano si impegnano, ciascuna per le proprie competenze, a considerare prioritaria la realizzazione delle opere di cui al presente protocollo nell'ambito dei loro programmi pluriennali e a garantirne la realizzazione stessa. La Regione Lombardia, Provincia Milano e Comune Milano prendono atto che, per il Ministero, la linea metropolitana M3 San Donato Paullo è subordinata alla realizzazione della Tangenziale est esterna Milano (art. 5 impegni Regione Lombardia, Provincia Milano e Comune Milano)".
Di fatto, la Teem, tra le più inutili infrastrutture realizzate, con grande dispendio di soldi pubblici e consumo di suolo, è stata inaugurata in pompa magna dai vari ministri e assessori lo scorso maggio. Ma la metropolitana da San Donato a Paullo è ancora e solo sulla carta, oggi per giunta stracciata dal Cipe.

Ma c'è chi è ancora ottimista

A riaccendere un barlume di ottimismo è Pietro Mezzi, consigliere della Città Metropolitana, che oggi, 12 settembre, al quotidiano Il Giorno, in merito al progetto del prolungamento della M3 dichiara: "Ci stiamo lavorando da febbraio, con la consulenza dell'ingegnere trasportista De Bernardi: insieme abbiamo realizzato un progetto di trasporto collettivo su gomma più snello e meno costoso, da realizzare lungo la Paullese con una corsia dedicata. La nostra idea è fattibile in tempi stretti e non preclude la possibilità futura di realizzare davvero il prolungamento della M3, anche se per il momento sembra sfumato". C'è grande attesa e riserbo intorno a questo nuovo progetto, che verrà  presentato al pubblico sabato 3 ottobre (dalle 9.30 alle 13) nella sala consiliare di Paullo. Una carrellata di esperti parteciperà  a supporto del progetto. In sala ci saranno anche i sindaci e gli amministratori degli undici Comuni del Sud Est milanese che si affacciano sull'asse Paullese: Peschiera, Paullo, Pantigliate, San Donato, San Giuliano, Mediglia, Merlino, Settala, Spino, Tribiano e Zelo Buon Persico. "Sveleremo i contenuti della nostra proposta all'incontro pubblico -aggiunge Pietro Mezzi-, per il momento possiamo soltanto dire che si tratta di un'alternativa di trasporto dedicato che migliorerà  la mobilità  nell'Est Milanese.E' una idea alternativa che tiene conto delle risorse che ad oggi sono disponibili, E' un piano intelligente che altre città  hanno già  sperimentato con grande successo".
Non mancheremo all'appuntamento.

dal sito dell'Ass.per il  Parco Sud Milano


[legambiente-Arcobaleno] |

04/10/2015
INTERESSANTE MATTINATA DI STUDIO E DI DIBATTITO


Mattinata davvero interessante quella di ieri. E subito vanno ringraziati gli organizzatori, cioè il coordinamento di SEL del Sud- Milano ed il Comune di Paullo, per questa importante occasione in cui fare il punto sul tema del prolungamento della MM3 a Paullo. La novità  emersa é stata rappresentata dalla proposta di un nuovo progetto di bus-via affiancato per la maggior parte al tracciato della Paullese. Tra i pregi di questa idea vi è quello di creare in tempi relativamente rapidi e con costi ragionevoli (circa 180 milioni di euro) una percorso privilegiato per il trasporto pubblico su gomma e che tale percorso potrà  essere utilizzato in futuro anche per fungere da sedime per l'installazione delle rotaie per una metropolitana leggera più capiente e meno inquinante. Come dicevamo un progetto interessante di cui torneremo a parlare dopo averne approfondito gli aspetti tecnici.

 


[legambiente-Arcobaleno] |

07/10/2015
Ecco il tracciato della busvia sulla Paullese progettata da dall'ingegnere De Bernardi

dal giornale 7GIORNI

Il progetto facile da realizzare e che potrebbe spianare la strada in un prossimo futuro alla metropolitana di superficie

Biarticolato a propulsione ibrida

Biarticolato a propulsione ibrida

Autobus biarticolati a trazione ibrida rispettosi dell'ambiente

Nella mattina di sabato 3 ottobre, presso la sala consiliare di Paullo, si è svolto l'incontro per quanto riguarda la proposta di Sinistra Ecologia Libertà : affiancare la statale paullese con una busvia, la così detta S-Bus, 
che in futuro potrebbe prevedere un avanzamento progressivo del capolinea MM3 in direzione di Peschiera Borromeo e Paullo, in funzione dell'andamento della domanda attratta.
La storia per la costruzione della metro prende avvio dal 1990 e si porta avanti fino al 2011, dove il progetto definitivo viene finalmente presentato ma anche velocemente bocciato perchè troppo costoso, sia a livello 
di costruzione che di esercizio. Inoltre non rispondeva alle esigenze del territorio e il rapporto costi/benefici era molto limitato. Infatti, la metro così come era stata progettata, era molto dispendiosa e lo Stato non aveva e non ha i soldi per finanziarla.
Oggi la SEL  porta avanti il progetto per la viabilità  prendendo spunto dal nuovo Piano Urbano della Mobilità  Sostenibile (PUMS), prevedendo una carreggiata preferenziale riservata agli autobus che dalla metropolitana MM3 di San Donato Milanese si prolunga fino a Paullo affianco alla statale 415, ma dimensionata in modo tale da consentire il futuro reimpiego come sede metropolitana.
Si tratta di una soluzione sostenibile usata già  in America e che si sta diffondendo in Europa, in più sarebbe un'idea economica e fattibile in brevi tempi, consentendo agli autobus extraurbani di evitare le code.
Il progetto, presentato dall'ingegnere civile Andrea De Bernardi e che aspetta solo di essere approvato dalle istituzioni , non esclude la possibilità  di utilizzare mezzi di superficie migliori di quelli già  presenti, oltre che più 
veloci ed eco sostenibili, come ad esempio gli autobus biarticolati a trazione ibrida.

Il tracciato della Bus Via in Verde

Il tracciato della Bus Via in Verde


[legambiente-Arcobaleno] |

13/10/2015
E' ORA DI INVESTIRE SUL TRASPORTO PUBBLICO!

  Noi di Legambiente lo diciamo da anni, da decenni anzi. La  politica delle grandi opere autostradali è sbagliata, fallita e deve essere  mandata definitivamente in soffitta. Non è più solo una nostra "fregola". 

I  numeri sono chiari ed, al tempo stesso, impietosi. Le 2 grandi infrastrutture  create negli ultimi anni nel nostro territorio sono 2 flop clamorosi. Ci riferiamo  alla Teem (Tangenziale Est Esterna) e alla Bre.Be.Mi. (Brescia-Bergamo-Milano)  di cui sono stati resi noti i numeri relativi alle percorrenze medie per  giornata. Ebbene: per la prima siamo a circa 17.000 veicoli per giornata; per  la seconda poco sopra i 13.000.

I dati possono essere definiti  ufficiali e sono stati resi noti da una fonte  certamente autorevole, l'Aiscat  (Associazione  Italiana Società  Concessionarie Autostrade e Trafori), nelle scorse settimane. Sono  numeri che parlano da soli e sono quelli di una strada statale mediamente  percorsa, per intenderci. Di certo non sono numeri compatibili con  infrastrutture viarie da 3 corsie per senso di marcia, costate complessivamente  più di 6 miliardi di euro e per le quali le previsioni di traffico parlavano di  una media di 70.000 veicoli in percorrenza al giorno. 

Senza poi contare il  fatto che l'altra tangenziale Est, quella "vecchia" e che più avrebbe dovuto  godere dell'apertura di Bre.Be.Mi. e di Teem liberandosi di rilevanti quote di  traffico, continua ad essere intasata come prima. 

Sentire inoltre parlare di  Pedemontana, di Tangenziale Ovest Esterna, di Cremona-Mantova, di Broni-Mortara  e di altri deliranti progetti autostradali in Lombardia fa letteralmente  accapponare la pelle! Per la loro inutilità , per consumo di suolo, per costi  stratosferici, sono progetti contro i quali ci batteremo con tutte le nostre  forze!

Come dicevamo è tempo di smettere di investire sul binomio  "auto+asfalto" e di pensare davvero ad infrastrutture di trasporto collettivo pubbliche,  efficienti, veloci e sicure.  Questa è la  reale esigenza! Ne va della salute e della qualità  della vita di ognuno di noi  cittadini del sud-est Milano che, come tanti altri pendolari di altre parti  dell'area metropolitana, abbiamo l'esigenza di raggiungere in tempi ragionevoli  ed in condizioni da paese civile il nostro posto di lavoro o di studio. La  metropolitana, la bus-via, il treno sub-urbano o ogni altro progetto che vada  incontro a questa esigenza ci interessa, e può essere discusso ed approfondito.   

Su questi chiediamo alle istituzioni di  ogni livello di spendersi, in questi di investire ed in questi di credere per  fornire risposte ai cittadini che le attendono veramente da anni se non da  decenni.


Alessandro  Meazza
  Presidente  Circolo Arcobaleno Legambiente Sud- Est Milano


[legambiente-Arcobaleno] |

01/11/2015
PROLUNGALAMETRO.IT HA COMPIUTO UN ANNO


Siamo partiti a fine Ottobre 2014 un po' "alla garibaldina". 

Il sito era incompleto per contenuti, e lo era anche graficamente. Abbiamo cercato di migliorarlo e di renderlo sempre più chiaro e "navigabile", giorno per giorno.

Il successo in termini di adesioni però è stato sin da subito significativo; già  più di 1.800 firme nei primi 20 giorni. Da lì in poi è stato un costante crescendo ed ogni siamo alla soglia delle 9.400 adesioni. 


Un risultato rilevantissimo ma che ancora non ci soddisfa. Dove vogliamo arrivare? 


Cosa vogliamo rappresentare? Vogliamo essere la voce di un territorio e vogliamo essere come la goccia d'acqua che scava la roccia; quella che col tempo, la costanza, la perseveranza sa farsi strada anche in quelle zone che appaiono come impermeabili. 


Non smetteremo perciò di essere on line per consentire a chiunque lo voglia di firmare la petizione e certamente non smetteremo di parlare della realizzazione di questa infrastruttura con ogni rappresentante politico, amministratore, pubblico decisore.


Ma per oggi lasciateci tirare il fiato e poi dire…buon compleanno!


[legambiente-Arcobaleno] |

15/12/2015
Eccoci pronti a un nuovo anno di confronti e battaglie


Vi auguriamo innanzi tutto un sereno e felice fine d'anno con tutte le feste che ci sono dentro, noi siamo ancora in campo con le nostre battaglie su tutti i fronti dell'ambientalismo.
Non ultimo la nostra battaglia per il trasporto pubblico che ci sta particolarmente a cuore e che vede chi è preposto a risolvere i problemi degli utenti sordo ad ogni qualsivoglia stimolo da parte di tutti Voi che ci sostenete.
Ma teniamo duro e insieme a tutti Voi porteremo avanti questa battaglia di civiltà  anche per il 2016.

[legambiente-Arcobaleno] |

24/12/2015
AUGURI


Non c'è parola più semplice ed al tempo stesso piena per rendere l'idea di ciò che vogliamo comunicarvi. I prossimi giorni li dedicheremo ai nostri affetti ma non dimentichiamo certo il nostro ed il vostro impegno per la battaglia per il prolungamento del metrò. Già , perchè la responsabilità  di tutto questo consenso la sentiamo chiaramente sulle nostre spalle. 9.500 adesioni sono tante e dietro ad ogni firma cè una storia, un motivo diverso - o forse uguale - per sperare e credere in questa realizzazione.Noi ringraziamo tutti e a tutti, ancora una volta, diciamo auguri!

 


[legambiente-Arcobaleno] |

07/01/2016
Buon 2016


E' una pratica diffusissima quella di augurare ed augurarsi le cose migliori all'inizio di un nuovo anno.

  Non vogliamo sfuggire a questo rito.

Vogliamo però anche essere realisti e dire che ciò non basta e che per potere ottenere qualcosa di più in questa nostra battaglia per il prolungamento della MM3 a Paullo, ci servono altri numeri.

Non possiamo accontentarci delle seppur molte adesioni raccolte sino ad ora. 9.500 firme sono tante, appunto, ma non sono sufficienti per scuotere il silenzio e la coscienza dei politici che si stanno dimostrando sordi alle necessità dei pendolari del sud-est Milano, anche in questo giorni in cui si urla all'emergenza smog ed in cui tutti rilanciano il tema del potenziamento del trasporto pubblico locale.

Tocca a noi, di nuovo a noi, allora, farci sentire. Anzi tocca a voi; con ancora più firme!


[legambiente-Arcobaleno] |

11/02/2016
MA I CANDIDATI SONO TUTTI UGUALI?

La domanda ci sorge spontanea se pensiamo che a contendersi il ruolo di Sindaco a Milano saranno con maggior facilità   (e stando a ciò che i sondaggi ad oggi esprimono. . . . .) Giuseppe Sala per il centro-sinistra e Stefano Parisi per il centro-destra. In effetti i profili personali e professionali dei 2 candidati si somigliano molto. Chissà  cosa avranno da dire e da proporre sulla mobilità  e sul modo in cui Milano vorrà  investire sull'allargamento della sua rete metropolitana all'hinterland. Noi di certo non perderemo occasione di chiederlo loro. E poi, non dubitatene, ve lo racconteremo . . . . .


[legambiente-Arcobaleno] |

09/03/2016
LA CAMPAGNA ELETTORALE SEGNA IL PASSO......

Come saprete tra Maggio e Giugno si svolgeranno le elezioni amministrative in diversi comuni, tra cui Milano.  Solo ora si stanno delineando candidature e schieramenti ma, ahinoi, di programmi ancora nessuno parla. E noi attendiamo gli aspiranti alla carico a Sindaco al varco, proprio per sapere cosa abbiano in animo di fare per il prolungamento della MM3 a Paullo, per la riqualificazione del hub di S. Donato, per migliorare l'attuale servizio di trasporto pubblico su gomma lungo l'asse della Paullese

[legambiente-Arcobaleno] |

15/03/2016
LA RIQUALIFICAZIONE DEGLI HUB DI LAMPUGNANO E S. DONATO?


E' apparso oggi sulle pagine di Milano del quotidiano "La Repubblica" (news/milano_lampugnano_autobus) un interessante articolo. Parla di un bando emesso dall'amministrazione meneghina per fare di Lampugnano e S.Donato  dei nuovi ed ospitali luoghi (nuove aree, nuovi servizi ecc.) in cui attestare anche gli autobus in partenza ed in arrivo a Milano da e per le lunghe distanze. In sè la cosa non può che farci piacere. Ciò che conta però è che non si segua l'esempio delle stazioni ferroviarie; la creazione cioè di spazi per i viaggiatori di serie A (quelli dei treni ad alta velocità ) e la ghettizzazione dei viaggiatori di serie B (i pendolari). 


[legambiente-Arcobaleno] |

01/04/2016
PARTE IL SONDAGGIO! DACCI LA TUA OPINIONE SUL SERVIZIO DI AUTOGUIDOVIE


Bisogna essere realisti. Per diversi anni ancora lungo l'asse della Paullese e nelle zone limitrofe il servizio di trasporto pubblico verrà svolto con gli autobus. Attualmente, come molti sapranno, tale servizio è gestito dalla società  Autoguidovie. Noi, gli amici del Circolo dell'Alto Cremasco di Legambiente e gli amici del Comitato Pendolari Cremaschi abbiamo pensato di chiedervi un'opinione riguardo alcuni importanti aspetti di questo servizio, e su quello che potrebbe essere definito il suo livello di qualità . Se siete utenti, anche occasionali, di Autoguidovie e volete farci conoscere il vostro parere cliccate qui a lato su "COMPILA IL QUESTIONARIO". Occorrono solamente 2 minuti per rispondere alle domande! Nessuna informazione  personale verrà  trattenuta, e gli stessi dati comunicatici saranno trattati per finalità  meramente statistiche. Se invece volete commentare ulteriormente le vostre risposte o richiedere informazioni sul sondaggio stesso, scriveteci a sondaggio@prolungalametro.it .

I risultati a fine indagine saranno resi pubblici. Ci saranno particolarmente utili per evidenziare le eventuali criticità  e per chiedere che l'unico servizio di trasporto pubblico del territorio venga migliorato. E ciò potrà avvenire anche grazie al vostro fondamentale contributo! 


[legambiente-Arcobaleno] |

16/04/2016
GIA' 100 LE RISPOSTE AL SONDAGGIO PER VALUTARE IL SERVIZIO DI AUTOGUIDOVIE!


     

E' da appena una ventina di giorni che lo abbiamo lanciato e già il dato sulla partecipazione è notevole. 

Ci riferiamo al nostro sondaggio per valutare il livello di qualità  del servizio effettuato dalla società  di trasporto pubblico Autoguidovie nella nostra zona. 

Nella giornata di oggi, infatti, si è raggiunta la soglia delle 100 risposte alla griglia delle domande proposte. 

Ci auguriamo che tanti e tanti ancora saranno i pendolari (ma anche gli utenti occasionali..) che vorranno farci conoscere la loro opinione. Il link alla pagina del sondaggio è sempre attivo e raggiungibile cliccando su "COMPILA IL QUESTIONARIO" qui a fianco. Grazie.


[legambiente-Arcobaleno] |

01/05/2016
SIAMO 10.000!


  Il traguardo è raggiunto ed è di portata storica! Arrivarci  poi nel giorno della festa dei lavoratori (spesso pendolari..) è ancora più  bello.

Quando siamo partiti con questa iniziativa, a fine Ottobre 2014, ce lo  dicevamo sottovoce. Arrivare a 10.000 firme, pensavamo, sarebbe stato un  risultato magnifico.

E sarebbe stato un segnale fortissimo di come tutto il  territorio fosse chiaramente a favore della realizzazione di quest'opera, che  il sud-est Milano attende ormai da 20 e più anni.

Ed oggi ci siamo!

Ora quelle  firme ci sono tutte e sono il frutto di un lavoro straordinario fatto con  costanza, tenacia e coinvolgimento. Già , perchè in questi mesi a darci una mano  sono stati in tanti.

Comitati, associazioni, partiti, sindacati, cittadini  comuni sensibili alla causa ed anche rappresentanti delle istituzioni,  naturalmente. In primis tutti i Sindaci dei comuni  dell'asta della Paullese da S. Donato a  Crema, nessuno escluso!

Ed anche molti altri dei comuni limitrofi della zona  del cremasco e dell'alto lodigiano. E pure 24 consiglieri regionali di vari  raggruppamenti politici . A tutti loro, ed a noi stessi ovviamente, chiediamo  un rinnovato sforzo per fare di questo tema un elemento centrale della politica  per la mobilità  nel nostro quadrante territoriale che è in sofferenza ormai  dagli anni 80 e che ha visto la propria condizione peggiorare dopo l'eccessiva  espansione urbanistica dei primi anni 2000 e dopo l'apertura della TEM.

Quindi  non ci fermeremo qui. Il sito rimarrà  on line e la raccolta delle firme  continuerà, perchè questo numero va ulteriormente fatto crescere. E va fatta  crescere, parallelamente, la consapevolezza della determinazione dei cittadini  verso la realizzazione di questa infrastruttura. Non ci aspettiamo a breve  termine dei risultati.

Ma noi siamo in campo, siamo perseveranti quanto basta,  ed avere 10.000 persone accanto ci rafforza e ci scalda molto il cuore.


[legambiente-Arcobaleno] |

04/05/2016
VENERDI' LA CONFERENZA STAMPA PER ANNUNCIARE LE FUTURE ATTIVITA'


    

La festa per aver raggiunto le 10.000 adesioni al nostro appello è stata bella ma breve. Subito ci siamo rimessi al lavoro ed abbiamo organizzato una conferenza stampa in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Paullo per annunciare le nostre prossime attività. 

Quindi venerdì 6 maggio alle ore 11.00 presso il Municipio di Paullo, appunto, incontreremo la stampa assieme ad una delegazione dei Sindaci firmatari della petizione. 

Nell'occasione sarà presente anche la Presidente di Legambiente Lombardia Barbara Meggetto. 


[legambiente-Arcobaleno] |

06/05/2016
BELLA ED UTILE LA MATTINATA PRESSO IL COMUNE DI PAULLO

 

 

Questa mattina, come vi avevamo preannunciato, si è svolta la conferenza stampa per il raggiungimento delle 10.000 firme per la nostra petizione per il prolungamento della MM3. Si è trattato di un appuntamento bello ed utile. Bello perché abbiamo festeggiato questo importantissimo risultato, e bello per la partecipazione. Insieme a noi di Legambiente, erano presenti di diversi amministratori del territorio.


Oltre al “padrone di casa” Federico Lorenzini Sindaco di Paullo,

 

  

c’erano i primi cittadini di Settala Andrea Carlo e di Spino d’Adda Paolo Riccaboni,

 

   

il Vice-Sindaco di Zelo Giuseppe Alessi e pure l’Assessore alla mobilità di Paullo Franco Morabito. Utile perché si è proclamata la volontà comune di proseguire la battaglia, anche come chiave di volta per trattare a 360° il tema della mobilità nel sud-est Milano e nel cremasco. La soluzione della metropolitana, non deve infatti farci dimenticare che ancora la Paullese richiede che si terminino i lavori del raddoppio nel tratto tra la Cerca ed il ponte sull’Adda dopo Zelo. E neppure va scordato che molto vi è anche da fare per migliorare l’attuale servizio di trasporto pubblico su gomma.

 

Alessandro Meazza del Circolo Arcobaleno di Legambiente
Barbara Meggetto presidente Legambiente Lombardia

 

A tale scopo vi ricordiamo che continua ed essere attivo il link al nostro sondaggio per indicare la vostra opinione di pendolari (o di utilizzatori saltuari..) degli autobus della società Autoguidovie qui a lato.


[legambiente-Arcobaleno] |

09/05/2016
ALCUNI INTERESSANTI NUMERI


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giunti a quota 10.000 firme abbiamo voluto  approfondire la "conoscenza" dei dati cercando di capire da dove provenissero,  in maggior parte, le adesioni raccolte attraverso il nostro sito ed attraverso  i molti banchetti tenuti sino alla data odierna.

Come era lecito attendersi la maggior  parte degli aderenti è residente nei 6 comuni toccati dal prolungamento. Più di  metà  delle firme, 5.124 esattamente, sono state infatti raccolte tra  Paullo/Tribiano (2.022), Mediglia (738), Pantigliate/Settala (1.180), Peschiera  Borromeo (613) e S. Donato (571).
Negli altri comuni della Città   Metropolitana di Milano più prossimi a quelli interessati dall'eventuale  prolungamento le firme sono circa 300: da segnalare tra questi S. Giuliano (137),  Dresano/Vizzolo/S. Zenone/Cerro al Lambro (128) e Melegnano (66). Facendo  riferimento ai codici di avviamento postale di Milano scopriamo che le firme  raccolte direttamente in città  sono 391. 
Significativi anche i dati dei comuni  della Provincia di Lodi, nella quale si sono raccolte 1.900 firme circa. I  comuni protagonisti sono quelli dell'alto lodigiano e perciò i più prossimi a  Paullo. In particolare: Mulazzano (594), Zelo B.P. (694), Merlino/Comazzo  (169), Cervignano/Galgagnano (271) ed anche la stessa Lodi (65).
Di tutto rispetto è anche il numero delle  adesioni nei comuni della Provincia di Cremona: 1.600 circa. Anche qui si  distinguono quelli maggiormente vicini a Paullo, e cioè quelli della zona del  cremasco. Spino d'Adda (545), Pandino (103), Crema (300), Capergnanica/Montodine/Vaiano/Bagnolo/Salvirola  (428), Madignano/Palazzo Pignano (135).

