Blog di Prolunghiamo la metro gialla
filibeck By Marcello Filibeck

28/07/2016
ABBIAMO PERSO DEL TEMPO

           

   
           
       

E' questa la netta sensazione riportata al termine  dell'incontro avvenuto ieri pomeriggio coi dirigenti di Autoguidovie. I quali  ci hanno detto a chiare lettere che il loro obiettivo è creare valore per gli  azionisti, che tradotto in volgare significa fare guadagnare di più i padroni  dell'azienda. Per fare cosa poi con questi soldi?

       

Ma per comprare altre aziende  di trasporto pubblico locale in giro per l'Italia. Ed infatti nel 2015  Autoguidovie ha acquisito una partecipazione a Belluno in Dolomiti Bus, pochi  mesi fa ha fatto altrettanto con un'altra società della provincia di Genova ed  ora potrebbe doppiare l'operazione nel 2016 in un capoluogo del Sud Italia. Così che il  "giochetto", ed il valore creato, possa crescere ulteriormente.

       

            Tutto legittimo e tanto di cappello, dirà  qualcuno pensando  a capacità imprenditoriali e di gestione sopra la media. Tutto sbagliato,  secondo noi. Già , perchè i soldi con cui Autoguidovie finanzia la sua  espansione vengono per il 65% da contributi pubblici (cioè dalle nostre  tasse..) per rendere un servizio al territorio che, come abbiamo dimostrato col  nostro sondaggio, potrebbe essere ben migliore ma che non è migliore perchè i  soldi per renderlo tale l'azienda li impiega per perseguire le strategie  succitate.  

       

Siamo stati anche  lodati per la nostra attività , definita notevole.

       

E per questo ci siamo sentiti  un pò come gli "utili idioti". Perchè tanto non cambierà  nulla. Lo diciamo  chiaramente a tutti quelli che ci hanno seguito.

       

Loro sono impegnati in altre  attività  e pensieri, non in quella di ascoltare le nostre segnalazioni e  proposte e  di "farsi guidare da noi"  utenti, come recita l'accattivante slogan stampato sulle fiancate dei loro bus.   

       


          Quale attività  e compito ci attende allora in futuro? Uno  molto semplice, evidentemente.

       

Quello di spiegare all'opinione pubblica ed ai  pubblici decisori che un'azienda così non ci serve, auspicando che con le prossime  concessioni che dovranno essere date ad inizio 2017 qualcun altro venga avanti.  

       

Ci serve un'azienda che si impegni a dare un servizio di trasporto pubblico davvero  attrattivo per il territorio, per togliere auto dalla strada, per evitarci di  passare le ore in coda in Paullese, per migliorare l'aria che respiriamo, per  non farci sentire dei cittadini di serie B visto che non abbiamo a disposizione  un servizio su rotaia.

     
     


     


[legambiente-Arcobaleno] |

19/07/2016
MERCOLEDI' PROSSIMO L'INCONTRO CON AUTOGUIDOVIE

           

   
           
       

Abbiamo finalmente avuto la disponibilità  dei dirigenti di  Autoguidovie ad un incontro volto ad approfondire i temi ed i numeri emersi col  nostro sondaggio sul livello di servizio dei bus nell'area del sud-est Milano e  nel Cremasco. Ci sarà mercoledì 27 luglio alle ore 18,30. Non mancheremo di  aggiornarvi su quanto emergerà nell'occasione.

     
     


     


[legambiente-Arcobaleno] |

11/07/2016
UN VERO PIACERE INCONTRARE I NUOVI AMMINISTRATORI DI PESCHIERA BORROMEO

           

   
           
                E'       stata una chiacchierata davvero  piacevole quella con Caterina Molinari, neo Sindaco ed Antonella  Parisotto, neo Assessore di Peschiera Borromeo.  Piacevole ma non  fine a se stessa. Più di un'ora per parlare di rifiuti, di  efficientamento  energetico, dell'iniziativa "Puliamo il mondo",  dello stato e della riqualificazione del Lambro e, naturalmente, di  mobilità . Abbiamo mostrato i dati del nostro recente sondaggio su  Autoguidovie, e commentandoli non abbiamo potuto che rilevare tutti i  limiti della attuale gestione e la scarsa attrattività  del servizio  di trasporto pubblico su gomma del nostro territorio. Da qui al  parlare del prolungamento della MM3 il passo è stato breve. E  Molinari e Parisotto hanno immediatamente condiviso con noi l'idea  che questa infrastruttura possa davvero essere la risposta  qualificante per risolvere i problemi ambientali e di traffico lungo  l'asse della Paullese. Cosa concretamente ne seguirà ? La nuova  amministrazione ci aiuterà nella ulteriore raccolta delle firme,  ponendo a disposizione nei locali del Municipio i fogli su cui i  cittadini potranno firmare la nostra petizione. Inoltre le  neo-amministratrici si sono impegnate a fare pressione sulla nascente  Agenzia per il Trasporto pubblico locale perchè il Sud-Est Milano  abbia un'offerta di mobilità pubblica di livello qualitativamente  migliore.

[legambiente-Arcobaleno] |

01/07/2016
ECCO I DATI DEL SONDAGGIO SU AUTOGUIDOVIE: QUALCHE LUCE E MOLTE OMBRE!


Eccoli, a 10 giorni dalla chiusura del sondaggio, i numeri relativi al livello di servizio riconosciuto dagli utenti.  Infatti questa mattina in municipio a Paullo abbiamo presentato in una conferenza stampa i dati della nostra indagine condotta con la collaborazione degli amici del circolo Legambiente Altocremasco e del Comitato Pendolari Cremaschi.
 Alla conferenza ha partecipato una delegazione degli amministratori del territorio. In particolare erano presenti, oltre al Sindaco di Paullo Lorenzini ed all’Assessore locale Morabito, anche i sindaci di Pantigliate Veneziano, di Madignano Ongaro, il vice-sindaco di Mulazzano Bersani, l’Assessore di Crema Bergamaschi e l’Assessore di Spino d’Adda Cornalba.