Un breve cenno anche ai numeri delle visite del sito. Nel momento in cui  scriviamo le pagine visitate totali sono più di 99.000. Sono risultati  importanti che ci invogliano a continuare questa battaglia senza risparmio di  tempo ed energie. E speriamo anche di poterci ritrovare da qui a qualche tempo  a fare un post analogo ma basato sul doppio della adesioni....


[legambiente-Arcobaleno] |

13/05/2016
OLTRE 250 LE RISPOSTE AL NOSTRO SONDAGGIO PER VALUTARE IL SERVIZIO DI AUTOGUIDOVIE


     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

Prosegue con buona lena la crescita della partecipazione al nostro sondaggio per valutare il livello di qualità del servizio effettuato dalla società   di trasporto pubblico Autoguidovie nella nostra zona.

Sono ormai più di 250 infatti i pendolari e gli utilizzatori occasionali che hanno deciso di fornirci la loro opinione, rispondendo alla griglia delle domande da noi proposte.

Ovviamente continueremo a dare a tutti quelli che lo desidereranno l'opportunità di fare sentire la propria voce sul tema. Il link alla pagina del sondaggio è sempre attivo e raggiungibile cliccando qui a fianco su "COMPILA IL QUESTIONARIO". 


[legambiente-Arcobaleno] |

17/05/2016
ANCHE I CANDIDATI A SINDACO DI MEDIGLIA PARLANO DEL PROLUNGAMENTO DELLA MM3 A PAULLO



  Ieri sera in una sala consiliare  colma come non mai, è andato in scena il confronto tra i 3 candidati a Sindaco  del Comune di Mediglia. Ad organizzare la serata noi del Circolo Arcobaleno di  Legambiente,  assieme alle altre  associazioni ambientaliste della zona (Wwf, Italia Nostra, Ass. Difesa Lambro,  Desr).
  Si è parlato di vari temi:  dall'urbanistica ai rifiuti, dall'agricoltura al fiume Lambro, dai beni  culturali al risparmio energetico. E naturalmente l'occasione ci è parsa  ghiotta anche per parlare di mobilità  e del prolungamento della MM3 a Paullo.


   Bianchi del centro-destra, Cariello del  centro-sinistra, Cocucci della lista civica Mediglia 8 hanno tutti sottolineato  l'importanza della realizzazione di questa fondamentale infrastruttura per il  comune medigliese e per tutto il territorio del sud-est Milano, dell'alto  lodigiano, del cremasco.
  Ci attendiamo allora, chiunque  sia eletto, fatti conseguenti alle parole spese in questa importante occasione.

 


[legambiente-Arcobaleno] |

23/05/2016
SUPERATE LE 100.000 PAGINE VISITATE


Quasi non ce ne eravamo accorti ma negli ultimi giorni della  settimana scorsa abbiamo raggiunto e superato un altro straordinario risultato  per il nostro sito: le 100.000 pagine visitate dal suo lancio!

Questo risultato  è l'ennesimo dato di successo della nostra iniziativa e ne è, potremmo dire, la  logica conseguenza.

A fronte delle 10.000 e più firme al nostro appello per il  prolungamento della MM3 a Paullo, a fronte delle ormai 300 e più risposte al  nostro sondaggio su Autoguidovie, il totale delle pagine visitate non poteva  che crescere corrispondentemente. 

Il  numero di per sè è, come dicevamo, straordinario ma va anche sottolineato che  questo risultato ci fa entrare a vele spiegate nella classifica dei primi 5.000  siti mai pubblicati col dominio .IT per pagine visitate!

Chi lo avrebbe mai  detto solo un anno fa. . . . ..


[legambiente-Arcobaleno] |

18/06/2016
NOI STIAMO COI PENDOLARI

                                                               

Noi di Legambiente stiamo coi pendolari. Ed è proprio quello  che abbiamo fatto questa settimana, come testimoniano le immagini,  "uscendo" dal web per andare per strada ad  incontrare alle fermate dei vari comuni del territorio ed al hub di S. Donato i  pendolari (ma anche gli utenti occasionali . . . ) che utilizzano i bus di  Autoguidovie. Ciò ci ha consentito di raggiungere lo scopo prefissato: avere  almeno 500 risposte al nostro sondaggio lanciato circa 2 mesi fa.

     

A questo  punto possiamo considerare chiusa l'indagine e nel farlo naturalmente ringraziamo  tutti quelli che ci hanno voluto fornire attenzione, ascolto ed hanno risposto  alle nostre domande. A breve elaboreremo i dati raccolti e faremo conoscere i  risultati conseguiti.

   

Quindi come dicono gli inglesi. . . . .stay tuned!

 
 
 

[legambiente-Arcobaleno] |

01/06/2016
RUSH FINALE PER IL NOSTRO SONDAGGIO SU AUTOGUIDOVIE


  Sono gli ultimi giorni per farci conoscere la tua opinione  sul livello di servizio offerto dalla società  di trasporto pubblico attiva nel  nostro territorio.

Quindi se, anche solo occasionalmente, prendi i mezzi di  Autoguidovie e vuoi darci una valutazione della tua esperienza di viaggio,  clicca "Sondaggio concluso" e  compila il questionario da noi preparato con alcune brevi domande sul tema.

Bastano  2 minuti.

Contribuirai a farci avere un'idea più precisa degli eventuali  problemi e/o disservizi da te riscontrati, e ci darai il modo di confrontarci  con le istituzioni e con la società  stessa per richiedere  soluzioni migliorative.

Grazie per la tua collaborazione.


[legambiente-Arcobaleno] |

23/06/2016
LUNEDI' 27 LA CONFERENZA STAMPA PER PRESENTARE I DATI DEL SONDAGGIO SU AUTOGUIDOVIE

               

 

     

Sono  state 503 in tutto le risposte giunte per la nostra indagine sui servizi resi  da Autoguidovie.

     

I dati sono in corso di elaborazione e li presenteremo in una  conferenza stampa organizzata in collaborazione con l'Amministrazione Comunale  di Paullo. 

     

        Quindi  lunedì 27 giugno alle ore 10.30 presso il Municipio di Paullo, appunto,  incontreremo la stampa assieme ad una delegazione di sindaci ed amministratori  del territorio.

     

 

   

[legambiente-Arcobaleno] |

01/07/2016
ECCO I DATI DEL SONDAGGIO SU AUTOGUIDOVIE: QUALCHE LUCE E MOLTE OMBRE!


Eccoli, a 10 giorni dalla chiusura del sondaggio, i numeri relativi al livello di servizio riconosciuto dagli utenti.  Infatti questa mattina in municipio a Paullo abbiamo presentato in una conferenza stampa i dati della nostra indagine condotta con la collaborazione degli amici del circolo Legambiente Altocremasco e del Comitato Pendolari Cremaschi.
 Alla conferenza ha partecipato una delegazione degli amministratori del territorio. In particolare erano presenti, oltre al Sindaco di Paullo Lorenzini ed all’Assessore locale Morabito, anche i sindaci di Pantigliate Veneziano, di Madignano Ongaro, il vice-sindaco di Mulazzano Bersani, l’Assessore di Crema Bergamaschi e l’Assessore di Spino d’Adda Cornalba.



Le grafiche già dicono molto, ed i numeri in esse rappresentati sono eloquenti.  Noi ci limiteremo ad alcune considerazioni di ordine generale a partire dal fatto che, come detto nel titolo, ci sono delle luci ma anche molte ombre.
Le luci fanno riferimento ai buoni giudizi conseguiti dal personale aziendale che viene considerato cortese e disponibile in modo sufficiente per il 36,18%, buono per il 24,25% ed ottimo per il 3,78%. Considerata mediamente bene la possibilità di trovare un posto a sedere sui bus: è sufficiente per il 32,21%, buona per il 26,44% ed ottima per il 5,57%. Ben valutata dagli utenti è anche la vicinanza delle fermate al proprio domicilio. I dati a riguardo dicono che gli intervistati rispondono: sufficiente nel 28,63% dei casi, buono nel 27,83% dei casi ed ottimo nel 13,52% dei casi.



Di più sono le ombre. Vediamole, allora. Considerando che in molte di queste rilevazioni, con la somma dei valori attribuiti alle risposte pessimo ed insufficiente siamo vicini o oltre il 50%. La frequenza delle corse è considerata pessima per il 28,23% ed insufficiente per il  33,20%. Passando alla pulizia dei mezzi, abbiamo il 21,87% che risponde pessima ed il 26,04 che risponde insufficiente. Anche il comfort a bordo (riscaldamento, aria condizionata, comodità sedili ecc.) segna dati che si avvicinano al 50% tra il valore riconosciuto come pessimo  (20,28%) e come insufficiente (25,05% ).  Giusto sul 50% si fissano i dati negativi legati alla puntualità delle corse, che è considerata pessima per 22,27% ed insufficiente per il 27,63%. Siamo di nuovo oltre il 50% parlando del livello dell’informazione da parte dell’azienda al porsi di problemi, scioperi, disservizi:  è pessima per il 28,23% del campione ed insufficiente per il 30,42% del campione. Il dato peggiore riguarda però lo stato in cui versano le aree di attesa (fermate, pensiline, paline, illuminazione, senso di sicurezza ecc.): lo dichiara pessimo il 39,17% ed insufficiente il 28,03%.



Infine vi sono le risposte del tipo sì/no. Ed anche qui c’è da stare poco allegri. Le risposte a queste domande denunciano in tutta la loro crudezza il fatto che il trasporto pubblico su gomma nella nostra zona non è affatto attrattivo. Infatti abbiamo chiesto alle persone se trovassero conveniente in termini di tempo il bus rispetto all’auto privata e la risposta è stata per il 73,76% di no. Alla domanda: “se disponessi di una auto privata la useresti al posto del bus?” il 68,19% ha risposto di sì. Infine il plebiscito a favore di una soluzione di trasporto pubblico su rotaia; il 94,23% dichiara infatti che preferirebbe una soluzione  per il prolungamento della MM3, per la costruzione di una tramvia o addirittura a favore di una nuova linea ferroviaria tra Milano Rogoredo e Crema.
Fin qui la lettura e la rappresentazione dei dati. Ma da essi cosa concretamente ne consegue? E quali azioni seguiranno? Dal nostro punto di vista ci sono responsabilità che potremmo definire “di sistema” ed altre riconducibili alla negligenza di Autoguidovie. Tra le prime rientrano l’inerzia delle amministrazioni locali rispetto alla manutenzione delle aree di attesa ma soprattutto quelle della Regione che destina pochi fondi per il trasporto pubblico locale sia su rotaia sia su gomma. Tra le seconde vi sono sostanzialmente tutte le altre: su frequenza, pulizia, comfort, puntualità, livello d’informazione da Autoguidovie è lecito pretendere di più. Infatti, e qui ci riferiamo alle azioni da compiere, noi abbiamo già chiesto un incontro all’azienda per chiedere conto degli aspetti di gestione succitati. Ma non ci limiteremo a questo. Incontreremo tutte le Amministrazioni del territorio per presentare loro i risultati del sondaggio e per svolgere un lavoro di sensibilizzazione ulteriore. E certo non mancheremo di contattare la costituenda Agenzia per il trasporto pubblico locale, soggetto deputato dalla nuova normativa ad occuparsi di concessioni, di contratti di servizio e della loro gestione.
Tra gli interventi degli amministratori da segnalare quello del Sindaco Lorenzini che ha parlato di un’assemblea pubblica da tenersi a Settembre che, proprio a partire dai nostri dati, rilanci il tema della dell’offerta e della qualità della mobilità pubblica nel territorio del Sud-Est Milano, dell’Alto Lodigiano e del Cremasco. Ad essa verranno invitati i parlamentari, i consiglieri regionali e i rappresentanti di Città Metropolitana della zona perché è ormai ovvio come la costruzione di soluzioni fattive non possa prescindere dal coinvolgimento dei livelli istituzionali superiori.
Quindi il lavoro per un trasporto pubblico attrattivo, utile e richiesto dal territorio e dai suoi pendolari, per noi continua. Continuate a seguirci e non esitate a scriverci per idee, pareri, segnalazioni e collaborazioni su info@prolungalametro.it

 


[legambiente-Arcobaleno] |

11/07/2016
UN VERO PIACERE INCONTRARE I NUOVI AMMINISTRATORI DI PESCHIERA BORROMEO

           

   
           
                E'       stata una chiacchierata davvero  piacevole quella con Caterina Molinari, neo Sindaco ed Antonella  Parisotto, neo Assessore di Peschiera Borromeo.  Piacevole ma non  fine a se stessa. Più di un'ora per parlare di rifiuti, di  efficientamento  energetico, dell'iniziativa "Puliamo il mondo",  dello stato e della riqualificazione del Lambro e, naturalmente, di  mobilità . Abbiamo mostrato i dati del nostro recente sondaggio su  Autoguidovie, e commentandoli non abbiamo potuto che rilevare tutti i  limiti della attuale gestione e la scarsa attrattività  del servizio  di trasporto pubblico su gomma del nostro territorio. Da qui al  parlare del prolungamento della MM3 il passo è stato breve. E  Molinari e Parisotto hanno immediatamente condiviso con noi l'idea  che questa infrastruttura possa davvero essere la risposta  qualificante per risolvere i problemi ambientali e di traffico lungo  l'asse della Paullese. Cosa concretamente ne seguirà ? La nuova  amministrazione ci aiuterà nella ulteriore raccolta delle firme,  ponendo a disposizione nei locali del Municipio i fogli su cui i  cittadini potranno firmare la nostra petizione. Inoltre le  neo-amministratrici si sono impegnate a fare pressione sulla nascente  Agenzia per il Trasporto pubblico locale perchè il Sud-Est Milano  abbia un'offerta di mobilità pubblica di livello qualitativamente  migliore.

[legambiente-Arcobaleno] |

19/07/2016
MERCOLEDI' PROSSIMO L'INCONTRO CON AUTOGUIDOVIE

           

   
           
       

Abbiamo finalmente avuto la disponibilità  dei dirigenti di  Autoguidovie ad un incontro volto ad approfondire i temi ed i numeri emersi col  nostro sondaggio sul livello di servizio dei bus nell'area del sud-est Milano e  nel Cremasco. Ci sarà mercoledì 27 luglio alle ore 18,30. Non mancheremo di  aggiornarvi su quanto emergerà nell'occasione.

     
     


     


[legambiente-Arcobaleno] |

28/07/2016
ABBIAMO PERSO DEL TEMPO

           

   
           
       

E' questa la netta sensazione riportata al termine  dell'incontro avvenuto ieri pomeriggio coi dirigenti di Autoguidovie. I quali  ci hanno detto a chiare lettere che il loro obiettivo è creare valore per gli  azionisti, che tradotto in volgare significa fare guadagnare di più i padroni  dell'azienda. Per fare cosa poi con questi soldi?

       

Ma per comprare altre aziende  di trasporto pubblico locale in giro per l'Italia. Ed infatti nel 2015  Autoguidovie ha acquisito una partecipazione a Belluno in Dolomiti Bus, pochi  mesi fa ha fatto altrettanto con un'altra società della provincia di Genova ed  ora potrebbe doppiare l'operazione nel 2016 in un capoluogo del Sud Italia. Così che il  "giochetto", ed il valore creato, possa crescere ulteriormente.

       

            Tutto legittimo e tanto di cappello, dirà  qualcuno pensando  a capacità imprenditoriali e di gestione sopra la media. Tutto sbagliato,  secondo noi. Già , perchè i soldi con cui Autoguidovie finanzia la sua  espansione vengono per il 65% da contributi pubblici (cioè dalle nostre  tasse..) per rendere un servizio al territorio che, come abbiamo dimostrato col  nostro sondaggio, potrebbe essere ben migliore ma che non è migliore perchè i  soldi per renderlo tale l'azienda li impiega per perseguire le strategie  succitate.  

       

Siamo stati anche  lodati per la nostra attività , definita notevole.

       

E per questo ci siamo sentiti  un pò come gli "utili idioti". Perchè tanto non cambierà  nulla. Lo diciamo  chiaramente a tutti quelli che ci hanno seguito.

       

Loro sono impegnati in altre  attività  e pensieri, non in quella di ascoltare le nostre segnalazioni e  proposte e  di "farsi guidare da noi"  utenti, come recita l'accattivante slogan stampato sulle fiancate dei loro bus.   

       


          Quale attività  e compito ci attende allora in futuro? Uno  molto semplice, evidentemente.

       

Quello di spiegare all'opinione pubblica ed ai  pubblici decisori che un'azienda così non ci serve, auspicando che con le prossime  concessioni che dovranno essere date ad inizio 2017 qualcun altro venga avanti.  

       

Ci serve un'azienda che si impegni a dare un servizio di trasporto pubblico davvero  attrattivo per il territorio, per togliere auto dalla strada, per evitarci di  passare le ore in coda in Paullese, per migliorare l'aria che respiriamo, per  non farci sentire dei cittadini di serie B visto che non abbiamo a disposizione  un servizio su rotaia.

     
     


     


[legambiente-Arcobaleno] |

01/08/2016
SPINO D'ADDA E' CON NOI


Abbiamo incontrato con gran piacere il nuovo vice-sindaco di Spino d'Adda Enzo Galbiati, questa mattina. Ne sono seguite quasi 2 ore di dialogo fitto ed intenso sui temi della mobilità  nel nostro territorio. Del resto Galbiati non è un interlocutore qualsiasi viste le precedenti esperienze amministrative nelle giunte guidate dagli ex- sindaci Tamagni e Rancati, e vista anche la sua esperienza professionale e sindacale all'interno di una primaria azienda di trasporto pubblico locale. 

Con Galbiati e con gli altri amministratori spinesi ci ritroveremo a fine mese per il lancio di nuova comuni iniziative  ma sin d'ora saranno presenti in Municipio i fogli firma per aderire alla nostra raccolta firme per il prolungamento della MM3 a Paullo.


[legambiente-Arcobaleno] |

01/09/2016
UN'ESPERIENZA CHE SI RIPETERA'?


Il fatto di avere svolto il sondaggio sul livello dei servizi di Autoguidovie ci ha dato un'ulteriore visibilità. 


E non solo nei comuni lungo l'asse della Paullese o nel cremasco. 

Anche in zone del hinterland milanese più a nord di noi come Melzo e Gorgonzola. 


Infatti, da parte di alcuni comitati e di alcune associazioni, ci è stato mostrato interesse per quanto fatto e chiesta una collaborazione per fare emergere istanze anche da quel territorio in tema di disservizi nel trasporto pubblico locale. 


Cosa ne seguirà ? E' presto per dirlo. 


Lo vedremo e lo vedrete nelle prossime settimane. 


Di certo non mancheremo di informarvi, però. 


E quindi, come sempre e con la stessa attenzione, seguiteci! 


Grazie a tutti.


[legambiente-Arcobaleno] |

05/09/2016
PAROLE IMPORTANTI DAI PROTAGONISTI DEL DIBATTITO SULLA MOBILITA' DI IERI SERA: L'IDEA DI PROLUNGARE LA MM3 A PAULLO E' VIVA!

     

Non ha tradito le attese il dibattito  sulla mobilità  alla festa dell'Unità  di Milano di ieri sera. Ad  esso hanno partecipato il presidente di Atm Rota, il neo assessore  alla mobilità  e all'ambiente della Giunta Sala Granelli ed il  segretario regionale del PD Alfieri. Per completezza d'informazione  va citata anche la presenza sul palco del Presidente di Cap Holding  Russo e della responsabile per l'Italia dell'applicazione MyTaxi  Covilli. Sono stati in ogni caso Rota, Alfieri e Granelli a tenere  banco e a dire le cose più interessanti. Quali?

     

Granelli ha esordito citando  l'obiettivo del suo mandato per il prossimo quinquennio: quello di  ridurre del 20% il numero delle auto private che giornalmente dal  hinterland entrano in città . Per raggiungere questo obiettivo Milano  investirà  sulle metropolitane, anche oltre i suoi confini  amministrativi. Nell'immediato vi sono da portare a termine i  cantieri per la MM4, e far sì che per il 2021 la nuova linea entri  in esercizio. Nel quadrante nord si lavora al prolungamento della MM1  da Sesto FS a Monza Bettola (lavori già  cantierati..) e a quello  della MM5 da Bignami all'Ospedale San Gerardo sempre di Monza. Nel  quadrante sud-ovest verrà  realizzata un'estensione della MM1  dall'attuale capolinea di Bisceglie al quartiere di Baggio/Forze  Armate. Per il medio termine, cioè in un orizzonte di 7/10 anni,  sono in previsione i prolungamenti della MM2 da Cologno a Vimercate e  della MM3 a Paullo. Granelli ha poi parlato di un'altra  interessante novità : quella dell'entrata nel mercato di un nuovo  operatore di car sharing. Si tratta della società  Drive Now,  riconducibile al gruppo BMW, che da qui a fine anno opererà  nel  capoluogo ma entro fine 2017 anche in alcuni comuni esterni di prima  fascia. E per la nostra zona si parla di S. Donato, S. Giuliano e  Peschiera Borromeo. Infine Granelli ha parlato della realizzazione,  in collaborazione con ATM, di un'applicazione per smartphone pronta  per fine 2017 che consentirà all'utente di scegliere come muoversi  senza auto privata da e verso ogni luogo della Città  Metropolitana.  In sostanza all'utente che verrebbe localizzato appunto grazie al  telefonino, verrebbero proposti tutti i servizi di mobilità   disponibili in quel dato punto sia che si tratti di fermate di  metropolitana, di mezzi di superficie, di treni, di autobus di  trasporto extra-urbano, di bike sharing o di car sharing.

     

A seguire è intervenuto il presidente  di ATM. Rota ha dettagliato quanto Granelli ha espresso parlando  della applicazione per i servizi di mobilità  succitata. E partendo  da questo argomento, ha poi esplicitato quella che sarà  la mission  per il futuro di ATM: quella di essere l'operatore di mobilità   di riferimento non solo per Milano ma per tutta la Città   Metropolitana. Ciò si concretizzerà  in una maggiore attenzione  e in una migliore integrazione tra il servizio urbano e quello  extra-urbano, con ciò prefigurando l'idea di una presenza più  puntuale di ATM anche in quei luoghi in cui il servizio di trasporto  su gomma oggi è gestito da altri soggetti. Questo significa che ATM  si candiderà  anche a gestire il servizio di autolinee nel nostro  bacino, dove attualmente è presente la società privata  Autoguidovie? Questo lo sapremo nei primi mesi del 2017 quando  verranno assegnate, a seguito delle gare che la norma prevede,  le  concessioni da parte dell'Agenzia per il TPL di Città   Metropolitana. Rota poi ha rivendicato gli ottimi risultati della sua  quinquennale gestione. Dal 2011 in poi l'azienda è sempre stata in  utile, fino a chiudere il miglior bilancio di sempre nel 2015 anche  grazie all'importante flusso di traffico e di utenti connesso allo  svolgimento di Expo. E le previsioni per il 2016 sono quelle di un  risultato di gestione tanto brillante quanto quello dell'anno  precedente, il che è particolarmente significativo considerando che  un evento come Expo in quest'anno non c'è e non ci sarà . Tra le  cifre più significative segnalate da Rota i 630 milioni investiti nel  periodo 2011-2016 per le infrastrutture, per il miglioramento della  sicurezza dei trasporti, per l'acquisto di nuovi mezzi (bus, tram,  treni per la metropolitana) e le circa 800 nuove assunzioni di  personale realizzate.  Rota ha terminato negando drasticamente ogni  voce legata ad una possibile fusione tra Trenord ed ATM.

     

Alfieri è partito proprio dalle ultime  parole spese da Rota sul tema fusione Trenord-ATM. Ha dichiarato che  prima di mettere un tale argomento all'ordine del giorno servirebbe  che la Regione decidesse cosa fare; cioè se vendere il suo 50% a  Trenitalia (alle FS, quindi..) o se comprare il 50% di Trenitalia per  poi fondersi con ATM, appunto. Sul tema a tutt'oggi le idee di  Maroni e della sua maggioranza risultano confuse. Alfieri, pur  parlando dal suo ruolo di oppositore alla Giunta regionale, ha  citato l'importanza del documento di programmazione  rappresentato dal Piano Regionale della Mobilità  e dei Trasporti in  corso di discussione e di approvazione in Consiglio regionale . Ha  ricordato che in esso lui e gli altri consiglieri di minoranza, in  ciò riconoscendo su questo punto una comunanza d'azione anche coi  5 Stelle, si sono primariamente spesi perchè andassero quante più  risorse possibili al trasporto su rotaia e quindi anche al completamento ed allo sviluppo delle reti metropolitane a Milano e  a Brescia.

     


     

     

       


[legambiente-Arcobaleno] |

13/09/2016
CERTAMENTE UNA BUONA NOTIZIA, PERO'. . . . .


Ci rallegriamo per il fatto che ieri sia finalmente partito, seppur in via limitata ad alcune fasce orarie del mattino e del tardo pomeriggio, il servizio della linea passante S12. 

A suo tempo contribuimmo alla raccolta di firme fatta a Melegnano da Sel per il raggiungimento di questo obbiettivo, raccolta che ottenne più di 650 adesioni. 

Con questa nuova linea, che dovrà  entrare a pieno regime entro fine 2017, i treni diventeranno 40 entro la singola giornata e quindi tra S1 e S12 vi sarà  da Melegnano, S. Giuliano e S. Donato un treno ogni 15 minuti per Milano e viceversa.


Ciò detto, resta il problema del trasporto pubblico lungo l'asse della Paullese! E qui le dolenti note si confermano di nuovo tutte. Niente rotaie in affiancamento alla SS415, e neppure la prospettiva di interventi infrastrutturali in questo senso a breve termine.

Ed un trasposto pubblico su gomma carente ed ampiamente criticato dagli utenti, così come ha confermato il nostro recente sondaggio sul servizio reso da Autoguidovie. 

A quando allora degli interventi in grado di affrontare di petto questa annosa situazione?

I cittadini e soprattutto i pendolari dell'intera asta da S. Donato a Crema aspettano da più di 20 anni. . . . .


[legambiente-Arcobaleno] |

14/09/2016
DOMANDA DI TRASPORTO PUBBLICO NE ABBIAMO?


     

La questione, un pò scherzosa e un pò retorica, è quella  che ci è venuta in mente leggendo i giornali stamattina.

     

L'ATM anticipa  l'orario di avvio del servizio sulle linee metropolitane, e quindi anche sulla  linea 3, coi treni in partenza da S. Donato.

     

Non può farci che piacere, e  quando giungono delle buone notizie queste vanno senz'altro sottolineate.

     

I  primi treni perciò partiranno dal capolinea alle 5.40 già  entro fine anno.

     

Un  anticipo di 20 minuti rispetto all'attuale situazione, tale da estendere il  servizio ad una fascia di pubblico prima costretta ad entrare in città in auto.  

     

Bella la sfida lanciata da ATM, alla quale siamo curiosi di vedere come  risponderà  Autoguidovie.

     

Sarà  la società  dei bus attiva nel sud-est Milano in  grado di anticipare anch'essa le sue corse del mattino dai paesi del hinterland  per consentire ai pendolari di lasciare l'auto in garage e di usare i mezzi  pubblici sin dal loro domicilio?

     

Da Via Quintiliano aspettiamo che qualcuno  batta un colpo!

     

         

   

[legambiente-Arcobaleno] |

01/10/2016
PROLUNGALAMETRO PER "PULIAMO IL MONDO"


Questo sito è chiaramente connotato. Noi ci occupiamo di mobilità e trasporti. Oggi però facciamo un’eccezione per parlare di un’iniziativa che per noi legambientini è un fiore all’occhiello da ormai quasi 20 anni. Ci riferiamo a “Puliamo il Mondo” ed al fatto che mai come quest’anno nel sud-est Milano ci siamo spesi per organizzare al meglio questi appuntamenti che saranno ben 8! Ecco allora il calendario di dettaglio per data, per paese e per luogo.
23/09/16 - Vizzolo Predabissi  – Scuola Primaria – V. Verdi 3 – dalle 14,30 alle 16,30
24/09/16 – Melegnano – Bosco di Montorfano (accesso da V. Verdi)  – dalle 9,30 alle 12
25/09/16 – Tribiano – Parco Freud  – dalle 9,30 alle 12
29/09/16 – Mulazzano – Scuola Primaria – P.zza del Comune 6 – dalle 10,30 alle 12,30
01/10/16 – Pantigliate   - Oasi del Fontanile (V. Gramsci) – dalle 9,30 alle 12 e dalle 14,45 alle 16,30
02/10/16 – Peschiera Borromeo  –  Fraz. Linate, V. Archimede (di fronte al monumento ai caduti) e Fraz. S. Bovio Fontanile di Testino  (accesso dal retro dell’asilo nido) – dalle 10 alle 12,30
08/10/16 – San Giuliano Milanese – Loc. Cascina Pedriano – dalle 10 alle 12
09/10/16 - Paullo – Parco Muzza – dalle 9,30 alle 12

Ci preme inoltre segnalare che in molte di queste occasioni non saremo soli e che in particolare:

  • A Melegnano e a S. Giuliano saranno con noi gli amici del circolo WWF del Sud Milano
  • A S. Giuliano parteciperanno gli amici della locale sezione di Italia Nostra e del DESR (Distretto Economia Solidale e Rurale) del Sud-Est Milano
  • A Melegnano parteciperanno alla pulizia anche gli scout del gruppo Agesci
  • L’intervento a Mulazzano sarà preceduto (il 28/9 alle 14,30) e seguito (il 30/9 sempre alle 14,30) da 2  interventi di educazione ambientale sull’economia circolare e sul recupero dei rifiuti differenziati presso l’isola ecologica del comune in V. Cassino
  •  A Peschiera Borromeo, rispettivamente a Linate e a S. Bovio, saranno con noi i membri dei 2 comitati di frazione e gli amici della Pro Loco
  • A Pantigliate avremo con noi, in mattinata, i volontari dell’Auser
  • A Paullo parteciperanno all’intervento anche i membri del locale nucleo di Protezione Civile

A queste presenze e collaborazioni ci piacerebbe se ne aggiungessero altre. Le presenze di quelli che in questi quasi 2 anni di Prolungalametro hanno sostenuto il progetto con la loro firma, con la loro presenza ai banchetti ed alle assemblee pubbliche, di quelli che ci han dato un piccolo contributo economico. Tra il 23 settembre ed  il 9 ottobre, vi aspettiamo dunque.


[legambiente-Arcobaleno] |

01/10/2016
"Puliamo il mondo" al via anche quest'anno la campagna di pulizie straordinarie del territorio


Il Circolo Arcobaleno di Legambiente ha programmato ben 8 date, tra settembre e ottobre, in altrettanti Comuni del Sudmilano, con la collaborazione di numerosi enti ed associazioni

Lo slogan è “Tutto il mondo è casa nostra!”

Al via anche quest’anno la campagna straordinaria “Puliamo il mondo”, edizione italiana di “Clean up the World”, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo nato nel 1993, di cui Legambiente è comitato organizzatore in Italia. Tra il mese di settembre e quello di ottobre saranno ben otto gli interventi di pulizia pianificati sul territorio in altrettanti Comuni, grazie alla collaborazione ed al coinvolgimento diretto delle Amministrazioni Comunali, delle scuole, e delle realtà associative del territorio. «Mai come quest’anno – ha dichiarato Alessandro Meazza, presidente del Circolo Arcobaleno di Legambiente - ci siamo impegnati per organizzare al meglio gli appuntamenti della campagna di “Puliamo il mondo”. Di certo questi intereventi, previsti presso luoghi pubblici o scuole, faranno ben capire perché lo slogan della campagna sia “Tutto il mondo è casa nostra!”». Qui di seguito il calendario dettagliato degli appuntamenti:

23/09/16 - Vizzolo Predabissi – Scuola Primaria – via Verdi 3 – dalle 14,30 alle 16,30. 
24/09/16 – Melegnano – Bosco di Montorfano (accesso da via Verdi) – dalle 9,30 alle 12. All’appuntamento parteciperanno anche gli esponenti del circolo WWF Sud Milano e gli scout del gruppo Agesci.
25/09/16 – Tribiano – Parco Freud  – dalle 9,30 alle 12. L’evento è stato organizzato in collaborazione con l’Associazione “L’Airone”.
29/09/16 – Mulazzano – Scuola Primaria – P.zza del Comune 6 – dalle 10,30 alle 12,30. L’intervento sarà preceduto (il 28/9 alle 14,30) e seguito (il 30/9 sempre alle 14,30) da due lezioni di educazione ambientale sull’economia circolare e sul recupero dei rifiuti differenziati presso l’isola ecologica del comune in via Cassino riservati agli scolari.

01/10/16 – Pantigliate - Oasi del Fontanile (via Gramsci) – dalle 9,30 alle 12 e dalle 14,45 alle 16,30. All’appuntamento parteciperanno i volontari dell’Auser. 
02/10/16 – Peschiera Borromeo –  frazione Linate, via Archimede (di fronte al monumento ai caduti) e frazione San Bovio Fontanile di Testino (accesso dal retro dell’asilo nido) – dalle 10 alle 12,30. Saranno presenti i membri dei 2 comitati di frazione e gli esponenti della Pro Loco. 
08/10/16 – San Giuliano Milanese – Loc. Cascina Pedriano – dalle 10 alle 12. Parteciperanno anche I membri del circolo WWF del Sud Milano e gli amici della locale sezione di Italia Nostra e del DESR (Distretto Economia Solidale e Rurale) del Sud-Est Milano.
09/10/16 - Paullo – Parco Muzza – dalle 9,30 alle 12. Saranno presenti anche i membri del locale nucleo di Protezione Civile


[legambiente-Arcobaleno] |

16/09/2016
Metropolitana, che fine ha fatto il prolungamento a Paullo?


16 settembre 2016

L'asse Sala-Renzi significa maggior efficienza nei trasporti. Rispetto alla rete metropolitana: nuovi prolungamenti annunciati, più fermate previste. Ma il grande assente nel Patto per Milano presentato martedì nel capoluogo meneghino, è il territorio che si coagula lungo l'asta della Paullese. Tanto per cominciare la metropolitana non raggiungerà  Paullo, visto che il prolungamento della linea 3 nemmeno viene preso in considerazione: l'ipotesi continua ad esser quella di una fermata in più ma a San Donato. Che fine abbia fatto il progetto definitivo M3, costato milioni di euro, se lo chiedono il circolo Legambiente Sud Milano e l'ex sindaco di Paullo Massimo Gatti.

Tratto da: IL CITTADINO

[legambiente-Arcobaleno] |

22/09/2016
Regione Lombardia: ok al raddoppio della Paullese e alla metropolitana fino a Paullo


Sono due delle importanti novità contenute nel Piano della mobilità e dei trasporti recentemente approvato dal Consiglio regionale lombardo

Maroni: «Questo il primo passo, poi ci occuperemo delle risorse necessarie»

Novità di sicuro interesse per i pendolari del Sudmilano giungono dal Piano della mobilità e dei trasporti approvato nei giorni scorsi dal Consiglio regionale della Lombardia. Il documento, che definisce i progetti e le priorità in materia di mobilità all’interno del territorio regionale, include infatti il raddoppio della Paullese da Crema a Milano, compreso il tratto che va dalle Quattro Strade al Ponte di Bisnate. Oltre a ciò, viene previsto un potenziamento generale della rete metropolitana, con il prolungamento della Linea 5 fino a San Siro, il completamento della Linea 4, il prolungamento della Linea 1 fino a Monza e della 2 fino a Vimercate. In questo quadro, però, la novità più significativa concerne la tanto attesa e desiderata estensione della Linea 3 fino a Zelo-Paullo, secondo il progetto definitivo presentato negli anni scorsi da Metropolitane Milanesi. «Si tratta di un piano strategico e straordinariamente importante – ha commentato a riguardo il presidente regionale, Roberto Maroni -, ma questo è soltanto il primo passo. Il successivo riguarderà utilizzare le risorse che già ci sono e trovare quelle che mancano per realizzare le infrastrutture approvate». A tal proposito Maroni precisa: «La richiesta che ho fatto al Governo di 10 miliardi per l'intera Regione Lombardia, in seguito agli investimenti promessi al Comune di Milano, coprirebbe tutte le necessità. Poi ci sono i 600 milioni di euro del Fondo di coesione, che dobbiamo ancora decidere come impiegare». Soddisfatto anche Alessandro Sorte, assessore ad Infrastrutture e Mobilità, che ha aggiunto: «Il Piano regionale della Mobilità e dei Trasporti è un testo di oltre 500 pagine che è nato dopo un lungo lavoro di ascolto confronto. Basti ricordare che il “vecchio” Piano venne approvato nel 1982, più di 30 anni fa». Permane tuttavia l’incognita sui tempi di realizzazione delle infrastrutture annunciate nel documento, che sono ancora tutti da definire.
Tratto da 7giorni RedazioneWeb 

[legambiente-Arcobaleno] |

11/10/2016
RIPARTE IL SONDAGGIO

Ne avevamo parlato all’inizio del mese scorso. Ora però la cosa si è fatta concreta, tant’è che da ieri mattina la pagina con la griglia delle domande è on line. Quale cosa? Il fatto di rilanciare il sondaggio sul livello dei servizi di Autoguidovie. In collaborazione coi circoli di Legambiente dell’Adda-Martesana ed in collaborazione con l’associazione Astrov di Gorgonzola, questa sera alla biblioteca comunale di Pessano con Bornago presenteremo alla stampa l’iniziativa. Si preannuncia anche la presenza di alcuni amministratori dei comuni della zona.

Il sondaggio in quest’occasione sarà proprio rivolto a scoprire come tra gli utenti abituali e saltuari - nei comuni lungo gli assi della Cassanese, della Rivoltana, della Padana Superiore - questo servizio sia percepito. Il sondaggio resterà aperto per 2 mesi, al termine dei quali pubblicheremo i risultati in una doppia veste: quella separata per la zona ora oggetto di indagine, e quella in cui i dati raccolti in primavera verranno uniti a questi ultimi avendo così una visione complessiva sull’intero bacino del Sud-Est Milano. E’ già previsto che entro Natale si svolga un’assemblea pubblica in cui si dibatteranno i problemi del trasporto pubblico nell’area. Partecipate allora cliccando sul link qui e diffondete l’informazione a quanti ritenete possano essere interessati.


[legambiente-Arcobaleno] |

02/11/2016
VENERDI' 11 TUTTI A PAULLO

paullo

Ci giunge particolarmente gradito l’invito del gruppo di Paullo del Movimento 5 Stelle.

E’ per un’assemblea pubblica in cui parlare dei problemi della mobilità nei comuni lungo l’asse della Paullese.

Mobilità privata ma soprattutto mobilità pubblica; trasporto su gomma e prolungamento della metropolitana, insomma.

I nostri cavalli di battaglia sin dal principio.

E temi che a questo punto cominciano, grazie al consenso acquisito attraverso la petizione, ad entrare nell’agenda delle forze politiche e delle amministrazioni.

I presupposti perché sia una serata utile ed interessante ci sono tutti.

Che altro aggiungere…Intervenite numerosi!

 

PER SCARICARE E DIFFONDERE LA LOCANDINA CLICCA QUI


[legambiente-Arcobaleno] |

23/09/2016
PIANO REGIONALE DELLA MOBILITA': OK AL METRO' A PAULLO ED AL RADDOPPIO DELLA PAULLESE. MA . . . .


L’approvazione del Piano Regionale della Mobilità è sicuramente una notizia degna di nota. Ma cosa c’è scritto nelle 500 e più pagine di cui si compone? Siamo sinceri, c’è di tutto un po’. Dalle autostrade, alle ferrovie, alle metropolitane, ai battelli per la navigazione lacustre. E questa proliferazione di temi e di interventi ci fa pensare che ben difficilmente si possano trovare le risorse economiche per fare tutto. Chi l’ha votato, la maggioranza di Maroni, giustifica tale proliferazione con l’idea che il Piano debba riferirsi ad un orizzonte temporale lungo; almeno decennale e forse anche di più. Ma è in relazione a questo che allora prende senso il parlare di priorità.

Cosa è dunque prioritario? Dove si investiranno i soldi nell’immediato? Per quali interventi? Per quali infrastrutture? La nostra risposta la conoscete, visto che in molteplici occasioni abbiamo scritto che in questa regione è ora di chiudere la fallimentare stagione delle opere autostradali a pedaggio per invece manutenere e riqualificare l’esistente. Così come è decisivo investire su ferrovie e metropolitane, anche perché viviamo in una delle aree più inquinate d’Europa se non del mondo.


[legambiente-Arcobaleno] |

12/10/2016
L'UNIONE FA LA FORZA

               
pessano

      Il principio è vecchio ma pur sempre attuale. Uniti si è più forti.
E grazie all’unità di intenti e di azione con gli altri circoli di Legambiente della zona dell’Adda-Martesana e con l’associazione Astrov di Gorgonzola, abbiamo presentato ieri alla stampa il sondaggio sul livello del servizio dei bus di Autoguidovie anche nei comuni intorno a Melzo, Gorgonzola, Gessate e Cassano d’Adda.

Per 2 mesi raccoglieremo i dati degli utenti abituali e saltuari del servizio e prima di Natale renderemo pubblici i risultati.

Quindi rispondete e diffondete l’informazione relativa all’indagine.

E se poi voleste anche aggiungere la vostra firma alla petizione per il prolungamento della MM3 a Paullo, il vostro contributo alla battaglia per un trasporto pubblico migliore sarebbe completo!


[legambiente-Arcobaleno] |

12/11/2016
DELLA MOBILITA' PUBBLICA NEL SUD-EST MILANO INVITIAMO NOI LE FORZE POLITICHE A PARLARE

                                               

 

Bella ed interessante serata quella di ieri sera in sala  consiliare a Paullo. Ed anche ben partecipata, visto il numero dei presenti e  visti i tanti interventi che si sono susseguiti dopo l'iniziale giro di  relazioni del nostro presidente   Alessandro Meazza e dei consiglieri regionali Buffagni e Nanni.  Certamente un'occasione importante per  dibattere dei temi che più ci sono cari, oltre che di visibilità  per le nostre  storiche battaglie e per l'attività  del nostro circolo. Prolungamento della MM3  a Paullo, degrado del servizio di trasporto pubblico su gomma, mancato  completamento del raddoppio della SS415 Paullese, sono stati gli argomenti di  dettaglio di una serata in cui l'agenda alla politica locale (e non solo  locale..) l'abbiamo dettata noi di Legambiente. Un sincero ringraziamento al  Movimento 5 Stelle che ci ha dato quest'opportunità  ed anche agli esponenti  degli altri partiti che han voluto partecipare e portare un loro contributo al  dibattito.

   

 

     

Nella serata abbiamo anche raccolto le firme per People 4 soil

     

     

Iolanda Nanni consigliere regionale 5 Stelle

   

Stefano Buffagni consigliere regionale 5 Stelle

   

Alessandro Meazza presidente circolo Legambiente sud-est Milano

   


[legambiente-Arcobaleno] |

01/12/2016
IL NUOVO PATTO PER LA LOMBARDIA? ASFALTO, ASFALTO, ASFALTO!


          
     

  Abbiamo atteso qualche giorno prima di scrivere questa nota relativa al Patto per la Lombardia siglato venerdì scorso tra Renzi e Maroni a Milano. Lo abbiamo fatto per meglio capire cosa contenesse, nei fatti, il documento.

   

E lo abbiamo fatto perchè speravamo che la prima impressione riportata attraverso i media fosse quella sbagliata. Invece è tutto vero. Su di un totale di quasi 11 miliardi di spesa prevista per i prossimi anni, ben 6.6 miliardi sono dedicati a nastri d'asfalto. Intendiamoci, sono previsti anche interventi di manutenzione delle strade già  esistenti ovviamente necessari.

   

Però i 2.7 miliardi per il completamento di Autostrada Pedemontana veramente ci fanno indignare! Ma le esperienze di Bre.Be.Mi. e Teem non hanno insegnato nulla?

   

E quell'infrastruttura, come le precedenti due, non doveva essere realizzata in project financing cioè coi soli fondi di banche ed imprenditori privati? E quindi perchè questi tanti e tanti soldi pubblici?

   

E l'indignazione diventa poi rabbia se a leggere le cifre si scopre che per gli investimenti per le ferrovie e le metropolitane nuove sono stati previsti solo 1.2 miliardi. Quindi i soldi per il prolungamento della MM3 a Paullo ancora una volta sul piatto non ci sono! Ma non perchè non si abbiano nel complesso le risorse da spendere ma semplicemente perchè queste si buttano in "buchi neri" come è appunto Pedemontana.

   

Ma queste sono le priorità  di Renzi e Maroni. E per carità diciamolo piano perchè, altrimenti, a dirlo e a scriverlo, si diventa disfattisti, qualunquisti e populisti!    

   


[legambiente-Arcobaleno] |

14/12/2016
PROSSIMO ALLA CHIUSURA IL SONDAGGIO SUI BUS NELL'AREA DELL'ADDA-MARTESANA


Sta volgendo al termine il sondaggio sui servizi di Autoguidovie per i comuni della zona dell’Adda Martesana collocati lungo gli assi della Rivoltana, della Cassanese e della Padana Superiore.

Si chiuderà alle 24 di lunedì 19 dicembre. Affrettatevi a partecipare e a rispondere, quindi. 

Appena possibile renderemo pubblici i  risultati e le opinioni espresse dai rispondenti ed organizzeremo anche un’assemblea pubblica per dibatterne.

Seguiteci  e, per tempo, non mancheremo di informarvi.

 


[legambiente-Arcobaleno] |

17/12/2016
LA PAULLESE E' LA SECONDA STRADA PIU' TRAFFICATA DEL TERRITORIO DELLA CITTA' METROPOLITANA

 

Qualche giorno fa sul sito di Città Metropolitana sono stati pubblicati i dati del traffico per le strade gestite dall’ente di Palazzo Isimbardi. La Paullese, dopo la Milano-Meda, è risultata essere la più percorsa con una media giornaliera di 33.000 veicoli circa. Va chiarito che questa misurazione è stata effettuata all’altezza del sottopasso di Vigliano/Pantigliate. Ciò non è di poco conto, perché la cosa ci spinge a dire che tutto il traffico insistente sulla SS415 ma proveniente o diretto da/a S. Donato, Peschiera Borromeo o diretto o proveniente dalla Bettola/Sordio, non è stato considerato.

Per farla breve, noi pensiamo che se la misurazione fosse stata fatta al semaforo della ex-motorizzazione di S. Donato, il numero dei 50.000 veicoli sarebbe stato facilmente superato.

Dati questi numeri, le considerazioni che noi facciamo sono due e sono semplici. La prima: gli spostamenti nel sud-est Milano sono quasi totalmente effettuati con mezzi privati. L’uso dell’automobile è un must per potersi muovere, e la Paullese rappresenta la (unica) arteria attraverso cui giungere a Milano ma anche per muoversi tra comune e comune nel territorio.

La seconda: le alternative di trasporto pubblico sono inesistenti o poco attrattive. Non a caso ci battiamo, con la nostra petizione, per il prolungamento della MM3 e non a caso abbiamo svolto, l’estate scorsa, un sondaggio sul livello dei servizi resi da Autoguidovie dal quale sono emerse molte deficienze.

Non smetteremo perciò di batterci perché la MM3 arrivi fino a Paullo e non smetteremo, nel frattempo, di chiedere soluzioni di trasporto pubblico su gomma attente alle esigenze dei territori, volte a garantire il diritto a muoversi anche alle fasce più deboli, utili a sviluppare una mobilità più rispettosa dell’ambiente.