Le grafiche già dicono molto, ed i numeri in esse rappresentati sono eloquenti.  Noi ci limiteremo ad alcune considerazioni di ordine generale a partire dal fatto che, come detto nel titolo, ci sono delle luci ma anche molte ombre.
Le luci fanno riferimento ai buoni giudizi conseguiti dal personale aziendale che viene considerato cortese e disponibile in modo sufficiente per il 36,18%, buono per il 24,25% ed ottimo per il 3,78%. Considerata mediamente bene la possibilità di trovare un posto a sedere sui bus: è sufficiente per il 32,21%, buona per il 26,44% ed ottima per il 5,57%. Ben valutata dagli utenti è anche la vicinanza delle fermate al proprio domicilio. I dati a riguardo dicono che gli intervistati rispondono: sufficiente nel 28,63% dei casi, buono nel 27,83% dei casi ed ottimo nel 13,52% dei casi.



Di più sono le ombre. Vediamole, allora. Considerando che in molte di queste rilevazioni, con la somma dei valori attribuiti alle risposte pessimo ed insufficiente siamo vicini o oltre il 50%. La frequenza delle corse è considerata pessima per il 28,23% ed insufficiente per il  33,20%. Passando alla pulizia dei mezzi, abbiamo il 21,87% che risponde pessima ed il 26,04 che risponde insufficiente. Anche il comfort a bordo (riscaldamento, aria condizionata, comodità sedili ecc.) segna dati che si avvicinano al 50% tra il valore riconosciuto come pessimo  (20,28%) e come insufficiente (25,05% ).  Giusto sul 50% si fissano i dati negativi legati alla puntualità delle corse, che è considerata pessima per 22,27% ed insufficiente per il 27,63%. Siamo di nuovo oltre il 50% parlando del livello dell’informazione da parte dell’azienda al porsi di problemi, scioperi, disservizi:  è pessima per il 28,23% del campione ed insufficiente per il 30,42% del campione. Il dato peggiore riguarda però lo stato in cui versano le aree di attesa (fermate, pensiline, paline, illuminazione, senso di sicurezza ecc.): lo dichiara pessimo il 39,17% ed insufficiente il 28,03%.



Infine vi sono le risposte del tipo sì/no. Ed anche qui c’è da stare poco allegri. Le risposte a queste domande denunciano in tutta la loro crudezza il fatto che il trasporto pubblico su gomma nella nostra zona non è affatto attrattivo. Infatti abbiamo chiesto alle persone se trovassero conveniente in termini di tempo il bus rispetto all’auto privata e la risposta è stata per il 73,76% di no. Alla domanda: “se disponessi di una auto privata la useresti al posto del bus?” il 68,19% ha risposto di sì. Infine il plebiscito a favore di una soluzione di trasporto pubblico su rotaia; il 94,23% dichiara infatti che preferirebbe una soluzione  per il prolungamento della MM3, per la costruzione di una tramvia o addirittura a favore di una nuova linea ferroviaria tra Milano Rogoredo e Crema.
Fin qui la lettura e la rappresentazione dei dati. Ma da essi cosa concretamente ne consegue? E quali azioni seguiranno? Dal nostro punto di vista ci sono responsabilità che potremmo definire “di sistema” ed altre riconducibili alla negligenza di Autoguidovie. Tra le prime rientrano l’inerzia delle amministrazioni locali rispetto alla manutenzione delle aree di attesa ma soprattutto quelle della Regione che destina pochi fondi per il trasporto pubblico locale sia su rotaia sia su gomma. Tra le seconde vi sono sostanzialmente tutte le altre: su frequenza, pulizia, comfort, puntualità, livello d’informazione da Autoguidovie è lecito pretendere di più. Infatti, e qui ci riferiamo alle azioni da compiere, noi abbiamo già chiesto un incontro all’azienda per chiedere conto degli aspetti di gestione succitati. Ma non ci limiteremo a questo. Incontreremo tutte le Amministrazioni del territorio per presentare loro i risultati del sondaggio e per svolgere un lavoro di sensibilizzazione ulteriore. E certo non mancheremo di contattare la costituenda Agenzia per il trasporto pubblico locale, soggetto deputato dalla nuova normativa ad occuparsi di concessioni, di contratti di servizio e della loro gestione.
Tra gli interventi degli amministratori da segnalare quello del Sindaco Lorenzini che ha parlato di un’assemblea pubblica da tenersi a Settembre che, proprio a partire dai nostri dati, rilanci il tema della dell’offerta e della qualità della mobilità pubblica nel territorio del Sud-Est Milano, dell’Alto Lodigiano e del Cremasco. Ad essa verranno invitati i parlamentari, i consiglieri regionali e i rappresentanti di Città Metropolitana della zona perché è ormai ovvio come la costruzione di soluzioni fattive non possa prescindere dal coinvolgimento dei livelli istituzionali superiori.
Quindi il lavoro per un trasporto pubblico attrattivo, utile e richiesto dal territorio e dai suoi pendolari, per noi continua. Continuate a seguirci e non esitate a scriverci per idee, pareri, segnalazioni e collaborazioni su info@prolungalametro.it

 


[legambiente-Arcobaleno] |


Ricerca
Petizione : hanno firmato in 10317

Vai alla pagina con le firme Qui

FIRMA LA PETIZIONE Qui



Calendario

Archivio


Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016


valid css

Per contributi suggerimenti ed altro:

webmaster@prolungalametro.it

info@prolungalametro.it

Statistiche