 


[legambiente-Arcobaleno] |

20/12/2016
CHIUSO IL SONDAGGIO SUI BUS DELL'AREA ADDA-MARTESANA

     
raccolta questionari
       

Sfidando  il freddo ed il buio di un luogo decisamente inospitale come lo hub di Gessate  (e le foto lo dimostrano bene..), abbiamo raccolto ieri sera le ultime risposte  al nostro sondaggio sul servizio di Autoguidovie anche per l'area dei comuni  dell'Adda-Martesana. In questi circa 2 mesi sono più di 300 le persone che  hanno voluto farci conoscere la loro opinione sul tema.

raccolta sondaggio

Ora lavoreremo ad elaborare i numeri raccolti e presenteremo  i risultati appena dopo la Befana.

   

Non perdeteci di vista, quindi!


[legambiente-Arcobaleno] |

01/01/2017
AUGURI

 

Fine anno e tempo di bilanci. Come è stato il nostro 2016? Sempre intenso. L’abbiamo passato a lavorare sul tema della mobilità nel nostro territorio in senso lato, occupandoci anche di trasporto pubblico su gomma. Del resto questo è quello che abbiamo, allo stato dei fatti. Ci si può accontentare godendo di ciò che si ha? Assolutamente no! Anche in quell’ambito c’è tanto da fare e da migliorare, come dimostrato col nostro sondaggio di cui a breve avremo un quadro completo comprendente anche i dati dell’area dell’Adda-Martesana.
Fateci riposare qualche giorno e consentiteci di fare gli auguri a tutti quelli che ci han seguito e che hanno firmato la nostra petizione. Non mancheremo di tornare con nuove iniziative. Promesso!


[legambiente-Arcobaleno] |

12/01/2017
MARTEDI' 17 LA CONFERENZA STAMPA PER PRESENTARE I DATI DEL SONDAGGIO SU AUTOGUIDOVIE NELL'AREA DELL’ADDA-MARTESANA


Sono  state 302 in tutto le risposte giunte per la nostra indagine sui servizi resi da Autoguidovie nell'area dell'Adda-Martesana.

Ad esse si aggiungono le 379 risposte raccolte nel periodo estivo, quando ad essere intervistati erano stati i pendolari dei comuni posti lungo l'asse della Paullese.

Sono state perciò quasi 700 le persone che hanno espresso la loro opinione sul tema, formando un campione "robusto" che rende il nostro lavoro ancora più interessante e credibile.

Tali dati saranno presentati in una  conferenza stampa organizzata in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Cassano d'Adda. 

Quindi martedì 17 alle ore 12.00 presso il Municipio di Cassano d'Adda, appunto, incontreremo la stampa assieme al Sindaco Roberto Maviglia.

 

A valle della conferenza, ovviamente, i risultati del sondaggio saranno pubblicati anche sul nostro sito.


[legambiente-Arcobaleno] |

17/01/2017
ECCO I DATI DEL SONDAGGIO SU AUTOGUIDOVIE: QUELLI DELL'ADDA-MARTESANA. I PROBLEMI SI CONFERMANO MOLTI!

                       

 

     

Quest'oggi abbiamo presentato i dati relativi all'area dell'Adda-Martesana. Lo abbiamo fatto alla  presenza dei giornalisti, presso il municipio di Cassano d'Adda, con la  collaborazione del locale primo cittadino Roberto Maviglia e del Sindaco di  Truccazzano Luciano Moretti. Ringraziamo entrambi per la cortesia e la  disponibilità  e sin d'ora possiamo dire che a Marzo in questi 2 comuni terremo  delle assemblee pubbliche sul tema della mobilità , proprio per approfondire le  problematiche emerse coi nostri sondaggi.

        Entro una  settimana presenteremo poi i risultati dell'intero bacino, comprendente quindi anche  le risposte dei pendolari dei comuni dell'asse della Paullese. Infatti nei mesi  della scorsa estate era stato condotto da noi del Circolo Arcobaleno di  Legambiente un sondaggio che aveva coinvolto ben 379 rispondenti. Questi dati  sono stati presentati alla stampa ed in un'assemblea pubblica a Paullo, come  qualcuno ricorderà , rispettivamente, a fine giugno e a metà novembre 2016.

       Ma  concentriamoci ora sui numeri raccolti nel cassanese, nel melzese e nei comuni  limitrofi. I rispondenti sono stati 302 nell'area; di questi 124 hanno risposto  on-line mentre 178 hanno risposto personalmente alle fermate presso cui li  abbiamo incontrati. Tra i rispondenti è prevalsa la componente dei giovani tra  i 12 ed i 18 anni col 56,95%. A seguire col 22,19%  gli adulti con età  compresa tra i 26 ed i 50  anni. Questa rappresentazione trova poi puntuale riscontro relativamente ai  motivi dello spostamento: il 60,26% si muove infatti per andare a scuola e il  33,11% per andare al lavoro. Ben il 78,15% dei rispondenti prende l'autobus per  5 o 6 giorni alla settimana; quindi è assolutamente maggioritaria la componente  dei pendolari rispetto a quella degli utenti occasionali. Il titolo di viaggio  preferito e più acquistato è l'abbonamento mensile (59,60%), seguito da quello  settimanale (16,23%). Vi è peraltro un quasi 19% di persone che prende i  biglietti di volta in volta.

        Nel titolo  dicevamo che sono emersi parecchi problemi ma non va negato che alcune  valutazioni sono state positive. Per esempio quella relativa alla vicinanza  delle fermate al domicilio dei rispondenti, il che fa pensare che le linee  siano sostanzialmente ben tracciate. Infatti il 29,47% valuta sufficiente la  vicinanza della fermata del bus a casa, il 29,14% buona ed addirittura il 13,25%  ottima. Positiva anche la valutazione riguardante il personale; lo trova  sufficientemente cortese e disponibile il 33,77% e ben cortese il 23,84%.

        Passiamo però  ora alle dolenti note. Abbiamo pensato di definirle tali perchè la somma delle  risposte pessimo ed insufficiente ha in tali casi varcato la soglia del 50% del  campione. Alla domanda: "Come valuti la frequenza delle corse?"; il 31,79%  dice pessima ed il 32,12% insufficiente. Alla domanda: "Come valuti la  possibilità  di trovare un posto a sedere sul bus?"; il 32,78% dice pessima ed  il 20,86% insufficiente. Alla domanda: "Come valuti la pulizia dei mezzi?"; il  21,85% dice pessima ed il 30,13% insufficiente. Alla domanda: "Come valuti il  comfort a bordo dei bus?"; il 22,85% dice pessima ed il 32,45% insufficiente.  Alla domanda: "Come valuti la puntualità  del servizio?"; il 24,85% dice pessima  ed il 33,11% insufficiente. Alla domanda: "Come valuti le aree di attesa (hub,  fermate, pensiline ecc.)?"; il 32,78% dice pessima ed il 28,81% insufficiente.  Alla domanda: "Come valuti l'informazione dell'azienda rispetto al porsi di  problemi, disservizi, scioperi?"; il 35,10% dice pessima ed il 28,81%  insufficiente. Le domande conclusive presupponevano un semplice sì o un  semplice no come risposta. Alla domanda:"Usi il bus solo nei giorni  lavorativi?"; il 58,61% ha risposto sì ed il 41,39% no. Alla domanda:"Trovi  conveniente in termini di tempo il bus rispetto all'auto privata?"; un 86,09%  ha risposto no ed il 13,91% sì. Infine alla domanda:"Se disponessi di un'auto  privata, la useresti al posto del bus?"; un 83,11% ha risposto sì ed il 16,89%  no. In particolare queste ultime domande poste segnano in modo indelebile la poca  attrattività  del servizio. E tra tutti, questo è il dato che più ci è  dispiaciuto rilevare!

     

 

     

Breve filmato sul sondaggio

     

   

[legambiente-Arcobaleno] |

25/01/2017
I DATI DEL SONDAGGIO SU AUTOGUIDOVIE: ECCO IL QUADRO COMPLESSIVO PER IL BACINO DEL SUD-EST MILANO

 

Come promessovi, ecco tutte le  statistiche relative alle 2 tranche del sondaggio su Autoguidovie: quella  condotta nell'estate scorsa per i comuni dell'asse della Paullese (al netto dei  numeri del Cremasco) e quella condotta quest'autunno nei comuni dell'area  dell'Adda-Martesana.

     

In totale abbiamo raccolto 681  risposte. Il campione così formato si può ben definire "robusto" e ben  segmentato per distribuzione territoriale, per età  dei rispondenti, per motivo  di spostamento, per tratte percorse e per biglietti/abbonamenti venduti coì  come dimostrano i dati delle risposte relative alle prime domande effettuate.
   
 Venendo alle domande più  "qualitative", i numeri emersi sono i seguenti. Per quella relativa alla  vicinanza delle fermate al domicilio dei rispondenti, il 30,54% la valuta come  sufficiente, il 27,17% buona ed addirittura il 12,48% ottima; ciò fa pensare  che le linee siano sostanzialmente ben tracciate, quindi. Positiva anche la  valutazione riguardante il personale; lo trova sufficientemente cortese e  disponibile il 34,95% del campione e ben cortese il 23,79%. Le note positive  però si fermano qui. Già , perchè per le domande seguenti, le risposte pessimo o  insufficiente sono molto vicine o hanno varcato la soglia del 50% del campione.  Alla domanda: "Come valuti la frequenza delle corse?", il 31,13% dice pessima  ed il 34,51% insufficiente. Alla domanda: "Come valuti la possibilità  di  trovare un posto a sedere sul bus?"; il 26,14% dice pessima ed il 19,68%  insufficiente. Alla domanda: "Come valuti la pulizia dei mezzi?"; il 22,47%  dice pessima ed il 29,07% insufficiente. Alla domanda:"Come valuti il comfort  a bordo dei bus?"; il 21,73% dice pessima ed il 29,52% insufficiente. Alla  domanda: "Come valuti la puntualità  del servizio?"; il 23,79% dice pessima ed  il 30,98% insufficiente. Alla domanda:"Come valuti le aree di attesa (hub,  fermate, pensiline ecc.)?"; il 37% dice pessima ed il 28,19% insufficiente.  Alla domanda: "Come valuti l'informazione dell'azienda rispetto al porsi di  problemi, disservizi, scioperi?"; il 31,28% dice pessima e pure il 31,28% dice insufficiente.  Le domande conclusive presupponevano un semplice si o un semplice no come  risposta. Alla domanda:"Usi il bus solo nei giorni lavorativi?", il 64,17% ha  risposto si ed il 35,86% no. Alla domanda:"Trovi conveniente in termini di  tempo il bus rispetto all'auto privata?", un 82,23% ha risposto no ed il 17,77%  si. Infine alla domanda:"Se disponessi di un'auto privata, la useresti al posto  del bus?", un 79,59% ha risposto si ed il 20,41% no.

     

Questa la mera indicazione dei numeri. Ma da essi cosa concretamente ne  consegue? Che il servizio non è attrattivo e le risposte alle ultime domande  del tipo si/no lo certificano inequivocabilmente. Potremmo sintetizzare dicendo  che i bus li usano quelli che per motivi economici o per motivi d'età  (gli  studenti medi) non possono permettersi di fare altrimenti. Poi, a riguardo, non  possiamo che ripetere quanto già detto nel giugno scorso. Dal nostro punto di  vista ci sono responsabilità  che potremmo definire "di sistema" ed altre  riconducibili alla negligenza di Autoguidovie. Tra le prime rientrano  l'inerzia delle amministrazioni locali rispetto alla manutenzione delle aree di  attesa ma soprattutto quelle della Regione che destina pochi fondi per il  trasporto pubblico locale su gomma rendendo impossibile l'obiettivo della  capillarità  e della frequenza del servizio. Tra le seconde vi sono  sostanzialmente tutte le altre: su pulizia, comfort, puntualità, livello  d'informazione da Autoguidovie è lecito pretendere di più.

     

 

     

Breve filmato sul sondaggio

     

   

[legambiente-Arcobaleno] |

14/02/2017
SERVIZIO BUS LUNGO L'ASSE DELLA PAULLESE.

                 
PARLANO LEGAMBIENTE, LE ISTITUZIONI LOCALI MA PARLANO SOPRATTUTTO I CITTADINI.
ED AUTOGUIDOVIE NON RISPONDE.

 

Nonostante le assenze dell'ultimo minuto di De Rosa  (rientrato a Roma per impegni politici) e di Trezzi (trattenuta a Milano per  impegni istituzionali), quella di ieri sera è stata un'assemblea davvero  bella.  Lo è stata principalmente per la  partecipazione della gente che ha riempito la sala ex-consiliare di Pantigliate  e per i tanti interventi (circa una ventina) che ben hanno delineato il quadro  della situazione del servizio di trasporto pubblico gestito da Autoguidovie; un  quadro assolutamente fedele a quanto emerso anche dal nostro sondaggio qui  presentato un mese fa circa.
      La serata è stata aperta dall'intervento del "padrone di  casa", il sindaco Claudio Veneziano. Fatti i saluti ed i ringraziamenti di  rito, Veneziano ha posto l'accento sui tagli operati da Regione Lombardia per  il trasporto pubblico. L'ha definita una scelta sbagliata e miope, tutta tesa a  sviluppare una mobilità privata fuori tempo e fuori luogo in una realtà   territoriale in crisi economica ed in un ambito come la Pianura Padana tra i  più inquinanti dell'intera Europa.
      A seguire è iniziata l'illustrazione dei dati del nostro sondaggio  da parte di Alessandro Meazza, presidente del Circolo Arcobaleno di  Legambiente. I dati esposti, così come le valutazioni che ne sono seguite, sono   leggibili attraverso il seguente link http://www.prolungalametro.it/interventimese.php?data=2017_01  . Ad esso vi rimandiamo per avere  completezza di informazione.
      Poi è toccato a Stefano Scotti, direttore d'esercizio di  Autoguidovie, parlare. Imbarazzato ed imbarazzante il suo intervento,  francamente. Imbarazzato per i dati presentati, che Scotti ha detto di non  immaginare così crudi. Ed imbarazzante per l'incapacità  di replicare agli  stessi, portando evidenze o esempi del contrario.
      Da segnalare anche la presenza in sala di diversi rappresentanti  delle istituzioni (alcuni dei quali sono anche intervenuti) tra cui i  consiglieri regionali Alloni e Fossati, i sindaci di Paullo e Zelo B.P. Lorenzini  e Madonini, il vice-sindaco di Mediglia Fabiano, il consigliere delegato di  Settala Aiello.
      Poi è stato il pubblico a parlare e, come dicevamo, tanti  sono stati gli interventi. Tutti tesi peraltro a segnalare disagi e  problematiche per le varie corse e le varie linee e tutti tesi a decretare la  poca attrattività del servizio gestito da Autoguidovie. Di nuovo vuoto è stato  l'intervento in risposta di Scotti che si è mostrato inconsapevole di tali  situazioni e che ha scaricato le responsabilità  di tali disagi e disservizi  sulle scelte politiche e di programmazione di Regione e Città  Metropolitana. L'unica  nota di merito per il dirigente di Autoguidovie, la disponibilità ad essere  presente e a "metterci la faccia". Ma ciò non è bastato e non basterà se non  arriveranno risposte concrete a miglioramento del servizio.

       


   

   
                  

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

            

   


[legambiente-Arcobaleno] |

01/02/2017
TUTTI A PANTIGLIATE LA SERA DEL 13 FEBBRAIO!

                  


Sarà  una bella occasione quella di lunedì 13 Febbraio alle  21 a Pantigliate per parlare di metropolitana, di bus, di viabilità  nei nostri  comuni. Infatti, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale, abbiamo  organizzato un'assemblea pubblica il cui titolo è eloquente: "La mobilità  pubblica nei comuni dell'asse  della Paullese:  quali criticità  e quali  prospettive". Qui di sotto la locandina con i dettagli organizzativi e l'elenco  dei relatori. Che altro dire . . . .Vi aspettiamo davvero numerosi!

     

 

     

   

[legambiente-Arcobaleno] |

25/02/2017
RAGGIUNTE LE 11.000 FIRME


Ecco un altro importante traguardo raggiunto! 11.000 firme per la nostra petizione per il prolungamento della MM3 a Paullo!

E ciò che più impressiona è che questi numeri si stiano producendo senza che vi sia stato negli ultimi mesi un battage mediatico particolare sull’argomento.

Da parte nostra non abbiamo più organizzato banchetti nelle piazze, non siamo più usciti sui giornali sul tema specifico ma anzi ci siamo maggiormente occupati di trasporto pubblico su gomma con l’ormai noto monitoraggio  sui servizi di Autoguidovie.

Ciò nonostante il numero delle adesioni ha continuato e continua a crescere con un ritmo che ci impressiona.

E’ una conferma, per ciò che ci riguarda, dell’importanza di questa battaglia ma deve anche essere un monito per le istituzioni perché capiscano che questo territorio ha ben chiaro quali siano le soluzioni di trasporto pubblico preferite.

Ed allora ad esse, alle istituzioni, ancora una volta, ci rivolgiamo.

Vanno date le risposte che da troppi anni si attendono.

Non sono più dilazionabili.

Quindi Stato, Regione, Città Metropolitana e comuni se ci siete battete finalmente un colpo!


[legambiente-Arcobaleno] |

01/03/2017
QUANDO UN TERRITORIO CHIEDE, LE ISTITUZIONI DEVONO SAPER ASCOLTARE E RISPONDERE

 

Due strade, la Paullese e la Via Emilia, tra le più  trafficate d'Italia.

     

Un servizio ferroviario incompleto ed un servizio di  trasporto pubblico su gomma largamente deficitario.

     

Collegamenti con Milano da  migliorare (per usare un eufemismo) e collegamenti tra paese e paese praticamente  inesistenti.

     

Ci sarà  tanto da discutere e da proporre lunedì prossimo a  Peschiera Borromeo.


[legambiente-Arcobaleno] |

28/02/2017
QUANDO UN TERRITORIO CHIEDE, LE ISTITUZIONI DEVONO SAPER ASCOLTARE E RISPONDERE

 

Due strade, la Paullese e la Via Emilia, tra le più  trafficate d'Italia.

     

Un servizio ferroviario incompleto ed un servizio di  trasporto pubblico su gomma largamente deficitario.

     

Collegamenti con Milano da  migliorare (per usare un eufemismo) e collegamenti tra paese e paese praticamente  inesistenti.

     

Ci sarà  tanto da discutere e da proporre lunedì prossimo a  Peschiera Borromeo.


[legambiente-Arcobaleno] |

07/03/2017
QUALIFICATI E NUMEROSI I RELATORI, RICCA LA SERATA….

             

Serata ricca quella di ieri sera a Peschiera Borromeo! In  tutti i sensi: per partecipazione dei cittadini con le tribune della sala  consiliare gremite; per numero di relatori (ben 9) a portare il loro contributo  alla discussione; per temi toccati e per profondità  e rilevanza delle informazioni comunicate.

     


      Si è partiti con le presentazioni e i saluti di rito ad  opera della Presidente del Consiglio Comunale di Peschiera Isabella Rosso.

     


        A seguire ha preso la parola la locale Sindaca Caterina  Molinari che ha ricordato come l'Amministrazione si   stia impegnando in un piano di  ristrutturazione e riparazione delle pensiline dei bus troppo spesso oggetto di  atti vandalici, per renderle appunto più decorose.
        

     


     

     

E' toccato al  Vice-Sindaco ed Assessore alla mobilità  di Peschiera Marco Righini poi parlare.  Il suo intervento si è incentrato sulla descrizione dell'offerta di trasporto  pubblico a tutt'oggi disponibile per i peschieresi e di come essa risulti  insufficiente per collegare adeguatamente le frazioni comunali e queste ultime  tanto al hub di S. Donato di MM3 quanto alla stazione ferroviaria del passante  di Segrate.
          
        A seguire è toccato al nostro Alessandro Meazza intervenire.  Il Presidente del Circolo Arcobaleno di Legambiente ha parlato dell'impegno dell'associazione  nella campagna per il prolungamento della MM3 a Paullo e del significato, non  solo simbolico, delle 11.000 e più firme raccolte. Poi si è intrattenuto sui  dati del sondaggio sui servizi di Autoguidovie; di questi abbiamo qui trattato  in diversi post nei mesi scorsi e perciò vi rimandiamo alla loro lettura. Meazza  ha concluso citando i dati di percorrenza media giornaliera della Paullese;  numeri che dimostrano come la SS415 sia la seconda arteria per traffico di  tutto di territorio di Città  Metropolitana preceduta solo dalla Milano-Meda che  serve però un'area decisamente più vasta e popolosa come la Brianza. Tali dati,  secondo Meazza, ulteriormente certificano come il trasporto pubblico locale su  gomma sia allo stato davvero poco attrattivo per i cittadini.

     

  

     


          

     

Poi è stata la volta della Vice-Sindaca Metropolitana  Arianna Censi. Giunta a Peschiera in sostituzione della collega Siria Trezzi  impegnata nel suo comune per attività  istituzionali, la Censi non si è certo  risparmiata: nè nei toni, nè nelle parole. Tranciante il suo giudizio:  attualmente il servizio di trasporto pubblico su gomma non è definibile tale e  non è minimamente paragonabile a quello delle aree metropolitane delle altri  grandi città  europee! Ne è consapevole Città  Metropolitana per prima. La legge regionale  6/2012 ha introdotto le Agenzie di bacino ma esse non hanno ancora dato le  risposte attese. Negli ultimi anni  si è  assistito a continui tagli dei fondi a disposizione ed anche per quest'anno c'è  questo concreto rischio. L'intenzione di Città Metropolitana è quella però di  rilanciare e mettere più soldi a bilancio.   Milioni di euro per infrastrutture e servizi. 25 milioni in più, per  l'esattezza, per il trasporto pubblico locale derivanti dalle accise sulla  benzina che vanno investiti sul trasporto pubblico. L'obiettivo politico in un  decennio è riequilibrare  le quote  di  traffico veicolare privato e pubblico  nel hinterland di Milano, arrivando a fare  un 50 e 50 tra i due.  Va inoltre superato il sistema di  tariffazione dei servizi Sitam. Un'ultima parola per la SS415 Paullese; nel  2018 verranno conclusi i lavori per il suo completo raddoppio e verranno  eliminate tutte le intersezioni a raso, ha sostenuto la Censi. Da lì in avanti  si potrà  concretamente pensare a dedicare una corsia della strada ai bus per  realizzare un servizio di trasporto di maggior qualità, con maggiori frequenze,  con un orario cadenzato e che invogli appunto i cittadini a lasciare in garage  l'auto privata.

     

  

     


        Ci sono stati poi gli interventi dei consiglieri regionali Stefano  Buffagni e Silvia Fossati. Il primo ha invitato a riflettere sul tipo di visione  del futuro e di sviluppo del territorio metropolitano. Ad essa vanno poi legate  le scelte di investimento e di servizio per i trasporti locali tanto a Milano quanto  nel territorio circostante. Buffagni ha affermato che le risorse sono state  tagliate negli ultimi anni dal Governo e dalla Regione Lombardia e che Città  Metropolitana  si è trovata e si trova  in difficoltà  principalmente  per gli effetti della riforma Del Rio sulle province. Breve ma centrato  l'intervento della Fossati che ha parlato di come la nascita dell'Agenzia di  bacino rappresenti  una grande occasione per  il riassetto del settore ma che essa non ha ancora lavorato, di fatto. Ha poi  insistito sull'importanza della rete tra enti locali per le richieste proprie  da far giungere all'Agenzia di bacino.

     

   

     

  

     

       Poi è intervenuto Gaetano Sciortino, coordinatore regionale  della Filt-Cgil. Il rappresentante sindacale ha subito evidenziato il merito  delle questioni ed ha posto immediatamente l'accento sul tema delle risorse;  senza conoscerne l'entità  e la disponibilità  non vi è certezza di  programmazione e di esercizio del servizio. Ci  attendiamo, egli ha detto, che l'Agenzia di bacino sia in grado di fare entro i  mesi estivi per davvero i programmi di bacino rivedendo le aree, le  percorrenze, i punti di attrazione sul territorio da servirsi effettivamente.  I capitolati di gara poi sono quelli più  importanti, ha sostenuto Sciortino, perchè in essi ci sono le regole di funzionamento  del servizio e viene concretamente definito quanto arriva al cittadino in  termini di corse, di frequenze e pure di qualità  del servizio, la cui  valutazione non potrà che essere direttamente effettuata in futuro dagli utenti  e dall'Agenzia di bacino.  Sciortino ha  auspicato che alle prossime gare partecipino più soggetti che in passato, così  che una concorrenza tra società  grandi e ben strutturate possa dare tanto agli  utenti quanto ai lavoratori garanzie adeguate.

     

  

     

       Ha concluso il giro degli interventi dei relatori il Sindaco di Paullo Federico Lorenzini . E' tristemente noto, ha dichiarato,  che il trasporto pubblico attuale non è  attrattivo; per responsabilità  della politica (pochi soldi e mal spesi) e per  responsabilità   dell'attuale gestore  Autoguidovie. Come zona del Sud-Est Milano, ha ricordato, noi abbiamo  sacrificato il territorio per le grandi infrastrutture ma non abbiamo ricevuto  nulla di significativo a compensazione. Non è accettabile che da 25 anni a  questa parte non si sia intervenuti con investimenti in infrastrutture di  trasporto pubblico nel quadrante di sud-est di Città  Metropolitana.  Il compito dei sindaci è farsi sentire in Città   Metropolitana anche per questo e per richiedere servizi per il territorio  facendo insieme rete.

     

  

     


        Terminato l'intervento di Lorenzini si è passati alle  domande del pubblico. Sono state una dozzina circa, tutte interessanti, e tali  da prolungare la serata fin quasi a mezzanotte. 

     

  

   

 

  

[legambiente-Arcobaleno] |

16/03/2017

ANCHE A GORGONZOLA SI PARLA DI TRASPORTO PUBBLICO E DEL NOSTRO SONDAGGIO


 
     
       

Ieri sera abbiamo presentato i dati del nostro sondaggio su  Autoguidovie "in trasferta" e dibattuto di trasporto pubblico a Gorgonzola con  gli amministratori locali dei comuni dell'Adda Martesana e con gli amici ed i  compagni dei circoli di Legambiente del territorio, oltre che con la nostra  presidente regionale Barbara Meggetto.

             
     

            

     

La serata è iniziata con l'intervento di Serena Righini Assessore  alla Mobilità  del Comune di Gorgonzola che ha subito focalizzato gli aspetti critici  del tema in trattazione, e cioè quelli legati alla pianificazione del sistema  dei trasporti rispetto invece alla pianificazione territoriale dei comuni  dell'area dell'Adda Martesana. La connessione dei comuni con sistemi di mobilità   pubblica, ha dichiarato Righini, può considerarsi buona lungo la direttrice  est-ovest ma carente nel caso dei collegamenti nord-sud.  Nel primo caso si pensi alla metropolitana  MM2, alla linea ferroviaria che raggiunge Melzo e Cassano coi servizi delle  linee S ed anche alla ciclovia lungo la Martesana. Invece sulla direttrice  nord-sud si pongono i maggiori problemi, proprio in relazione al lavoro di  connessione che Autoguidovie dovrebbe fare tra i vari paesi e gli hub di  Gorgonzola, di Melzo e di Gessate.

     

       

     

A seguire sono intervenute Erika Grandi e Teresa Gatto. Le  due esponenti dei circoli del territorio locale di Legambiente hanno illustrato  la "filosofia" che ha guidato alla realizzazione del sondaggio e ne hanno  snocciolato i dati. Di questi, nei precedenti post qui pubblicati, abbiamo  ampiamente parlato e ad essi vi rimandiamo per la loro conoscenza.
        Poi è toccato a Barbara Meggetto, la presidente regionale di  Legambiente Lombardia fare il proprio intervento. Meggetto ha parlato di quanto  investire sul trasporto pubblico sia importante per abbattere i drammatici dati  dell'inquinamento dell'aria che ad ogni inverno si ripropongono. Sono solo le  misure strutturali a dare risposte a questo fenomeno terribile, non certo le  misure-tampone che ormai da troppi anni si prendono senza in realtà  ottenere  nulla di concreto e soprattutto di durevole.

           

     

Silvia Fossati  ha in  primis parlato del piano regionale dei trasporti approvato al Pirellone lo  scorso settembre.  Si tratta di un testo  articolato, più simile ad un libro dei sogni che non ad un documento di  programmazione di interventi. Si tratta però del documento di riferimento per  gli investimenti in infrastrutture per i prossimi 10 anni almeno. In esso vi  sono citati alcuni interventi anche per l'area dell'Adda Martesana come per  esempio la realizzazione della variante bis alla Cassanese ed il raccordo tra la  Rivoltana ed il Viale Forlanini a Milano. Poi Fossati ha parlato del difficile  avvio d'attività della Agenzia TPL di Milano, Lodi, Pavia e Monza; mancano risorse  materiali ed umane per garantire gli stessi livelli di servizio attualmente  erogati.  Ed è ancora lungi dall'essere  realizzato il ridisegno dei bacini d'utenza e l'emissione dei nuovi bandi di  gara per l'assegnazione delle nuove concessioni realisticamente non sarà  fatta  entro l'anno 2017.

           

     

Si è dato poi spazio agli interventi del pubblico presente  in sala, una decina in tutto. Tra gli altri hanno parlato i sindaci di  Gorgonzola e Bussero Stucchi e Rusnati. Ed ancora il vice-sindaco di Vaprio d'Adda  Galbiati ed il presidente del Circolo Arcobaleno Meazza.

           

     

     


[legambiente-Arcobaleno] |

01/04/2017
ECCO COME MIGLIORARE IL SERVIZIO DI AUTOGUIDOVIE: PARLANO I SINDACI DI TRUCCAZZANO E DI CASSANO D'ADDA. ED ANCHE I DATI DEL NOSTRO SONDAGGIO, NATURALMENTE.

       
       


        Venerdì  sera abbiamo partecipato ad una bella  occasione di confronto a Truccazzano. Erano presenti, in qualità  di relatori,  il locale Sindaco Luciano Moretti, il primo cittadino di Cassano d'Adda e  consigliere metropolitano Roberto Maviglia, la consigliera regionale Silvia  Fossati e la rappresentante dei Circoli Adda Martesana di Legambiente Erika  Grandi.
        La serata si è aperta con  l'intervento del "padrone di casa" Moretti. Egli ha focalizzato gli aspetti critici  del collegare i vari nuclei urbani del proprio comune (Albignano, Corneliano,  Cavaione e Truccazzano stesso)  tra loro ma  anche di veicolare il traffico delle linee di autotrasporto verso le stazioni  del passante ferroviario di Cassano e Trecella piuttosto che verso la strada  Rivoltana e Melzo. Moretti ha anche poi chiesto una maggior attenzione ai  servizi ed alle corse per gli studenti medi, troppo spesso costretti a fare  sacrifici non accettabili per raggiungere casa al termine delle lezioni.

     


        A seguire è intervenuto Maviglia.  Nella sua qualità di consigliere metropolitano ha descritto le difficoltà   (economiche ed organizzative) ed i ritardi che han portato l'Agenzia per il  Trasporto Pubblico del bacino  a divenire  realmente operativa solo da poche settimane. L'aspettativa ora è che questo  nuovo ente - deputato alla programmazione, all'assegnazione ed al controllo dei  servizi di autotrasporto - recuperi il tempo perso e possa procedere entro la  fine dell'anno a stilare il nuovo piano di bacino e ad emettere i nuovi bandi  di gara per le concessioni dei vari servizi nel 2018. Questi 2 "passaggi"  risulteranno fondamentali; il primo per assicurare che le esigenze dei  territori vengano tenute in debito conto ed il secondo per garantire che i  servizi siano eserciti in modo migliore e più integrato rispetto al passato.  Come Sindaco di Cassano Maviglia poi ha posto il tema del collegamento tra il  centro abitato e la stazione ferroviaria.   Serve una navetta il cui capolinea coincida proprio con il luogo in cui  passano i binari della linea delle FS Milano-Treviglio, e/o la revisione  del percorso della linea Z405.
        La legambientina Erika Grandi ha  illustrato i dati del nostro sondaggio su Autoguidovie. Quest'ultimi hanno  colpito la platea ancora una volta, ed hanno mostrato a tutti le motivazioni  pur cui il servizio è così scarsamente attrattivo. Del merito di questi numeri,  nei precedenti post qui pubblicati, abbiamo ampiamente parlato negli ultimi  mesi e ad essi vi rimandiamo per la loro conoscenza. Grandi ha concluso ponendo  l'accento sul diritto alla mobilità di tutte le fasce della popolazione, anche  e soprattutto le più deboli, che non può essere ulteriormente mortificato.

        Silvia Fossati  poi ha approfondito il tema del difficile  avvio d'attività  della Agenzia TPL di Milano, Lodi, Pavia e Monza . Mancano  risorse materiali ed umane - ha detto - per garantire gli stessi livelli di  servizio attualmente erogati.  Ciò è da  imputare principalmente alla Regione che non ha ancora trasferito i fondi per  l'anno corrente all'Agenzia  per i  servizi. Ma ciò è anche da imputare agli altri enti azionisti di Agenzia TPL,  cioè alle Province ed ai comuni capoluogo, per il mancato conferimento del  personale alla nuova struttura. Fossati ha infine auspicato che la nuova  Agenzia possa anche creare un coordinamento con Trenord per l'integrazione dei  servizi, delle tariffe e degli orari delle corse tra treni e bus nei vari  territori.
        Si è dato poi spazio agli  interventi del pubblico presente in sala, una decina in tutto. Tra gli altri  hanno parlato l'Assessore alla mobilità  di Settala Claudio Ferretti ed il  presidente del Circolo Arcobaleno di Legambiente Alessandro Meazza. Il primo,  che oltre ad essere un amministratore locale è anche un conducente di  Autoguidovie,  non ha risparmiato  critiche alla sua azienda per come sono stati organizzati servizi e linee e  scelti i capolinea e gli hub. Egli ha fatto l'esempio eclatante della disparità   tra Liscate ed i comuni limitrofi proprio in termini di frequenza di corse  effettuate e di coinvolgimento di quel piccolo centro (circa 4.000 abitanti..)  in molte, troppe linee. Il secondo ha ricordato che a tutt'oggi in Lombardia si  spende più di un miliardo di euro l'anno per il trasporto pubblico. Non una  cifra banale, quindi. Certo altro ancora servirebbe, anche per assicurare un  maggior investimento sul hinterland milanese e sulle altre province visto che  ben 650 milioni circa sono destinati alla sola città  di Milano. Ma servirebbe  anche una attenzione maggiore alla qualità  dei servizi resi dalle società di  trasporto a cui è legittimo chiedere di più in ragione dei rilevanti  contributi  pubblici ricevuti. 

     

   

[legambiente-Arcobaleno] |

09/04/2017
FINALMENTE IN REGIONE A PARLARE DEL PROLUNGAMENTO DELLA MM3 A PAULLO!

          

       

A più di un anno dalla richiesta  di audizione presso la Commissione Trasporti del Consiglio Regionale, è  finalmente arrivata la convocazione per giovedì 13 aprile alle ore 16,00!  

     

Parteciperanno alla seduta i rappresentanti del nostro Circolo, promotori della  raccolta di firme svolta attraverso questo sito, ed una delegazione di Sindaci  dei comuni dell'asse della Paullese.

     

Con l'occasione cercheremo di allargare  l'orizzonte dei temi trattati anche ai problemi del trasporto pubblico su gomma  ed anche al termine dei lavori di raddoppio della SS415.

     

Da parte nostra  abbiamo anche richiesto la presenza all'audizione dell'Assessore Alessandro  Sorte; ci farà  particolarmente piacere incontrarlo visto che in passato ha  sempre declinato i nostri inviti per la partecipazione alle assemblee pubbliche  da noi organizzate nel territorio del sud-est Milano e dell'Adda Martesana.  

     

Ringraziamo sin d'ora i consiglieri Alloni e Fossati che, in passato e nei mesi  più recenti, si sono spesi per raggiungere questo obiettivo.

   


[legambiente-Arcobaleno] |

14/04/2017
UN'AUDIZIONE FRANCAMENTE DELUDENTE

audizione

          
       

Non  abbiamo mai pensato potesse essere il tempo ed il luogo in cui tutto  magicamente si risolvesse. Neppure però quello in cui le domande per capire lo  "stato dell'arte" circa i problemi della mobilità  nel Sud-Est Milano, nell'Alto  Lodigiano, nel Cremasco fossero poste a noi ed agli amministratori del  territorio dai consiglieri regionali, come in un surreale ribaltamento dei  ruoli dove gli interroganti sono divenuti assurdamente interrogati. E a rendere la cosa ancora più vuota  l'assenza dell'Assessore regionale alla partita Alessandro Sorte. Un vero e  proprio fantasma che ha ben pensato di disertare anche l'appuntamento odierno,  dopo non essere stato mai presente alle 5 assemblee pubbliche da noi  co-organizzate con le locali amministrazioni a Paullo, Pantigliate, Peschiera,  Gorgonzola e Truccazzano dal novembre scorso ad oggi. 

     

chiara
       

     

Insomma poco si è capito di  ciò che sarà  del prolungamento della MM3, che tutti a parole dichiarano essere  la vera infrastruttura di trasporto pubblico occorrente per il territorio ma  sul cui futuro nessuno dice nulla di concreto. Come poco si è capito di ciò che  accadrà  all'attuale servizio di trasporto pubblico su gomma; si parla di tagli  al settore a partire già  dal mese prossimo e fino a fine 2017. Tutto ciò in  attesa che ad inizio 2018 la nuova Agenzia di bacino indica le gare per le  nuove concessioni del servizio per le quali non si capisce ancora chi  concorrerà, per quali linee, per quali servizi e a fronte di quanti  finanziamenti destinati al settore.

     

     

Ancora non chiara è anche la vicenda del  raddoppio della SS415 per la quale restano i nodi dei fondi per i lavori nel  tratto di competenza della Provincia di Lodi e dell'ok dal Ministero delle  Infrastrutture per il progetto del ponte sull'Adda a Spino. Relativamente poi  ai lavori del tratto "incrocio Cerca" e "rotonda Teem", di competenza di Città   Metropolitana, si attende di conoscere l'impresa vincitrice dell'appalto ed il  ribasso d'asta dello stesso per così finanziare l'eliminazione degli incroci a  raso a Conterico e a S. Donato. Ma se il ribasso d'asta non fosse sufficiente  per l'esecuzione di questi lavori? Mah. . . .

     

     


        Come ci si è infine salutati?  Con l'unica richiesta che fosse plausibile fare in quel contesto. Richiesta  fatta, a nome degli amministratori locali presenti (di S. Donato, di Spino  d'Adda, di Crema, di Zelo B.P.) ed a nome del nostro circolo, dal Sindaco di  Paullo Lorenzini. Una richiesta per un tavolo di coordinamento permanente per  la risoluzione dei problemi di mobilità  dei comuni dell'asse della Paullese con  tutti i soggetti interessati: Ministero delle Infrastrutture, Regione  Lombardia, Città  Metropolitana, Province di Lodi e Cremona e comuni.

     

Non una  richiesta nuova, peraltro!

     

   


[legambiente-Arcobaleno] |

01/05/2017
ANCHE COI CANDIDATI A SINDACO DI S. DONATO, MELEGNANO E DRESANO PARLIAMO DI MOBILITA'

Già  da qualche giorno abbiamo incominciato, insieme ai rappresentanti delle altre associazioni ambientaliste del territorio (Wwf, Fiab e Italia Nostra), un giro di incontro coi candidati a Sindaco nei 3 comuni del Sud-Est Milano in cui da qui a poco più di un mese si voterà .

Lo scopo è chiaramente quello di conoscere le posizioni dei vari aspiranti alla carica di primo cittadino nei comuni succitati ed, al contempo, di fare conoscere loro le nostre posizioni su di una serie di temi che ci stanno particolarmente a cuore.


Dall'urbanistica ai rifiuti, dal fiume Lambro alla salvaguardia dei beni culturali, dall'agricoltura di prossimità  ai diritti degli animali, tanti sono gli argomenti trattati in queste riunioni.


Di certo però non ci siamo dimenticati dei problemi della mobilità! In primis del prolungamento della MM3. 

Poi dei problemi legati al trasporto pubblico su gomma, ben evidenziati anche grazie al nostro sondaggio su Autoguidovie dei mesi scorsi.

Senza dimenticare che anche il trasporto ferroviario presenta le sue criticità , in particolare legate alla volontà  della Regione di volere cancellare tutte le corse della linea suburbana S12 ed all'entrata in vigore (sempre rimandata) della fermata a Poasco della linea suburbana S13.


[legambiente-Arcobaleno] |

10/05/2017
ANCHE NOI A BIMBINBICI 2017!


Come sapete noi solitamente ci occupiamo di mobilità su ferro (la tanto auspicata metropolitana...) o su gomma (i servizi resi da Autoguidovie...). 

Ma c'è un altro tipo di mobilità  urbana ma anche extra-urbana che è quella legata all'uso della bicicletta. 

E cosa c'è di meglio di farlo in una domenica di primavera insieme a tanti bambini con le loro famiglie?  

Ecco perchè noi abbiamo organizzato Bimbinbici 2017 insieme agli amici della Fiab ABiCi! 

Allora vi aspettiamo numerosi, ed ovviamente dotati di bicicletta, domenica 14 Maggio alle 14,30 a Melegnano nella piazza del Castello.


[legambiente-Arcobaleno] |

19/05/2017
AL MINISTRO DELRIO CHIEDIAMO. . . . .


Dobbiamo ringraziare Paola Carinelli del Movimento 5 Stelle, deputata della Commissione Trasporti della Camera, per avere presentato nei giorni scorsi 2 interrogazioni parlamentari al Ministro Graziano Delrio. Oggetto delle interrogazioni delle semplici ma decisive questioni:

1) il Ministero delle Infrastrutture (e quindi il Governo nazionale...), a tutt'oggi , come considera l'ipotesi della realizzazione del  prolungamento della MM3 a Paullo?  

2) A fronte di quanto previsto negli accordi di realizzazione della Teem, quante e quali sono le opere connesse e compensative realizzate e quante e quali "mancano all'appello"? Quanti e quali proprietari dei terreni espropriati per realizzare l'autostrada sono stati indennizzati a distanza di 5 e più anni? Il Ministero intende intervenire a sanare la perdita di gestione della società  (privata. . .) concessionaria della Teem per i deficit di bilancio avuti nel 2015 e nel 2016?

Speriamo che le risposte non giungano con tempi biblici. Da parte nostra, non mancheremo di informarvi su quanto verrà  dichiarato a riguardo dal Ministro o dai suoi Sottosegretari, naturalmente!

 

Per leggere il testo completo delle interrogazioni, attivare i seguenti link:  http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=5/11302&ramo=CAMERA&leg=17  e http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=5/11301&ramo=CAMERA&leg=17


[legambiente-Arcobaleno] |

22/05/2017
UN ALTRO MODO DI MUOVERSI? DEVE ESSERE POSSIBILE!

incontro mediglia

          
       

Mercoledì 31 Maggio alle 21 presso la sala consiliare del Comune di Mediglia in frazione Triginto parleremo di trasporto pubblico metropolitano (il prolungamento della MM3 a Paullo), su gomma (le carenze nel servizio erogato da Autoguidovie) ed anche di mobilità ciclabile (la mancanza delle piste tra Bettolino, Mombretto e Paullo).      

     

Le alternative all'auto privata esistono e sono efficaci per diminuire il traffico e l'inquinamento.

     

Si tratta di sceglierle politicamente e di finanziarne i progetti!      

     

Grazie agli amici di Progetto Mediglia per l'organizzazione della serata.    

   

Vi aspettiamo numerosi  mercoledì 31, quindi.


[legambiente-Arcobaleno] |

01/06/2017
LA MOBILITA' PUBBLICA E CICLABILE A MEDIGLIA E NEL SUD-EST MILANO? UN'OFFERTA SICURAMENTE DA AMPLIARE

                                                                                                                          
     
              

  

   

Ieri sera siamo stati co-protagonisti di un dibattito interessante per il quale ancora ringraziamo Chiara Bonacini e Giovanni Cariello di Progetto Mediglia.


Sono intervenuti anche gli amici di Fiab locale e nazionale Ezio Intropido e Giulietta Pagliaccio, per parlare in particolare del progetto di pista ciclabile tra Paullo e Bettolino.


Anche Fabrizio Cremonesi di Bicipolitana S. Donato ha offerto il suo contributo parlando della rete delle ciclabili del territorio del suo comune ma più in generale di quello del sud-est Milano.


Ovviamente non si è parlato solo di 2 ruote ma anche di trasporto pubblico su gomma e del prolungamento della MM3 a Paullo. Di ciò si è occupato il "nostro" Alessandro Meazza.


La serata è stata ulteriormente arricchita dalla presenza e dagli interventi del Sindaco di Paullo Federico Lorenzini e dall'Assessore all'Ecologia di Mediglia Patrizia Pirro.


Per il dettaglio degli interventi e dei punti toccati da ciascun relatore vi invitiamo a guardare la registrazione della serata attraverso la pagina Facebook di Progetto Mediglia al link  https://www.facebook.com/progettomediglia/?fref=ts





[legambiente-Arcobaleno] |

09/06/2017
DOMENICA 11 GIUGNO TUTTI IN BICI PER LA CICLABILE BETTOLINO-MOMBRETTO-PAULLO


Abbiamo partecipato alla serata del 31 maggio scorso a Mediglia per parlare di mobilità  pubblica (prolungamento MM3 e trasporto pubblico su gomma) e con altrettanto piacere parteciperemo alla biciclettata di domenica mattina per la pista Bettolino-Mombretto-Paullo. 


Invitiamo quindi tutti gli amici di Prolungalametro ad esserci. 


Ringraziamo sin d'ora gli amici di Progetto Mediglia per averci coinvolto in questa bella (e duplice..) iniziativa e speriamo che domenica si sia davvero in tanti!


[legambiente-Arcobaleno] |

03/07/2017
PER LA MOBILITA' SOSTENIBILE . . . . . TOCCA ANCHE PEDALARE!

                                                  

Nella bella stagione, per percorsi urbani o extra-urbani  relativamente brevi, la bicicletta può rappresentare un'ottima soluzione.

   

Anche  questa è mobilità  sostenibile, quindi. Ecco perchè questa mattina c'eravamo  anche noi con gli amici di Progetto Mediglia per chiedere la realizzazione  della ciclabile Bettolino-Paullo.

   

Numerosa la partecipazione, tantissime le  firme raccolte a favore del prolungamento della MM3 (più di 300) ed altrettante  quelle a favore della petizione per le ciclabili, come testimoniano  anche le foto.

                  

          

   

   

 

   

 

   

 


[legambiente-Arcobaleno] |

06/07/2017
TANTO TUONO' CHE . . .. PIOVVE


Noi lo diciamo e lo scriviamo da mesi. Chi ha avuto il buon cuore di seguirci, lo sa. Cosa? Che non c'è da stupirsi per i tagli delle corse dei bus nel nostro territorio. Essi sono la logica conseguenza di una politica fallimentare del trasporto collettivo di Regione Lombardia che, appunto, andiamo denunciando da tanto e tanto tempo! Sia chiaro che questi tagli, che significheranno nuovi disservizi e nuovi sacrifici per i pendolari e per gli utenti occasionali del servizio, non toccheranno solo il sud-est Milano. Tutto il territorio di Città  Metropolitana e delle Province di Monza, Lodi e Pavia ne risulterà  colpito. Però da noi il danno sarà  più grave perchè lungo l'asse della Paullese non esiste altro servizio di trasporto pubblico se non quello su gomma. Quindi non potere disporre nelle fasce serali e per grande parte del weekend di corse per linee come la Z411, la Z412 o la Z420 è un problema serissimo, che mette a rischio il senso e la tangibilità  del concetto di " diritto alla mobilità ". Senza dimenticare che anche altre linee che attraversano il nostro territorio, come la Z413 o la Z418, sono da sempre al centro delle critiche per la scarsa frequenza delle loro corse. Cosa auspicare? Una cosa semplice. Che Regione Lombardia corregga i suoi errori entro fine mese, trovando nelle pieghe del suo bilancio i circa 3 milioni di euro ad oggi mancanti per poter assicurare il pieno rispetto dei contratti di servizio da qui a fine 2017. E se ciò non dovesse avvenire, è chiaro che da Settembre ci saranno azioni di lotta per contrastare questa deriva che ci sta portando dritti dritti verso il terzo mondo! 


[legambiente-Arcobaleno] |

27/07/2017
I TAGLI ALLE CORSE DEI BUS? TRA POCHI GIORNI LA DECISIONE DEFINITIVA


Martedì scorso a Pantigliate coi Sindaci e gli Assessori alla mobilità dei comuni dell'asse della Paullese abbiamo discusso dei recenti tagli nei servizi di Autoguidovie per le corse delle linee che attraverso il territorio. Tra i relatori c'erano anche il nostro Presidente Alessandro Meazza e la delegata ai trasporti di Città  Metropolitana Siria Trezzi. Parecchi anche gli interventi del pubblico, tutti tesi a denunciare una situazione sempre più difficile per i pendolari  nella quale i recenti tagli rappresentano un ulteriore fardello per servizi già carenti (per deficienze di programmazione) e poco attrattivi (per i limiti della gestione di Autoguidovie).  

Punto di svolta della vicenda sarà  la riunione del Consiglio Regionale di lunedì 31. In essa, con l'assestamento semestrale del bilancio dell'ente, dovranno essere trovati e destinati all'Agenzia del Trasporto Pubblico di bacino le risorse che ad inizio anno non sono state trasferite per garantire che il servizio potesse regolarmente essere svolto per l'intero 2017. Si parla di quasi 3 milioni di euro, necessari per il motivo succitato ma anche per consentire all'Agenzia di realizzare il cosiddetto "Piano di bacino". Esso è il documento di programmazione dei servizi nel territorio, ed è quello sulla base del quale verranno emessi i nuovi bandi di gara per la concessione dei servizi nel 2018. E' soprattutto su quest'ultimo che Meazza ha chiesto agli amministratori locali e alla Trezzi di "vigilare", vista la sua importanza per ciò che il trasporto pubblico sarà  poi per un periodo lungo almeno 7/8 anni. 


[legambiente-Arcobaleno] |

02/08/2017
TUTTO E' BENE CIO' CHE FINISCE BENE?


Lo sappiamo. Il punto di domanda appare fuori luogo per il nostro titolo. In questa circostanza, però, non è assolutamente "di troppo". Alludiamo al modo in cui si è svolta, da venerdì a ieri sera, la sessione di assestamento di bilancio in Consiglio Regionale. Un qualcosa di routinario, all'apparenza. In realtà  un percorso accidentato, che ha portato i lavori dell'assemblea ad essere interrotti più volte per le difficoltà della maggioranza di centro-destra di votare compatta i testi predisposti dalla Giunta e gli emendamenti proposti in aula.

 In tutto questo, però, una notizia buona è finalmente giunta. I soldi per l'Agenzia del trasporto pubblico su gomma ci sono: 2,6 milioni per la conclusione del 2017 ed altri 2 milioni per il 2018. Ciò dovrebbe assicurare , da fine agosto a fine dicembre, che i servizi e le corse delle varie linee tornino ad essere quelle dei primi 6 mesi dell'anno. E ciò in attesa che, proprio l'anno venturo, venga completato il cosiddetto "Piano di bacino" ed effettuate poi le nuove gare per la concessione dei servizi alle società  concorrenti.

Come avrete notato abbiamo usato il condizionale. Sì perchè ora Autoguidovie dovrà  effettivamente ripristinare le corse eliminate a metà  luglio, e noi su questo vigileremo come sempre. E se sarà  necessario non mancheremo di mobilitarci se a settembre studenti e lavoratori pendolari non avranno ancora corse e prestazioni di servizio paragonabili a quelle di inizio 2017. 


[legambiente-Arcobaleno] |

01/09/2017
NE RIPARLIAMO A SETTEMBRE


 
     


Quante volte ci è capitato di sentire questa frase! Ed in  effetti è quella che un pò tutti ci siamo detti all'inizio di Agosto dopo che,  in sede di assestamento di bilancio dell'ente, Regione Lombardia ha rimesso a  disposizione le risorse dovute per onorare i contratti con le società  esercenti  il servizio di trasporto pubblico.  

La  speranza di tutti noi era ovviamente quella che con l'autunno e con la riapertura  di scuole, uffici e fabbriche tutto tornasse allo status del primo semestre  dell'anno.

Ora settembre è arrivato e da un articolo (che vi invitiamo  a leggere nella sezione del "Dicono di noi") del Cittadino dell'altro ieri,  apprendiamo che Autoguidovie annuncia che su di una serie di linee le corse domenicali non saranno ripristinate.

Dal giorno 11 sarà cioè reintrodotto  l'orario scolastico-invernale (così come confermato dallo stesso sito  dell'azienda) ma sulle linee Z411 e Z412 non ci saranno corse nei giorni di  festa.
Vogliamo augurarci che queste dichiarazioni siano solo motivate da un "ritardo di comunicazione" e di trasferimento dei fondi  tra istituzioni ed Autoguidovie e che presto  le risorse succitate tornino disponibili anche per garantire che la domenica  un'ampia parte del territorio del sud-est Milano non resti senza alcun mezzo di  trasporto pubblico.

Va da sè che entro poche settimane, se non pochi giorni,  ciò dovrà  avvenire.

E' sia chiaro che se ciò non avverrà, noi sapremo bene con  chi prendercela!

   

[legambiente-Arcobaleno] |

11/09/2017
LA METROPOLITANA "LEGGERA" SI FARA'?


       
     

Ci ha fatto piacere leggere gli articoli dei giorni scorsi  che pure abbiamo ripreso anche noi e pubblicati in questo sito nella sezione  del "Dicono di noi". Narrano di un incontro svolto proprio giovedì scorso tra  l'Assessore alla Mobilità  del Comune di Milano Granelli ed i Sindaci e gli  Assessori alla Mobilità  dei comuni di S. Donato, Peschiera e Paullo. Oggetto  della discussione, la realizzazione di una cosiddetta "metropolitana leggera"  tra lo hub della MM3 di S.Donato e Paullo. A leggere meglio si capisce che si  tratterebbe di un mezzo su gomma ad alimentazione elettrica (tipo filobus,  immaginiamo..) che dovrebbe viaggiare in una corsia riservata lungo l'asse  della Paullese fino al punto in cui vi è l'incrocio con la Teem tra Paullo e  Zelo Buon Persico. Diciamo che l'idea non è nuova, essendo stata avanzata circa  2 anni fa da Sinistra Ecologia e Libertà  in un'assemblea pubblica e  successivamente ripresa anche dal Movimento 5 Stelle e dal Pd. Ovviamente ora  partirà  la fase di studio e di approfondimento delle ipotesi realizzative e  poi, viste le carte prodotte dai tecnici di ATM e MM, ci si potrà  esprimere con  idee più chiare. Di certo un elemento di positività  c'è. I rappresentanti delle  istituzioni di Milano e del nostro territorio tornano dopo tanto e tanto tempo  a pensare e a parlare, con fare idealmente concreto, di soluzioni per i  problemi del trasporto pubblico nel sud-est Milano. Noi come sempre aspettiamo  fiduciosi ma ugualmente vigili!
     

     

[legambiente-Arcobaleno] |

14/09/2017
MAI ABBASSARE LA GUARDIA


       

Ieri pomeriggio si è svolta presso la sede in Via Vivaio a  Milano un'importante riunione tra la grande parte dei Sindaci dei comuni di  Città  Metropolitana. Oggetto della discussione, manco a dirlo, i recenti tagli  nelle corse dei bus ed il ripristino dei servizi al livello del primo semestre  2017. Quale è il problema fondamentale? Che i 2,6 milioni stanziati dalla  Regione ad inizio Agosto, in sede di assestamento del Bilancio del 2017, non  sono sufficienti a garantire tale ripristino.

   

Umberto Regalia, presidente  dell'Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale, ha chiaramente detto che i  succitati 2,6 milioni sono serviti per onorare i debiti con le società  di  autotrasporto relativamente a quanto contrattualmente svolto nei primi sei mesi  dell'anno; per il secondo semestre la copertura finanziaria non c'è!

   

Come  temevamo, e come scritto nel nostro post di inizio Agosto, questa vicenda è  tutt'altro che chiarita e risolta quindi. Cosa succederà  ora? Che una  delegazione di Sindaci dell'area Metropolitana, accompagnati dai vertici di  Città  Metropolitana, incontrerà  a breve il presidente della Regione Maroni  perchè metta a disposizione i 2 milioni di euro ancora necessari all'Agenzia  per garantire che non vi siano ulteriori tagli alle corse e perchè vengano  ripristinati i servizi nel weekend su tutte le linee. Sarebbe davvero  incredibile che questi pochi soldi  (per  un ente come quello regionale..) non si trovassero e se ciò davvero avvenisse  la reazione nostra, così come quella dell'intero territorio, non si farà  attendere!


[legambiente-Arcobaleno] |

16/09/2017
ALL'INTERROGAZIONE IL GOVERNO RISPONDE . . . .


 
     

Lo scorso Maggio l'On.le Paola  Carinelli, deputata della Commissione Trasporti della Camera, aveva meritoriamente  presentato 2 interrogazioni parlamentari al Ministro delle Infrastrutture Graziano  Delrio. 
        Ieri, nella  succitata Commissione, il Governo, per bocca del Sottosegretario l'On.le Umberto  Del Basso De Caro, ha fornito la sua risposta alla prima delle 2  interrogazioni. Ricordiamo che l'oggetto  di questa prima questione posta era tanto semplice quanto decisivo, e cioè¨: il Ministero delle Infrastrutture, a  tutt'oggi , come considera l'ipotesi della realizzazione del   prolungamento della MM3 a Paullo? Al seguente link la risposta del  Sottosegretario.

  documenti.camera.it/leg17/resoconti/commissioni/bollettini/pdf/


  Che impressioni trarre dalla lettura del documento? A  noi le parole di Del Basso De Caro appaiono al tempo stesso carenti e  pilatesche. Carenti perchè non fanno luce su quanto  avvenuto dal 2007 in poi, cioè dal momento in cui viene sottoscritto l'Accordo  di Programma per realizzare la Teem ed in esso viene compresa come opera  compensativa quella del prolungamento della MM3 a Paullo. Pilatesche perchè  sembrano pronunciate apposta per far cadere la responsabilità  della mancata  costruzione dell'infrastruttura sul Comune di Milano quando è invece notorio  che per realizzare tali lavori è il Governo a dovere finanziare l'opera per  almeno il 60% del costo del progetto.

   
  

[legambiente-Arcobaleno] |

02/10/2017
FESTEGGIAMO DEGNAMENTE I 25 ANNI DI PULIAMO IL MONDO NEL SUD-EST MILANO


     

     

     

     

Certo, non ce ne siamo dimenticati. Prolungalametro è il portale legato ai temi della mobilità  del nostro Circolo. Ma quest'anno la nostra manifestazione "di punta" compie 25 anni! Perciò non potevamo come Circolo Arcobaleno non profondere tutto l'impegno possibile per organizzare al meglio la campagna nel nostro territorio. E così batteremo ogni record! Sono infatti ben 11 gli eventi in cui si sono pianificati gli interventi di pulizia grazie alla collaborazione con le Amministrazioni Comunali, con gli istituti scolastici, con l'Associazione "L'Airone" (a Tribiano), con le Associazioni Il Melograno e Progetto Mediglia (a Mediglia, appunto)

Ecco allora il dettagliato calendario degli appuntamenti:

22/09/17 “ S. Zenone al Lambro “ Scuola Primaria “ V. Visconti “ dalle 14 alle 16

23/09/17 - Peschiera Borromeo “ Fraz. S. Bovio, Parco dei piccoli angeli (accesso da V. Abruzzi) “ dalle 9,30 alle 12,30

23/09/17 - Tribiano “ Parco Cervi “ dalle 14,30 alle 17,30

29/09/17 “ Vizzolo Predabissi “ Scuola Primaria “ V. Verdi “ dalle 14,30 alle 16,30

30/09/17 “ Melegnano “ Bosco di Montorfano (accesso da V. Verdi) “ dalle 9,30 alle 12,30

01/10/17 “ Mediglia “ Fraz. Bettolino, Parco di V. Carro Maggiore “ dalle 10 alle 12

01/10/17 - Paullo “ Parco Muzza “ dalle 9,30 alle 12

01/10/17 “ Cerro al Lambro “ Parco V. Marcolini “ dalle 15 alle 17,30

06/10/16 “ Dresano “ Scuola Primaria “ V. Margherite “ dalle 14,30 alle 16,30

07/10/17 - Dresano “ Scuola Secondaria“ V. Margherite “ dalle 9,30 alle 12,30

07/10/17 “ San Donato Milanese “ Parco della Pieve e Parco di V. Maritano “ dalle 14,30 alle 17,30

 

In molte di queste occasioni, inoltre, non saremo soli ed in particolare:

A Melegnano e a S. Donato saranno con noi gli amici del circolo WWF del Sud Milano

A Melegnano parteciperanno alla pulizia anche i giovani del gruppo StartMeUp, gli alunni della scuola di italiano della Diaconia Valdese ed i membri del locale nucleo di Protezione Civile

A Peschiera Borromeo saranno con noi gli amici delle Associazioni "Quei bovi di S. Bovio" e "GPS"

A Paullo parteciperanno all'intervento anche i membri del locale nucleo di Protezione Civile

A S. Donato parteciperanno i dipendenti della società  Cap Holding e dei migranti coinvolti nel programma Sprar

 

A fronte di un tale sforzo l'uso di ogni canale di comunicazione è allora ammesso per diffondere le informazione e per comunicarvi che vi aspettiamo nelle date a voi più comode e nei luoghi ai voi più vicini!


[legambiente-Arcobaleno] |

08/10/2017
NUMERI STREPITOSI PER PULIAMO IL MONDO 2017 DI LEGAMBIENTE NEL SUD-EST MILANO


                                                                               

Una "cavalcata" durata il tempo  di 3 weekend, per uno sforzo organizzativo e realizzativo mai compiuto in  precedenza. 11 appuntamenti in 10 località  diverse (Peschiera Borromeo,  Tribiano, S. Zenone al Lambro, Vizzolo Predabissi, Melegnano, Paullo, Mediglia,  Cerro al Lambro, Dresano e San Donato Milanese).

     

 3 eventi nelle scuole ed 8 attività svolte in  parchi cittadini, in oasi naturalistiche, in zone industriali, in vari luoghi  dei paesi.

La collaborazione degli enti  locali, di tante associazioni del territorio, di alcuni soggetti economici per  le sponsorizzazioni.

Più di 1.000 persone coinvolte  negli interventi tra adulti e bambini! Un successo decretato da numeri strepitosi  quello dell'edizione di quest'anno di Puliamo il Mondo nel Sud-Est Milano.

Davvero non c'era modo migliore  di festeggiare i 25 anni della nostra campagna "di punta", quella che fa amare  la nostra associazione da tanta e tanta gente che noi sempre ringraziamo per la  vicinanza, per l'affetto, per la fattiva collaborazione.

  

[legambiente-Arcobaleno] |

13/10/2017
LUNEDI' 23 OTTOBRE A PAULLO ALLE 21 IN SALA CONSILIARE PARLIAMO DI TRASPORTO PUBBLICO E DI BUS


                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       

                       

Perchè assistiamo da qualche mese a tagli nelle corse domenicali e serali dei bus nel nostro territorio? Da cosa sono scaturite? Chi ne è responsabile? La situazione è recuperabile? E con l'anno nuovo che accadrà ? Su quanti e quali servizi potremo contare? Cosa dice il nuovo "piano di bacino" per il settennato 2018-2025?

Queste sono alcune delle domande che legittimamente i cittadini ed i pendolari in particolare si pongono. Proveremo a fornire le giuste risposte in un'assemblea pubblica che come Circolo Arcobaleno di Legambiente, col patrocinio del Comune di Paullo, abbiamo organizzato ed alla quale invitiamo davvero tutti. 


[legambiente-Arcobaleno] |

24/10/2017
DIFFICILE FARE LE NOZZE COI FICHI SECCHI

       

Paullo: Lunedì 23 ottobre 2017

     

     

Questa famosa frase è quella che forse potrebbe meglio sintetizzare l'attuale  situazione del trasporto pubblico nel nostro territorio. Certamente è quella a  cui hanno pensato un pò tutti i presenti, al termine dell'assemblea pubblica  promossa ieri sera a Paullo dal nostro Circolo e durata ben 3 ore.
In una sala piena, con la presenza di molti amministratori  dei comuni del sud-est Milano, con una rappresentanza dei comitati dei  pendolari (talvolta anche oltremodo rumorosa..), i 4 relatori ben si sono divisi  i compiti per affrontare i temi sul tappeto.

Ad Alessandro Meazza, Presidente del Circolo Arcobaleno di  Legambiente, è toccato il ruolo del moderatore della serata. Dopo i saluti ed i  ringraziamenti di rito, egli ha invitato Pasquale Errico, membro del Consiglio  d'Amministrazione dell'Agenzia per il TPL, a parlare del suo ente: della sua  costituzione, delle sue competenze, del suo lavoro in questi primi mesi di  vita.

     

     

Errico è stato franco ed ha parlato di "parto travagliato". A partire  dalla Legge regionale n. 6/2012, mal scritta a suo dire, che prescrive per l'Agenzia  3 vincoli difficili da gestire: il fatto di avere risorse solo trasferite e non  proprie, il pareggio di bilancio e un'operatività da assicurare solo con  risorse umane trasferite da altre amministrazioni pubbliche e quindi senza la  possibilità  di assumere nuovo ed adeguato personale. Quest'ultimo vincolo, in  particolare, ha comportato la difficoltà  ad individuare la figura del Direttore  Generale e a riempire una pianta organica, fatta sulla carta di 80 addetti, dei  quali solo 11 risultano al momento attivi in Agenzia! Poi Errico ha ricordato  come il suo ente abbia ereditato la gestione dei contratti di servizio coi  gestori sottoscritti da altre amministrazioni (le Province di Monza, Pavia,  Lodi e l'ex-Provincia di Milano oggi Città  Metropolitana), senza poter  intervenire su nessun aspetto degli stessi.

     


      A seguire Meazza ha chiamato in causa Luca Tosi, neo  direttore tecnico dell'Agenzia. Nel suo lungo e dettagliato intervento Tosi ha  parlato dei problemi attualmente presenti sul tavolo e dell'attività legata  all'introduzione del nuovo piano di bacino che vedrà  la luce entro l'estate del  2018. Relativamente ai primi, Tosi ha spiegato perchè si sono tagliate delle  corse per alcune linee nel nostro quadrante e nella Provincia di Monza. Senza  giri di parole, egli ha chiarito che mancavano i soldi e che l'alternativa era  tra aumentare le tariffe e, appunto, sopprimere certe corse. Ed i soldi sono mancati  perchè la Regione non li ha trasferiti in quantità sufficiente per onorare i  contratti di servizio succitati! Ad oggi mancano all'appello 1,4 milioni di  euro per far tornare il livello dei servizi ed il numero delle corse allo  standard definito contrattualmente coi gestori e per chiudere contabilmente in  pari il bilancio del 2017. La speranza è che questi soldi prima di fine anno  siano messi a disposizione dell'Agenzia, ed in questo senso le pressioni dello  stesso ente alla Regione sono continui. Circa il nuovo piano di bacino, Tosi ha  invitato tutti gli amministratori e i rappresentanti delle associazioni  presenti ad intervenire il prossimo 31 ottobre alla prima riunione dedicata a  questo importante documento di programmazione. In quell'occasione verranno  presentate le linee-guide sulle quali l'Agenzia lavorerà  e verrà  avviato il  processo di scrittura del piano, processo che Tosi ha auspicato possa essere  massimamente partecipato. Tra i principi sui quali si lavorerà  il direttore  tecnico ha citato quello della revisione e della diminuzione dei lotti, quello  del ritracciamento di alcune linee, quello di un diverso e maggior controllo  sui servizi effettivamente svolti dai gestori. E l'applicazione pratica di tali  principi certamente porterà  a significative economie rispetto all'attuale  gestione. Tosi ha chiuso con una parola di ottimismo, relativamente al nuovo  piano, parlando di risorse; dal 2018 dovrebbero aumentare perchè il fondo  nazionale del trasporto pubblico, dal quale attingono le Regioni per poi  trasferirle alle Agenzie, è stato incrementato di oltre 100 milioni rispetto  all'anno precedente.

     


      E'stata poi la volta del Sindaco di Paullo Lorenzini a  parlare. Da amministratore di un comune di un territorio vessato come il  nostro, egli ha ricordato tutte le battaglie combattute in questi ultimi 20 anni  per i bus e il prolungamento della MM3, ed ha anche ricordato come recentemente  si sia stretto un accordo con la Città  metropolitana ed il Comune di Milano per  la valutazione e la progettazione di soluzioni di trasporto pubblico (nessuna  esclusa, ha sottolineato) per l'asse della Paullese. Egli ha auspicato che  questo accordo, inizialmente sottoscritto dai comuni di Paullo, Peschiera  Borromeo e S. Donato, possa essere firmato anche dalle altre amministrazioni  comunali del territorio del sud-est Milano.

     

     A seguire sono iniziati gli interventi dei presenti in sala.  Tra essi, come dicevamo in apertura, diversi amministratori. Tra gli altri il  Sindaco di Dresano Penta e l'assessore all'ambiente di Vizzolo Salvatori. A  parlare per primo è stato però Fabiano, vice-sindaco di Mediglia.  Successivamente hanno detto la loro i sindaci di Pantigliate e S. Donato  Veneziano e Checchi, gli assessori alla mobilità  di Settala e di Paullo  Ferretti e Morabito. E' intervenuta anche la consigliera regionale Fossati.

     

E  poi molti sono stati gli interventi dei cittadini e dei rappresentanti dei  comitati dei pendolari. A replicare, mostrando massima disponibilità a  trattenersi in sala fino a tarda ora, tutti i relatori che ancora ringraziamo.

  

[legambiente-Arcobaleno] |

01/11/2017
RIENTRANO I TAGLI DELLE LINEE DEL TPL SU GOMMA ED INIZIA IL PROCESSO PARTECIPATO PER LA STESURA DEL PIANO DI BACINO

       

Palazzo Reale 31  ottobre 2017

     

     

Stamattina si è svolta un'importante assemblea pubblica  presso Palazzo Reale a Milano. Nell'occasione l'Agenzia per il Trasporto  Pubblico di Città  Metropolitana, Lodi, Pavia e Monza e Brianza ha presentato le  linee guide e la roadmap per giungere, realisticamente per giugno 2018, alla piena  redazione del piano di bacino. Il documento rappresenterà  "la pietra miliare"  su cui impostare il lavoro di avvio dei bandi per le nuove concessioni di  servizio.  E nel piano di bacino saranno  perciò indicate anche la disponibilità  generale delle cifre per i vari servizi,  la suddivisione in lotti (che saranno meno degli attuali) del territorio, il  tracciamento delle linee,  le regole per  garantire la qualità  dei servizi che i gestori dovranno erogare. Il direttore  dell'Agenzia Luca Tosi ha chiarito tempi e modi per giungere al risultato, insistendo  molto sull'aspetto della partecipazione al processo da parte degli  amministratori locali e da parte dei rappresentanti degli utenti e dei  lavoratori del settore.

     



      Terminata la relazione di Tosi è stato l'assessore alla  mobilità  del Comune di Milano Marco Granelli ad intervenire.  Tra le altre, Granelli ha dato una notizia  davvero importante per il nostro territorio e per i problemi dei tagli delle  corse dei bus di alcune linee nel sud-est Milano intervenuti a metà  luglio. Il Comune di Milano verserà  all'Agenzia 1,6  milioni di euro per consentire di chiudere il bilancio in pareggio e di  terminare l'anno con lo stesso livello dei servizi con cui esso è iniziato. In  altri termini i fondi  attesi dalla  Regione per lo stesso scopo, verranno resi disponibili da Palazzo Marino. Quindi  entro pochi giorni verranno ripristinate le corse soppresse nelle fasce di  morbida e la domenica, e con ciò cesseranno anche i disagi vissuti da molti  nostri concittadini.  

     

     

A seguire molti altri interventi, tra i quali quello di  Siria Trezzi consigliere delegato alla mobilità  di Città  Metropolitana. Trezzi  ha indicato le aree in cui il territorio curato dall'Agenzia sarà suddiviso in  previsione dei succitati incontri coi portatori d'interesse ed in previsione  della suddivisione in lotti. L'attuale lotto 4, del quale facciamo parte come Sud-est  Milano assieme al territorio dell'Adda Martesana, è stato raggruppato coi  comuni della provincia di Lodi.

                 
  

[legambiente-Arcobaleno] |

08/11/2017
PER RICORDARE, PER PREVENIRE, PER UNA MOBILITA' DIVERSA


Domenica 19 novembre sia al mattino, sia al pomeriggio saremo in campo con diverse altre associazioni del Melegnanese per la Giornata in ricordo delle vittime della strada.
Ricordare per prevenire, chiedendo una viabilità diversa e più sicura per gli utenti deboli (pedoni e ciclisti).
Ricordare per poi agire, costruendo le condizioni per una mobilità diversa con meno auto, più mezzi pubblici, più biciclette ed un'aria migliore.
Nel volantino il dettaglio delle iniziative.


[legambiente-Arcobaleno] |

02/12/2017
BELLA DOMENICA DI SOLE E DI PARTECIPAZIONE

             

   

 

    Sia questa mattina, sia questo pomeriggio siamo  stati in piazza a Melegnano per chiedere una mobilità  diversa: più pulita, più  sicura per gli utenti deboli (ciclisti e pedoni), più in linea con gli esempi  dei centri urbani delle città  europee. E non ci siamo scordati di ricordare e  di onorare le vittime della strada, come le giovani Lucia ed Altea

   

 

     

     

 

   

[legambiente-Arcobaleno] |

06/12/2017
COME COSTRUIRE IL NUOVO PIANO DI BACINO PER IL TRASPORTO PUBBLICO SU GOMMA PER IL 2018? INSIEME

                                   

   
       

                               

     

Questo il punto qualificante della riunione di ieri sera a  Peschiera Borromeo tra gli amministratori e i rappresentanti delle associazioni  del territorio dell'Est Milano (Adda Martesana più Sud-Est) e i dirigenti  dell'Agenzia Tpl di Città  Metropolitana, Lodi, Monza e Pavia: la  partecipazione. Obiettivo quello di definire dei punti irrinunciabili intorno  ai quali lavorare per redarre il nuovo piano di bacino entro il giugno 2018. E  per superare anche l'attuale sistema tariffario, il Sitam, e costruire una vera  integrazione tra i biglietti urbani di Milano, quelli extra-urbani e quelli  delle linee ferroviarie di Trenord. Numerosa la presenza dei Sindaci e degli  assessori alla partita dei comuni della nostra zona. Tra essi ricordiamo:  Checchi e Ginelli di S. Donato, Molinari di Peschiera, Veneziano di  Pantigliate, Ferretti di Settala, Lorenzini e Morabito di Paullo, Bianchi di  Mediglia, Dosi di Colturano, Bertoli di Melegnano, Branca di Carpiano, Sassi di  Cerro al Lambro e Penta di Dresano. Non rappresentati, tra i comuni del  Sud-Est: Tribiano, San Zenone, Vizzolo e S. Giuliano.

         

Cosa aspettarsi allora concretamente per il futuro? Quello  che va a chiudersi è stato un anno di grosse difficoltà  per motivi ed eventi di  cui abbiamo già  scritto in passato (basta leggere i nostri post del periodo tra  luglio e ottobre). L'anno prossimo sarà un anno in cui le risorse dovrebbero  (ma il condizionale è sempre d'obbligo) essere maggiori che non nel 2017 e ciò  dovrebbe consentire una programmazione dei servizi più agevole e probabilmente  anche il ripristino di alcuni servizi aboliti in questa seconda parte d'anno.  Ma le aspettative maggiori si concentrano proprio sul nuovo piano e sulle  successive gare che, secondo i dirigenti dell'Agenzia e della Consigliera di  Città  Metropolitana Trezzi, dovranno necessariamente portare a miglioramenti  nella qualità , nella diffusione, nella frequenza dei servizi.


[legambiente-Arcobaleno] |

13/12/2017
PERCHE' NOI NON CI SAREMO

Alcuni giornalisti ci hanno chiesto il perchè non abbiamo aderito all'iniziativa del Comitato #C6 di venerdì prossimo a S. Donato, tesa a porre l'attenzione sui problemi del trasporto pubblico su gomma nel nostro territorio. La risposta è semplice: perchè sentiamo odore di strumentalizzazione politica, ora che si approssimano le elezioni politiche e regionali!

E' notorio che le coordinatrici del succitato comitato siano attiviste del Movimento 5 Stelle. Così come è notorio che alla manifestazione dello scorso 21 ottobre abbia partecipato, per sfruttarne la conseguente visibilità , anche il Sindaco di Tribiano Lucente che guarda caso ora si candida alle regionali con Fratelli d'Italia.

E' naturalmente legittimo che tanto le une, quanto l'altro facciano le loro iniziative. Resta da capire perchè si siano resi conto dei problemi della mobilità  solo in questi ultimi 3 mesi. E resta da capire dove fossero tutti stati negli ultimi 3 anni e mezzo e cioè da quando, anche attraverso questo sito, abbiamo rilanciato temi come il prolungamento della MM3 a Paullo, la qualità  e la frequenza dei servizi di trasporto di Autoguidovie, il raddoppio della SS415 Paullese. Temi che erano praticamente scomparsi dal dibattito politico e civico per tutto il 2015, il 2016 e per grossa parte del 2017 nonostante fossero evidenti (per chi li volesse vedere) le difficoltà  ed i problemi per poter mettere in campo soluzioni di mobilità  efficaci ed efficienti.

A tutti ricordiamo che Legambiente non è un partito politico e che i suoi rappresentanti, a pena del decadimento dal loro ruolo, non si possono candidare con nessuna lista a nessuna elezione. Quelli della pessima qualità  dell'aria che respiriamo, dei disagi che tutti i giorni i pendolari vivono, del diritto alla mobilità  di tutta la popolazione (specie quella meno abbiente) inoltre sono questioni troppo importanti perchè qualcuno ne faccia tema di speculazione politica e partitica giusto in prossimità  delle scadenze di voto.

Noi continueremo ad occuparci della materia e lo faremo a prescindere dagli appuntamenti elettorali. Lo faremo stando al merito dei problemi e denunciando le responsabilità  di chi eventualmente non facesse la propria parte nell'interesse dei cittadini e dell'ambiente. Continueremo, per esempio, ad esserci ai tavoli e nelle occasioni in cui si lavorerà  al prossimo piano di bacino per il trasporto pubblico su gomma, così come ci siamo stati nell'occasione degli scorsi 30 ottobre a Milano e 4 dicembre a Peschiera. Occasioni alle quali nè Lucente, nè i rappresentanti del Comitato C6 erano presenti. 


[legambiente-Arcobaleno] |

14/12/2017
"CARO" LUCENTE

Caro Lucente, certo che Città Metropolitana può essere  contestata!. Ti cito subito le prime 2 occasioni che mi vengono in mente in cui  pubblicamente l'ho fatto.  E' successo giusto  2 mesi fa, saputo che CM aveva autorizzato l'apertura di una nuova discarica nel  Parco del Roccolo al confine tra i territori di Casorezzo e Busto Garolfo. In  più casi negli ultimi anni, poi, é successo per la sporcizia ed i rifiuti mai  rimossi nelle aree a margine della Paullese, della Cerca e della Binasca. E,  come Ti dicevo, queste sono solo le prime che possa ricordare ma altre  senz'altro ve ne sono state in passato. A dimostrazione che io sono solito  puntare al merito dei problemi e a capire chi ha, per leggi o regolamenti,  la responsabilità  ed il compito di risolverli,  ovviamente contestando e criticando chi di dovere quando quei  problemi non fossero affrontati adeguatamente.

        Ciò detto, il tema ora in questione  è il trasporto pubblico nel nostro  territorio. Tu sostieni che noi di Legambiente, ed io in particolare, ce ne  siamo infischiati dei problemi dei cittadini pendolari e ci siamo posti senza  ritegno dalla parte di CM.
        Forse Ti dimentichi un pò di cose. Lascia che te le  ricordi. La prima. Dal maggio del 2016 esiste l'Agenzia per il trasporto  pubblico locale su gomma ed è l'ente che ha assunto sulle proprie spalle le  competenze che erano di CM in materia. Di più: da febbraio del 2017 l'Agenzia  ha un direttore tecnico ed una struttura operativa che le consente di gestire i  vari contratti di servizio, quindi anche quello relativo al territorio del  Sud-Est Milano. Perciò attribuire la colpa dei disservizi e dei tagli  dell'ultimo periodo a CM è totalmente insensato.
A meno che Tu non voglia farlo  strumentalmente per attaccare chi governa CM che, guarda caso, è proprio chi  sta sul versante politico opposto al Tuo! La seconda. Scopro che da qualche  tempo Ti appassiona il tema della mobilità  pubblica ed, in particolare, quello del  prolungamento della MM3 a Paullo. E' da quando hai deciso di candidarti per  Fratelli d'Italia alle prossime regionali? Penso di sì, visto che sarebbe l'unica  spiegazione plausibile. Perchè se  la  cosa Ti interessasse da più tempo di certo non saresti l'unico Sindaco dei comuni  dell'asta della Paullese, da Milano a Crema, a non avere firmato la petizione a  favore del prolungamento disponibile da più di 3 anni  sul sito www.prolungalametro.it e avresti  certamente partecipato a tutte le altre iniziative che, anche a Tribiano,  abbiamo organizzato per raccogliere le firme e per sensibilizzare la  popolazione sui problemi del trasporto pubblico. E magari saresti anche venuto  all'assemblea pubblica di lancio della campagna nel novembre 2014, visto che  come tutti gli altri tuoi colleghi Sindaci eri stato invitato. O magari saresti  anche venuto all'audizione presso il Consiglio Regionale in cui, coi membri  della Commissione Trasporti ed assieme ai tuoi colleghi sindaci dell'asse della  Paullese, abbiamo proprio perorato le cause del prolungamento della linea  gialla e del raddoppio della SS415. O magari saresti venuto insieme a noi ad  incontrare Autoguidovie per indicare la scarsità  di corse passanti per Tribiano  della linea Z413. Magari. Però tutto ciò non   è avvenuto, e mai Ti abbiamo visto impegnato sul territorio per  difendere i diritti dei pendolari e della mobilità  pubblica. Mentre invece ben  ci ricordiamo le Tue dichiarazioni a favore della Teem e a favore delle altre colate  di cemento ed asfalto (le cosiddette opere compensative) proprio susseguenti  alla realizzazione della Teem! La terza. Visto che noi ce ne infischiamo dei  problemi del trasporto pubblico e dei pendolari, abbiamo deciso di perdere delle  mezze giornate di lavoro per partecipare alle riunioni organizzate dall'Agenzia  del TPL per la stesura del nuovo piano di bacino. E visto che Tu invece Te ne  occupi fattivamente dei succitati problemi, dove eri in queste occasioni? Te lo  chiedo perchè a quelle riunioni in cui si sta discutendo su quali servizi, su  quali linee, su quali tracciamenti, su quali frequenze si potrà  contare nel  prossimo settennato nel territorio per il trasporto coi bus, non Ti ho mai visto!

    Concludo, caro Lucente, ricordandoTi che diversamente da Te  che percepisci un compenso come Sindaco, per la mia attività del tutto  volontaria in Legambiente, io non ho mai ricevuto un centesimo e ricordandoTi che  non ho da affrontare una campagna elettorale per un seggio regionale  (lautamente retribuito, tra l'altro) in cui farmi notare perchè non sono  candidato a nulla. Termino davvero chiedendoTi di essere così cortese e  corretto di lasciare pubblicata qui sul tuo profilo la mia risposta al Tuo post  iniziale, post col quale mi hai sollecitato questa replica. Grazie.


[legambiente-Arcobaleno] |

01/01/2018
AUGURI A TUTTI QUELLI CHE CI SEGUONO, BUONE FESTE






















[legambiente-Arcobaleno] |

14/01/2018
NOVITA' TANGIBILI ALLE VISTE?


Il  periodo delle feste di fine ed inizio anno è stato caratterizzato da alcune importanti notizie. Su tutte quella relativa ai lavori per il raddoppio della Paullese e delle sue opere compensative, comprese la ciclabile Paullo-Mombretto e la cosiddetta desemaforizzazione della SS415 nel territorio di S. Donato Milanese.  Qui di seguito il comunicato stampa che abbiamo redatto insieme agli amici del WWF Sud Milano e che é stato inviato ai giornali proprio ieri.

WWF Sud Milano e Legambiente Sud-Est Milano sentono la necessità  di esprimere il proprio punto di vista in merito al recente articolo apparso su "Il Cittadino" dell'8 gennaio u.s. (e diversi altri precedenti) riguardante la riqualificazione della Paullese in quanto sembra ci sia stata una forte accelerazione ai lavori di realizzazione. Oltre al raddoppio delle corsie nel tratto tra l'incrocio della SS415 con la SP39 Cerca ed il ponte dell'Adda a Spino, tali lavori infatti coinvolgerebbero anche il nodo di San Donato, relativamente all'eliminazione del semaforo in corrispondenza di Via Gela. Seguiamo questa vicenda con grande attenzione sin dal 2015. Ciò perchè nelle intenzioni di Città  Metropolitana e Comune di San Donato, l'eliminazione del semaforo prevede soluzioni dall'impatto molto pesante per l'adiacente Oasi di Levadina e per la zona del Gattile, per la possibile realizzazione della bretella di collegamento tra la Paullese e Via Monticello. Tanto la Levadina quanto quella del Gattile sono preziosi esempi di aree fluviali di grande pregio, tra l'altro ripristinate recentemente con soldi pubblici. Anche a fine novembre scorso abbiamo ribadito la nostra posizione, per la quale ci permettiamo di suggerire - come nostra soluzione ideale - la possibilità  di prolungare verso Milano il ponte della Paullese sopra il Lambro con conseguente svincolo a raso per Via Gela. E ricordiamo che per tale ipotesi progettuale abbiamo già  presentato le nostre alternative per il ridisegno delle rampe di accesso.

In aggiunta a ciò vogliamo esprimere preoccupazione per l'ipotesi di tracciato del BTR (Bus Rapid Transit) così come descritto nel documento di Assolombarda "Progetto pilota Sud Est" nel territorio di San Donato Milanese, che prevedrebbe l'eliminazione della zona boscata del Parco Tre Palle, situato parallelamente all'attuale tracciato della Paullese. A ciò si aggiungerebbe il pesante sconfinamento del sedime stradale del BRT all'interno dell'Oasi WWF Levadina con un nuovo ponte sul fiume Lambro, a nord dell'attuale della strada Paullese. Se venisse così realizzato è evidente che si arrecherebbe un danno considerevole all'ambiente della città  di San Donato e del biocorridoio del Lambro!

Le nostre associazioni rinnovano con forza l'invito a riprendere in considerazione l'ipotesi del prolungamento della MM3 fino a Paullo, secondo quanto era previsto dall'accordo di programma per la TEEM del 2007. A seguito di quell'accordo, nel 2012, è stato redatto da MM S.p.A. un progetto definitivo che prevede il tracciato sotterraneo fino a Peschiera Borromeo e poi in superficie appunto fino a Paullo. Ribadiamo con forza questa nostra proposta in quanto se i finanziamenti per i trasporti pubblici per l'area metropolitana milanese stanno arrivando, ci chiediamo perchè il Sud Est debba rimanerne escluso, visto che è gravato da un pesante volume di traffico in entrata e in uscita.


[legambiente-Arcobaleno] |

16/01/2018
VISITA LA SEZIONE DEL "DICONO DI NOI"

       
     

Forse non lo sai, forse non ci hai mai fatto caso ma nella  sezione del "Dicono di noi" del sito noi pubblichiamo quasi giornalmente  interventi ed articoli di giornale legati al tema della mobilità  nel territorio  del Sud-Est Milano. Resta aggiornato insieme a noi, clicca subito http://www.prolungalametro.it/diconodinoi.php e leggi le ultime (e non solo le ultime. . . .) notizie in materia!

   

[legambiente-Arcobaleno] |

01/02/2018
INCIDENTE FERROVIARIO A PIOLTELLO

       
La notizia ci fa male come e più di un pugno dritto alla bocca dello stomaco. Non è questo il momento di polemizzare con Trenord, con la Regione, per le condizioni in cui i pendolari (e non solo quelli dei servizi ferroviari...) viaggiano quotidianamente. Quello lo facciamo da più di 3 anni, denunciando situazioni talvolta da terzo mondo, e torneremo a farlo già  da domani. Oggi il nostro caro pensiero va alle vittime di questo disastro, ai feriti e anche agli amici del Comitato Pendolari Cremaschi, alcuni dei quali si trovavano proprio sul treno deragliato.

[legambiente-Arcobaleno] |

19/02/2018
PRONTO IL NUOVO PIANO DI BACINO?


       

Siamo in attesa, non senza curiosità , di conoscere la bozza  del nuovo piano di bacino redatto dall'Agenzia per il TPL di zona.  Lo attendiamo per capire se e come le nuove  linee di autotrasporto pubblico saranno ridisegnate, per capire quali saranno i  livelli dei servizi e la frequenza delle corse (compreso il famigerato problema  della domenica senza autobus...), per capire come verranno misurati gli standard  di qualità  del servizio erogato dai concessionari, per capire in quali tempi  potranno essere emessi i bandi per le nuove gare dì affidamento. Ci auguriamo  che il termine di fine mese, precedentemente annunciato, venga rispettato.  Ovviamente non mancheremo di dare conto a chi ci segue di quanto leggeremo.


[legambiente-Arcobaleno] |

01/03/2018
AUTOGUIDOVIE SOSPENDE IL SERVIZIO MIOBUS A S. DONATO. PERCHE'?


Apprendiamo questa mattina dalla stampa della sospensione del servizio di trasporto pubblico a chiamata Miobus a S. Donato da parte di Autoguidovie. Certo la società  non viene pagata da mesi per ciò che ha svolto da chi avrebbe dovuto farlo, e cioè un soggetto privato che in cambio della concessione a costruire un albergo in territorio sandonatese avrebbe dovuto finanziare questo servizio per un triennio a partire dall'Aprile 2017. Quindi Autoguidovie ha le sue ragioni, indubbiamente.  Da quanto ci viene comunicato dall'Amministrazione Comunale però vi era la disponibilità  a pagare direttamente il servizio, almeno per il tempo necessario a chiarire perchè il soggetto privato non avesse onorato i suoi impegni, evitando con ciò di lasciare a piedi gli ignari ed incolpevoli cittadini. Quindi perchè questa "fuga in avanti" da parte di Autoguidovie? I dirigenti della società  vogliono fornirci una risposta o vogliono chiudersi come è successo più volte in passato davanti alle nostre domande in un ermetico silenzio?


[legambiente-Arcobaleno] |

23/03/2018
SI ALLUNGANO I TEMPI PER LA RIPRESA DEL SERVIZIO "MIOBUS" A S. DONATO


       

Ciò è quanto apprendiamo dalla stampa locale questa mattina.  L'annunciata ripresa del servizio, con un operatore diverso da Autoguidovie,  sta slittando a data da destinarsi perchè non sarebbero ancora disponibili le  autorizzazioni del caso da parte di Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale al  nuovo gestore.

     

Si spera possano essere fornite entro breve così che i cittadini  sandonatesi, in particolare quelli della frazione di Poasco, possano tornare ad  usufruire del servizio.

     

L'Agenzia è in ritardo anche rispetto alla  pubblicazione di un altro fondamentale documento: il nuovo piano di bacino per  l'intero territorio di Città  Metropolitana, Lodi, Pavia e Monza-Brianza.

     

Tale  documento è atteso con grande curiosità perchè sarà  quello dal quale si  comprenderanno le linee strategiche del servizio di trasporto pubblico nel  prossimi 7 anni in termini di offerta di corse, di frequenza dei servizi, di tracciamento  delle linee, di standard qualitativi richiesti agli operatori.

   

[legambiente-Arcobaleno] |

01/04/2018
UN'OTTIMA NOTIZIA PER MILANO, PER IL SUO TRASPORTO PUBBLICO, PER L'AMBIENTE


       

Martedì scorso, sulla linea 84, è  entrato in servizio il primo bus elettrico della flotta di ATM.
   E' l'inizio di una "rivoluzione verde" che  porterà, secondo i piani della municipalizzata milanese dei trasporti, a   sostituire da qui al 2030 la totalità dei mezzi attualmente circolanti con  pullman proprio ad alimentazione elettrica.
    Alla luce di questa importante e  lodevole iniziativa, ci sorge spontanea una domanda: e se i prossimi bandi di  Agenzia per il TPL per i nuovi contratti di servizio per l'intero territorio di  Città  Metropolitana prevedessero appunto che i nuovi gestori effettuassero i  servizi con nuovi bus elettrici?


[legambiente-Arcobaleno] |

24/04/2018
ANCORA PROBLEMI PER IL RADDOPPIO DELLA PAULLESE TRA LA CERCA E ZELO BUON PERSICO E PER LA RIMOZIONE DEI SEMAFORI A S.DONATO?


               
     
La domanda nel titolo è calzante visti gli articoli del Cittadino di questa mattina, qui presentati. Sembrerebbe la solita storia di ricorsi e contro-ricorsi al Tar dopo l'assegnazione di un appalto. Speriamo non si trasformi nell'ennesima occasione per prolungare un iter realizzativo già  ritardato varie volte. E speriamo che coi lavori del succitato raddoppio veda finalmente la luce anche la ciclabile Paullo-Mombretto e si risolva anche il problema dell'eliminazione dei semafori lungo la SS415 a S. Donato. A quest'ultimo riguardo, insieme agli amici del WWF, abbiamo riproposto a Città  Metropolitana il nostro progetto del 2015 per costruire un sovrappasso per l'ingresso in V. Gela a S. Donato; un progetto che eviterebbe di disboscare quell'area di particolare pregio ecologico che è l'Oasi Levadina e che certo non costerebbe più dell'attuale.

Guardate gli articoli usciti oggi sul cittadino e su il giorno nella sezione "dicono di noi"

 

[legambiente-Arcobaleno] |

01/05/2018
LUNEDI’ 7 MAGGIO VERRA’ PRESENTATO IL NUOVO PIANO DI BACINO DI AGENZIA TPL


          

Lo attendavamo da tempo ed ecco finalmente fissato il momento della  sua presentazione. E' il nuovo piano di bacino redatto da Agenzia TPL di Città   Metropolitana, Pavia, Lodi e Monza-Brianza. E' quel documento, per intenderci,  in cui verranno indicati quanti e quali servizi di trasporto pubblico su  gomma  (gli autobus) potremo avere a  disposizione nel prossimo settennato. Tutti allora a seguire la presentazione  lunedì 7 maggio alle ore 14 a Palazzo Reale a Milano!


[legambiente-Arcobaleno] |

07/05/2018
LA PRESENTAZIONE PIANO DI BACINO DELL'AGENZIA TPL : COSA CAMBIA NEL CONCRETO PER IL SERVIZIO DEI BUS?

                       
     

 

     

 

   

E' ancora un pò presto per rispondere con completezza a  questa domanda. Certo qualche dubbio è stato sciolto. Per gli altri ci vorrà   ancora tempo e lavoro. Andiamo però alla cronaca della riunione e degli  interventi per capire meglio cosa è emerso quest'oggi a Milano a Palazzo Reale.
      Il  primo a prendere  la parola è stato il Presidente Regalia.  Egli ha chiarito che assieme al nuovo piano di  bacino entrerà in vigore anche un nuovo piano tariffario. E questa la prima  novità  di rilievo; quella del superamento del famigerato Sitam. Il secondo  messaggio è stato quello rivolto al futuro del trasporto pubblico a Milano  città. La proroga biennale concessa ad ATM serve, secondo Regalia, proprio ad  istruire meglio la pratica per una gara aperta e di portata europea. Il terzo  punto che Regalia ha tenuto a sottolineare è quello dell'occasione di colmare  le differenze tra la città  di Milano e lo hinterland, in termini di quantità  e  qualità  dei servizi di trasporto pubblico.

     


        A seguire è intervenuto Tosi, direttore tecnico  dell'Agenzia.  Egli ha aggiornato i  presenti rispetto al percorso iniziato a ottobre 2017 e "ricalcolato" il crono-programma  per le attività del prossimo futuro;  entro   settembre 2018 sarà  messo definitivamente a punto il nuovo sistema  tariffario integrato del bacino ed entro Dicembre 2018 vi sarà  la predisposizione  di tutti gli atti per l'affidamento dei servizi . Dal Dicembre 2018 a Giugno  2020 verranno svolte le gare dei vari lotti e affidati ai vincitori di gara i  servizi.
      Poi ha parlato Mora, consulente dell'Agenzia  per la parte economica e di integrazione  tariffaria. Ha chiarito che nel progettare il nuovo sistema si è partiti dal  regolamento 4/2014 della Regione. Due i capisaldi del regolamento stesso: l'equità   tariffaria per la mobilità  "consumata" e l'integrazione ferro-gomma. Dopo un'attenta  analisi comparativa si è deciso di cambiare le regole polimetriche per  introdurre sistemi zonali per spostamenti di bacino e sistemi lineari per  quelli interbacino. Si è puntato anche sulla semplificazione massima dei  sistemi per la comprensione del viaggiatore rispetto al titolo di viaggio con  forti incentivi per gli abbonamenti e per i carnet pluriviaggio. Si spingerà   molto sulla bigliettazione elettronica.   Mora ha definito infine la nuova struttura tariffaria come una struttura  a corone concentriche ma non centrata sul comune di Milano ma policentrica.  Ogni comune apparterrà  quindi, sulla base di distanze reali, ad una corona sola  e ciò in coerenza con un sistema di trasporto e di mobilità a sviluppo  prevalentemente radiale.

     


      Debernardi, consulente dell'Agenzia per la parte tecnica dei  servizi e delle linee ha presentato lo stato di avanzamento del piano. Lo ha  definito un piano "coraggioso", perchè non rimaneggia l'esistente ma concepisce  qualcosa di nuovo partendo soprattutto dall'analisi della domanda potenziale. Il  lavoro è andato avanti per ambiti, dal raggruppamento dei quali nasceranno i  lotti che saranno in numero ridotto rispetto al passato, con territori di  riferimento più ampi.  Il nostro sarà   quello del sud-est Milano e del lodigiano.   Si è   intervenuti cercando di  eliminare sovrapposizioni  di "eredità   storica" e cercando di densificare le aree scoperte. I principi di base del  piano saranno: cadenziamento dei servizi e sincronizzazione delle corse  gomma-ferro. Le linee vengono ridisegnate per ordine gerarchico, in base alle  frequenze, come primarie, secondarie e terziarie. Nel primo caso mai oltre i 30  minuti, nel 2° mai oltre 60 minuti, nel terzo si valuterà  caso per caso. Nella  nostra area la linea primaria è¨ quella lungo l'asse della Paullese. Le linee  secondarie e terziarie quelle passanti per i centri abitati. Gli indicatori  funzionali, per il pagamento dei contributi di servizio alle società esercenti,  non saranno più solo i km. ma si terrà  conto anche della velocità  commerciale e  delle frequenze e del numero delle corse offerte su ciascuna direttrice. Ciò,  nell'ottica del lavoro di Debernardi, porterà  a dei recuperi di produttività   del 10/15% che consentiranno così un ampliamento dell'offerta complessiva  nell'arco giornaliero ed una riduzione delle disparità  di servizio a calendario  (periodi scolastici rispetto a periodi "normali" oppure di base settimanale tra  giorni lavorativi e weekend).

     


      Dopo Debernardi ha ripreso la parola Tosi.  Nei prossimi 2 mesi, ha tenuto a chiarire, ci  si confronterà  coi territori. Verranno organizzati 20 incontri in complesso, e  per la nostra zona (asse Paullese ed asse Via Emilia) ve ne sarà  uno a S. Donato appunto entro la prima metà  di Luglio. Poi il piano verrà  pubblicato e  saranno possibili osservazioni da parte di qualsiasi soggetto; si potranno  perciò esprimere tanto i cosiddetti portatori di interesse (associazioni,  comitati ecc.) quanto i singoli cittadini. Tosi ha parlato anche della qualità   dei servizi che ci dovremo attendere puntando sulla qualità  ambientale della  flotta, sull'affidabilità del servizio (regolarità , puntualità , coordinamento  orario dei servizi), sul confort per gli utenti, sulla sicurezza del materiale  rotabile e delle infrastrutture, sull'accessibilità  in senso lato (all'acquisto  dei titoli, alle informazioni nel loro complesso, accesso fisico ai mezzi). Il  tutto da ottenersi con un grande rafforzamento del monitiraggio del lavoro  delle società  esercenti, per mezzo di certificazione della produzione con  sistemi AVM e di sensoristica di bordo connessa ad Internet. Tosi ha concluso  parlando di risorse. Ad oggi il 47% delle risorse del sistema viene dai  biglietti venduti, il resto dai contributi pubblici. I contributi ammontano ad oltre  500 milioni di euro all'anno. Il 72% di tali   contributi è dato dallo Stato e dalla Regione:  2/3 dallo Stato ed un 1/3 dalla Regione,  esattamente. Il resto viene dagli altri enti locali (circa 10 € per abitante di  media per comune). In complesso tra ricavi da vendita e contributi si  raggiungono attualmente i 967 milioni di euro annui. Che accadrà in futuro ? E'  chiaro che molto dipenderà  dai  contributi di Stato e Regione, di quello che verrà  dagli utenti e dalla  variazione degli attuali contributi degli enti locali. Fare previsioni a lungo  termine è praticamente impossibile ma due elementi di ottimismo possono  essere citati: rispetto al 2017 il Fondo  nazionale per il Trasporto pubblico è stato incrementato di circa 100 milioni  di euro ed i ricavi da bigliettazione sono anch'essi in crescita perchè nell'ultimo  anno è cresciuta l'utenza ed il grado di saturazione dei mezzi.

     


    Il pomeriggio è continuato con una ventina circa di  interventi del pubblico presente. Tra questi si sono distinti quello  dell'Assessore alla mobilità di Milano Granelli  e quello della Delegata alla mobilità  di Città   Metropolitana Trezzi.

j

[legambiente-Arcobaleno] |

01/06/2018
SVANITO NEL NULLA L'ANNUNCIATO STUDIO REGIONALE DEI TRASPORTI



[legambiente-Arcobaleno] |

17/06/2018
A Vigliano spunta il progetto di un maxi terminal dei bus



[legambiente-Arcobaleno] |

17/06/2018
Miobus, l'anno prossimo si cambia: a Poasco arriva una linea ordinaria



[legambiente-Arcobaleno] |

02/07/2018
IL RADDOPPIO COMPLETO DELLA PAULLESE TRA MILANO E CREMA? PER IL 2023/4

                       
Questo il  dato più significativo emerso dal dibattito organizzato venerdì scorso dal PD  di Paullo, alla presenza della Vice-Sindaco di Città  Metropolitana Censi, dei  tecnici progettisti dell'ente e di altri esponenti politici ed amministratori  del territorio. Anche noi siamo stati presenti, intervenendo su 2 punti in  particolare.
        Il primo:  non considerate il raddoppio come l'intervento esaustivo e risolutivo dei  problemi della mobilità  del quadrante ma anzi non smettere di pensare a  soluzioni di trasporto pubblico efficaci (prolungamento della MM3 in primis).
Il  secondo: la revisione dell'ipotesi progettuale avanzata per l'eliminazione del  semaforo di V. Gela a S. Donato che intacca parte dell'oasi Levadina, area  protetta dal Wwf.

[legambiente-Arcobaleno] |

18/07/2018
AL VIA A SETTEMBRE I LAVORI PER LA RIQUALIFICAZIONE DEL HUB DI S. DONATO

               

Avevamo dato la notizia a Marzo 2016 circa la decisione del  Comune di Milano di riqualificare lo hub di S. Donato ma ci sono voluti più di  2 anni per affinare il progetto e per avere tutte le autorizzazioni necessarie  per l'apertura del cantiere.

   

A Settembre i lavori dovrebbero però finalmente  partire.

   

Cosa ci aspettiamo?

   

Che il luogo in cui quotidianamente migliaia di  pendolari del sud-est Milano, dell'alto Lodigiano e del Cremasco transitano  divenga più moderno, più sicuro, più accogliente.



Sotto l'articolo pubblicato oggi dal Cittadino di Lodi


[legambiente-Arcobaleno] |

25/07/2018
20 LUGLIO 2018: UNA DATA IMPORTANTE? SPERIAMO DI SI'


       

Venerdì scorso si sono riuniti, convocati dall'Assessore  Granelli del Comune di Milano presso i suoi uffici, gli amministratori dei  comuni del Sud-Est Milano.

     

Scopo dell'incontro trovare un accordo per finanziare  uno studio di fattibilità  da affidare a MM S.p.A. per determinare - costi,  benefici e necessità dell'utenza considerati   - quale soluzione di trasporto risulti la migliore per servire i  territori dislocati lungo l'asse della Paullese.

     

Le soluzioni che verranno  indagate sono 5: il potenziamento delle attuali soluzioni di trasporto pubblico  su gomma, il prolungamento della linea 3 del metrò a Paullo, la metrotranvia  (sostanzialmente un tram ad alta capacità ), il bus rapid transit (di fatto una  corsia riservata per mezzi di trasporto su gomma ad alimentazione elettrica) e  la costruzione di una nuova linea ferroviaria sino a Crema. Lo studio costerà   282.000 euro circa e sarà  finanziato per la maggiore parte dal Comune di Milano  (125.600 euro) e da Regione Lombardia (80.000 euro).

     

Con importi minori  contribuiranno gli enti locali del territorio; in tal senso però stupisce la  non partecipazione alle spese di Città  Metropolitana e del Comune di Tribiano.
        Da parte nostra esprimiamo soddisfazione per l'accordo  trovato e per l'avvio di un tale studio.

     

Da sempre abbiamo richiesto che vi  fosse un modo, un'occasione per rivedere i numeri che avevano accompagnato il  progetto dei primi anni 2000 del prolungamento della MM3 a Paullo. Quei numeri  oggi risultano ampiamente superati perchè i cittadini dell'area sono cresciuti  di oltre il 15%, perchè anche gli insediamenti commerciali e produttivi sono  cresciuti (seppur non così fortemente) e perchè da allora è stata costruita la  Teem che ha scaricato sulla Paullese flussi di traffico privato rilevanti.  Insomma un intervento strutturale a favore del trasporto pubblico nel Sud-Est  Milano era ed è necessario, e lo studio in questione dovrebbe proprio stabilire  quale sia la soluzione migliore per realizzarlo.


[legambiente-Arcobaleno] |

01/08/2018
Raggiunte 12.000 firme per il prolungamento della metro



[legambiente-Arcobaleno] |

02/08/2018
E' UFFICIALE: RAGGIUNTE LE 12.000 FIRME

       

La stampa locale già  ne aveva parlato nei giorni e nelle  settimane passate. Noi però abbiamo voluto attendere l'ufficialità  dei numeri.  Ed ora il dato è proprio quello giusto: abbiamo 12.000 adesioni tonde, tonde!  Un risultato straordinario che si è prodotto grazie alla nostra attività  sul  territorio (specie nei primi 18/24 mesi) ma anche grazie al più vecchio e  comunque efficace tra i metodi di raccolta del consenso, cioè il passaparola.

      Ovviamente siamo felici e grati a tutti per il risultato  raggiunto. A maggior ragione lo siamo perchè il progetto Prolungalamento, sia  come sito sia come pagina Facebook, è ormai un punto di riferimento  imprescindibile per chi voglia approfondire i temi ed i problemi della mobilità   nell'area del Sud-Est Milano. Quindi non ci siamo occupati o ci stiamo  occupando solo di metropolitana ma anche di trasporto pubblico su gomma, di  metro-tranvia, del raddoppio della Paullese e di quanto altro.

      A fronte di ciò, non va neppure però nascosta una  preoccupazione. Già  in passato abbiamo cercato contatti col mondo  politico ed istituzionale per parlare di noi, delle esigenze del nostro  territorio e della nostra raccolta di adesioni. Avremmo già  in passato voluto  presentarle queste firme al Ministro Delrio e all'Assessore regionale Sorte ma  mai c'è stata l'occasione, o più probabilmente la volontà, di darci udienza.

    Oggi , a valle delle elezioni politiche e regionali dello scorso Marzo, i  referenti sono cambiati e noi non ci siamo certo persi d'animo e neppure  abbiamo atteso tempo per contattare la neo-Assessora regionale Terzi e  l'entourage del neo-Ministro Toninelli. In particolare da quest'ultimo ci  attendiamo una attenzione particolare, vista la sua origine cremasca. Siamo in  attesa di riscontri che speriamo giungano a Settembre. Se verranno non  tarderemo ad annunciarli, ovviamente. La preoccupazione di cui si diceva?  Quella che non si ripeta quanto avvenuto in passato, e cioè che i rappresentati  dei governi nazionale e regionale - quindi dei 2 soggetti che maggiormente  dovrebbero impegnarsi per trovare le risorse per il prolungamento della MM3 a  Paullo - si eclissino e si rifiutino, di fatto, di confrontarsi con noi e con le  istanze che rappresentiamo. Ribadiamo, speriamo che l'autunno ci porti buone  nuove!

       

[legambiente-Arcobaleno] |

07/08/2018
UN'ANALISI PIU' APPROFONDITA DEI NUMERI RACCOLTI

                  

Giunti a quota 12.000 firme abbiamo voluto   approfondire la "conoscenza" dei dati cercando di capire da dove provenissero, in maggior  parte, le adesioni da noi raccolte.

      Come era lecito attendersi la maggior parte degli aderenti é residente nei  6 comuni toccati dal prolungamento. Quasi il 55% delle firme, 6.579  esattamente, sono state infatti raccolte tra Paullo/Tribiano (2.361), Mediglia  (1.096), Pantigliate/Settala (1.256), Peschiera Borromeo (1.194) e S. Donato  (672).

     


        Negli altri comuni della Città  Metropolitana di Milano più prossimi a  quelli interessati dall'eventuale prolungamento le firme sono oltre 400: da  segnalare tra questi S. Giuliano (159), Dresano/Vizzolo/S. Zenone/Cerro al  Lambro (151) e Melegnano (112). Facendo riferimento ai codici di avviamento  postale di Milano scopriamo che le firme raccolte direttamente in città   sono ben 671. 
        Significativi anche i dati dei comuni  della Provincia di Lodi, nella  quale si sono raccolte 1.900 firme circa. I comuni protagonisti sono quelli  dell'alto lodigiano, e perciò i più prossimi a Paullo. In particolare: Mulazzano  (601), Zelo B.P. (727), Merlino/Comazzo  (176), Cervignano/Galgagnano  (272) ed anche la stessa Lodi (76).
        Di tutto rispetto è anche il numero delle  adesioni nei comuni della  Provincia di Cremona. Sono 1.700 circa. Anche qui si distinguono quelli maggiormente  vicini a Paullo, e quindi quelli della zona dell'alto cremasco: Spino d'Adda  (559), Pandino (112), Crema (315), Capergnanica/Montodine/Vaiano/Bagnolo/Salvirola   (443), Madignano/Palazzo Pignano (137).
       
        Un breve cenno anche ai numeri delle visite del sito. Nel momento in cui  scriviamo le pagine visitate totali sono quasi 139.000.  

     

 

   

[legambiente-Arcobaleno] |

07/08/2018
TORNANO I BUS DOMENICALI: LE FERMATE VICINO A CASA



[legambiente-Arcobaleno] |

09/08/2018
BUONE VACANZE

                  

Ebbene si, anche quest'anno è arrivato il tempo delle vacanze. Dopo un anno intenso, un periodo di riposo è davvero necessario. 

     

Ci ritroveremo ad inizio settembre per continuare ad occuparci dei temi e delle battaglie per la mobilità   pubblica e sostenibile nel territorio del sud-est MIlano. 

     

Non perdete l'abitudine di visitare tanto questo sito quanto la nostra pagina Facebook, quindi.

     

Allora a presto amici, e grazie per l'attenzione ed il supporto che ormai da quasi 4 anni ci assicurate!

     


     

 

   

[legambiente-Arcobaleno] |

26/08/2018
TRASPORTI PUBBLICI: Segala attacca la scelta di Sala



[legambiente-Arcobaleno] |

05/09/2018
SAN DONATO: CONTO ALLA ROVESCIA PER IL CANTIERE CHE VERRA'  APERTO ENTRO SETTEMBRE



[legambiente-Arcobaleno] |

17/09/2018
FAI ANCHE TU LA TUA OSSERVAZIONE SUL NUOVO PIANO DI BACINO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO SU GOMMA


Negli scorsi giorni è apparso sul sito dell'Agenzia TPL della Città  Metropolitana, di Lodi, di Pavia, di Monza e Brianza il nuovo piano per il servizio di trasporto pubblico su gomma. Al seguente link è possibile consultarlo: http://www.agenziatpl.it/servizi-tpl/programma-dei-servizi-di-bacino . E dopo averlo consultato è possibile esprimere le proprie osservazioni, entro il 14 Ottobre p.v., all'indirizzo osservazioni.programmatpl@agenziatpl.it. Certamente anche noi, che da tempo seguiamo questo processo, non mancheremo di dire la nostra. E, come dicevamo, chiunque potrà  farlo. Se voi preferite, potete inviare a noi le vostre osservazioni all'indirizzo info@prolungalametro.it ed insieme alle altre ci occuperemo di veicolarle all'Agenzia come associazione. 


[legambiente-Arcobaleno] |

27/09/2018
Una valanga di viaggiatori: «La metropolitana arrivi fino a Paullo» Legambiente e Comuni rilanciano la proposta di allungare la MM3

Tratto da: IL CITTADINO

                  
Clicca! Per chiedere il prolungamento della metropolitana fino a Paullo hanno firmato più di 12mila cittadini. Ma il progetto della linea gialla fuori dalle porte di Milano, proiettata fino al Lodigiano, non ha mai attecchito tra le alte sfere della politica che mai l'hanno considerata come opera prioritaria. Troppo basso il numero di utenti per sostenere il notevole sforzo economico (poco meno di 900 milioni di euro) della Metro 3 Milano-Paullo, almeno secondo i vecchi studi, perchè numeri alla mano, sembra valere l'esatto contrario: oggi, infatti, il terminal di San Donato è il più frequentato di tutta la linea con ben 46.495 movimenti al giorno. Insomma, l'utenza del Sudmilano principalmente, del Lodigiano e del Cremasco è molto più consistente di quanto ci hanno fatto credere, dice Alessandro Meazza, portavoce del circolo Arcobaleno di Legambiente commentando le tabelle fornite dall'Agenzia per il trasporto pubblico locale (statistiche sui movimenti di ottobre 2017). Alessandro Meazza 

[legambiente-Arcobaleno] |

01/10/2018
RIPRISTINATA LA CASELLA MAIL INFO@PROLUNGALAMETRO.IT

Abbiamo avuto qualche problema a partire da venerdì scorso con la casella di posta elettronica info@prolungalametro.it. Ora tutto pare risolto. Quindi scriveteci liberamente e come sempre, con piacere, vi leggeremo.


[legambiente-Arcobaleno] |

09/10/2018
CONFERENZA LOCALE DEL TRASPORTO PUBBLICO: IL TERZO APPUNTAMENTO DEDICATO ALLE TARIFFE

                                                                  
     

 

     

Dopo  quanto avvenuto ad Ottobre scorso ed a Febbraio di quest'anno, eccoci ritornati  questa mattina a Palazzo Reale a Milano per seguire il terzo appuntamento  promosso dall'Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale relativo all'entrata in  vigore del nuovo piano di bacino. Oggi, in particolare, l'attenzione del  Presidente Regalia e del Direttore Tecnico Tosi è stata posta sul nuovo sistema  tariffario che supererà  il famigerato Sitam. Quali le maggiori novità ? Cosa  effettivamente succederà  a partire dalla primavera prossima? I servizi quanto  costeranno? Saranno più o meno cari, quindi? Proviamo, seppur schematicamente,  a rispondere a queste domande. Vi sarà una tariffa unica, costruita per corone,  e sulla base di essa sarà  possibile utilizzare qualsiasi mezzo pubblico (treno  piuttosto che pullman), anche al di là  del gestore (Atm piuttosto che  Autoguidovie piuttosto che Trenord).

     

 

   
     

 

     

Anche  il titolo di viaggio (biglietto piuttosto che abbonamento) sarà  unico, quindi. Il  sistema delle "corone" è stato mutuato dall'esperienza di Berlino, e significa  in sostanza che sono stati disegnati dei cerchi intorno a Milano e ai comuni  del hinterland. Tali cerchi hanno l'ampiezza media di  5 km. circa. Una ulteriore novità  è  rappresentata dal fatto che i comuni del hinterland di prima fascia sono  comunque compresi nella corona di Milano e che quindi raggiungerli non costerà   di più di quanto si paga a Milano città ; a tal riguardo va sottolineato che il  biglietto  per la prima corona (cioè  quello urbano di Milano) crescerà  a 2 euro.

     

 

   
     

     

 

   
     

Maggiore  sarà  il numero delle corone attraversate, maggiore sarà il costo del trasporto.  In termini generali vi sarà  un aumento dei costi per le corse ed i titoli di  viaggio singoli, per i biglietti giornalieri, per gli abbonamenti settimanali e  per i cosiddetti carnet. Saranno invece più convenienti gli abbonamenti mensili  ed annuali, grazie ad un sistema di scontistica volto a premiare i pendolari e  gli utenti "più fedeli". Ci saranno anche agevolazioni in base all'età  (cioè  per gli studenti medi ed universitari fino a 26 anni), per gli anziani (gli over  65) e per motivi sociali (per le persone con meno di  6.000 euro di reddito familiare Isee).

     

 

   

 

   

La sfida posta in atto  dall'Agenzia è quella di giungere fino al 50% della contribuzione del sistema  da parte degli utenti, essendo invece il restante 50% finanziato con lo Fondo  nazionale del Trasporto Pubblico e coi contributi regionali. Se tale risultato  sarà  raggiunto, sarà  davvero possibile vedere aumentare frequenze e corse col  nuovo piano di bacino che potrà  entrare definitivamente a regime a metà  del  2020.


[legambiente-Arcobaleno] |

Ricerca
Petizione : hanno firmato in 12042

Vai alla pagina con le firme Qui

 



Calendario

Archivio


Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018


valid css

Per contributi suggerimenti ed altro:

webmaster@prolungalametro.it

info@prolungalametro.it

Statistiche